AEG Tambour 61 Stereo – it

AEG TAMBOUR 61 STEREO

AEG TAMBOUR 61 STEREO

Pur essendo il mobile progettato e costruito dalla AEG il telaio, l'elettronica e tutti i componenti arrivano dalle fabbriche Telefunken. Tutti i componenti sono addirittura marchiati Telefunken.
Ovvio, si tratta praticamente della stessa azienda.
La AEG Tambour 61 altro non è che una Telefunken Concertino 2194 rimarchiata.
L'apparecchio è veramente particolare, essendo dotato di uno stadio a media frequenza diverso da tutti gli altri dell'epoca.
Oltre ad avere uno stadio amplificatore MF in più è dotato addirittura del Controllo Automatico della Frequenza (AFC) che si inserisce automaticamente una volta sintonizzata la stazione, mentre rimane escluso durante la ricerca.

In tutti glia altri apparecchi premendo il tasto AFC si ottiene la stabilità perfetta della sintonia, ma durante la ricerca si ricevono sono le stazioni più forti; viceversa con l'AFC escluso si ricevono durante la ricerca tutte le stazioni ma se poi non si inserisce manalmente l'AFC le sintonia potrebbe non essere così stabile.
Con un sistema geniale sistema alla AEG/Telefunken hanno risolto questo problema; tale sistema è illustato nel dettaglio nel seguito della pagina.
In FM la ricezione è assolutamente perfetta e priva di fruscii.

La sezione di bassa frequenza è splendida, si tratta di due finali in classe A muniti di un paio di ECL86.
Le ECL86 sono valvole eccellenti, dal suono caldo e corposo, la Classe A fa il resto.
La potenza, in virtù del corpo altoparlanti ad alta efficienza è notevole, ed il suono molto dolce ed energico in basso.

Per la disposizione degli altoparlanti il suono rimane quasi lo stesso da qualsiasi angolazione si ascolti l'apparecchio rendendo ancora più piacevole l'uso tipico che gli apparecchi radio ci permettono di fare, ascoltare musica od altre trasmissioni mentre facciamo le nostre cose.

Per ultimo il mobile, lucidissimo ed in ottime condizioni, proporzionato e dal design innovativo, riprende infatti le curve e le forme di una lira.

 

- AFC escludibile automaticamente

AEG Tambour 61 Stereo

AEG Tambour 61 Stereo

 

STEREO
Amplificatori separati per i canali destro e sinistro
BLUETOOTH
Ricevitore Bluetooth integrato

CONTINUA >

PIATTAFORMA MULTI CONNESSIONE
Ogni radio viene equipaggiata con uno speciale cavo che permette la connessione con qualsiasi sorgente digitale.

CONTINUA >

ELABORAZIONI TUBESOUND

- Ricevitore Bluetooth integrato – Questa unità può essere equipaggiata con un ricevitore BLUETOOTH alimentato direttamente dall'apparecchio Questo rende possibile usare l'amplificatore da qualsiasi dispositivo digitale esterno, come IPAD, Smartphone, o sofisticate stazioni multimediali. Potrete ascoltare le vostre Stazioni Web o le vostre musiche preferite senza cavi in giro per la stanza. Su richiesta è possibile anche montare un Ricevitore Wireless.

Connessione Multi-Piattaforma – L'apparecchio viene fornito di un cavo di adattamento che permette di collegarlo a qualsiasi dispositivo digitale come A Iphone, Smartphone, Laptop, CD Player etc. Questo cavo speciale permette di adattare l'impedenza tra l'apparecchio ed i moderni dispositivi. Inoltre i due canali stereofonici vengono fatti confluire in un unico canale monofonico senza incrementare il carico dell'unità sorgente.

AEG Tambour 61

AEG Tambour 61

LA STORIA

La AEG "Allgemeine Electricitäts Gesellschaft" (Compagnia Generale di Elettricità) nasce praticamente nel 1883 per opera dell'ingegnere di Berlino Emil Rathenau che acquistò la licenza della lampadina di Edison per commercializzarla in Germania attraverso la società da lui fondata con il nome di ''Deutsche Edison Gesellschaft'' (DEG) (German Edison Company).
Nel 1887 AEG presentò i primi elettrodomestici durante una World Exhibition: ferro da stiro, bolittore per il thé, arriccia capelli. AEG divenne rapidamente il più importante produttore di elettrodomestici della Germania, unendo inscindibilmente il suo nome alla tradizione della qualità tedesca.
Nel 1907 AEG assume l'architto e designer Peter Behrens, come designer industriale.
Nel 1912 produce la famosissima aspirapolvere ''Dandy'' e da quel momento la AEG detterà a tutto il mercato tedesco una continua rivoluzione ed innovazione nelle apparecchiature per ambiente domestico e professionale.
Nel 1903 AEG assieme alla Siemens A.G. fonda la TELEFUNKEN con l'intenzione di far diventare quest'ultima la principale azienda tecnologica con competenze video-radio-elettroniche e militari della Germania.
Nel 1911 il Kaiser Guglielmo inviò ingegneri di Telefunken in West Sayville (New York) per erigere una torre radio di 180 metri. Una torre simile fu eretta a Nauen (Germania), creando l'unica rete di comunicazione senza fili tra Nord America e Europa. Durante la costruzione della torre a New York le maestranze tedesche proibirono l'accesso all'area lavori al personale americano.

Ora AEG appartiene al gruppo Electrolux.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI

Anno di produzione: 1961
Supereterodina IF: 472/10700
6 Circuiti AM - 12 Circuiti FM
Gamme d'onda: Onde Medie (OM), Onde Lunghe (OL), Onde Corte (OC), FM (UKW)
Altoparlanti:
2 largabanda ellittici
2 Tweeter
Dimensioni (LHP) : 640 x 375 x 270 mm / 25.2 x 14.8 x 10.6 inch
Peso netto: 14.3 kg / 31 lb 8 oz
Valvole 9: ECC85 ECH81 2xEF89 EM84 EABC80 ECC83 2xECL86
Antenna rotante in ferrite per AM

AEG Tambour 61

ALTOPARLANTI

Area di emissione dei due altoparlanti frontali

Ciascuno dei due altoparlanti frontali ha un angolo di emissione piuttosto esteso.
Mettendosi di fronte alla radio, in posizione centrale, le aree di emissione dei due altoparlanti si intersecano.
Quando si ascolta in monofonia la sensazione acustica è quella di ascoltare da un unico altoparlante centrale.
Ma essendo due la superficie di emissione è molto elevata, producendo lo stesso impatto sonoro di un grosso woofer.
Al tempo stesso i due altoparlanti frontali, avendo membrana e bobina mobile più piccoli e leggeri di un unico grosso woofer, sono molto più veloci.
I bassi quindi sono più pronti e senza coda, e l'estensione in gamma alta  è molto estesa.
Una scelta costosa ma molto performante.

CONTROLLO TONI CON INDICAZIONE DEL LIVELLO

Il sistema di controllo dei toni è molto efficiente. Sopra le grandi manopole dei controlli di tono troviamo una banda che si illumina progressivamente indicando l'enfasi data alla banda su cui agisce.

KLANGREGISTER

AEG Tambour 61 Stereo

Klangregister, Registri del suono, sono dei tasti che introducono delle curve di equalizzazione predefinite.
Sono divisi in due gruppi, sulla destra e sulla sinistra dei tasti di selezione della gamma.

Bass: Accentua i toni bassi
Solo: Esalta i toni medi
Intimi: riduce i toni acuti
Jazz: Esalta i toni acuti

Personalmente ascolto con i tasti Bass e Jazz premuti e lavoro di fino con i controlli di tono

AEG Tambour 61 Stereo

ORIENTAMENTO ANTENNA

Antenna in ferrite rotante con finestra che ne indica la posizione.

L'antenna in ferrite si ruota con la manopola grande dietro alla manopola del volume,

All'interno del mobile è presente un dipolo per la ricezione FM ed una antenna in ferrite orientabile per la ricezione AM.

La sensibilità in ricezione con le antenne interne è molto buona.

Usando un'antenna esterna la sensibilità è notevole.
Questo apparecchio infatti è stato prodotto in un periodo in cui non c'erano molte stazioni radio ed erano molto distanti tra loro.

CONTROLLO SINTONIA SEPARATI TRA AM E FM

Il sistema di sintonia è un'altro gioiello.
L'apparecchio è dotato di meccanismi di sintonia separati per le bande AM e per quella di ciascuna delle due bande FM.
Due assi concentrici sui quali sono fissate due manopole di dimensioni e forme diverse.
In questo modo è possibile mantenere in memoria la stazione sintonizzata in AM mentre si varia la sintonia in FM e viceversa.

AEG Tambour 61 Stereo

AEG Tambour 61 Stereo

AFC ESCLUDIBILE AUTOMATICAMENTE

Ed eccoci alla caratteristica esclusiva di questo splendido apparecchio, il Controllo Automatico di Frequenza AFC che si esclude automaticamente.

Il geniale meccanismo funziona così:
per sintonizzarsi su una qualsiasi stazione in FM bisogna ruotare la manopolapiù grande, quella con il bordo argentato.
Per ruotarla si preme necessariamente sulle barrette bianche che la circondano. Tali barrette, tramite dei contatti interni alla manopola (un capolavoro) disinseriscono l'AFC, per cui si possono sintonizzare tutte le stazioni, sia quelle forti, sia quelle deboli.
Appena si rilascia la manopola, tramite i medesimi contatti, l'AFC si inserisce automaticamente e la stazione viene agganciata alla sua massima potenza e rimane stabile nel tempo.
Non ho visto altri apparecchi usare questo splendido sistema. Costava forse troppo anche per i produttori tedeschi!

INDICATORE DI SINTONIA

L'occhio magico ovviamente è stato sostituito.

AEG Tambour 61

COMANDI

AEG Tambour 61 Stereo

A sinistra si trova il comando del volume (con loudness incorporato) ed assialmente a questo il comando del bilanciamento.
L'occhio magico che indica la perfetta sintonizzazione di ciascuna stazione.
La scala AM per le Onde Lunghe, Medie, Corte e la scala FM.

Sotto da sinistra troviamo nell'ordine la manopola del controllo dei bassi, i tasti Bass e Solo, quelli di accensione, giradischi Stereo, giradischi Mono, i tasti per sintonizzarsi sulle Onde Lunghe, Medie, Corte, FM, i tasti Intim e Jazz ed infine la manopola del controllo degli acuti.
Sotto ogni tasto è indicata la banda di frequenza interessata.
Vi sono infine le manopole della sintonia, AM ed FM coassiali, i cui movimenti sono molto piacevoli essendo supportate da due volani.

AEG Tambour 61 Stereo

LATO POSTERIORE

Uscita per altoparlanti esterni.
Presa per registratore (tonbandgerat).
Ingresso giradischi (tonabnehmer)
Ingressi antenna AM ed FM e presa di terra.

LE FASI DEL RESTAURO

LA CONSUETA BELLISSIMA IMMAGINE FINALE
AEG Tambour 61 Stereo

Lascia un commento