Telefunken concertino steuergerät 2380 – it

TELEFUNKEN CONCERTINO STEUERGERÄT 2380

TELEFUNKEN CONCERTINO STEUERGERÄT 2380

Intorno alla prima metà degli anni 60 i maggiori produttori tedeschi misero sul mercato, anticipandolo, quelli che chiameremo poi "sintoamplificatori".
Li chiamarono Steuergerät, cioè Unità Elettronica di Controllo.
La Telefunken Concertino Steuergerät 2380 è una di queste apparecchiature.

La Telefunken produsse due linee di steuergerat, uno con i finali in classe A, ed uno con i finali in classe AB.
La Concertino 2380 era quella con i finali in classe A. La Opus 2430, poi Opus 2550, avevano i finali in classe AB.

La Concertino hanno le stesse misure, lo stesso mobile. Le Opus sono più potenti con 7 W per canale, la Concertino ne ha 4 per canale. Ma sono 4W in classe A e questo fa la differenza.

L'altra grande differenza tra le Opus e la Concertino è che le prime nascono con il decoder stereo di serie, nella seconda il decoder era opzionale. Tutte le nostre Concertino sono dotate di decoder stereo.

La valvola finale è la famosa ECL86. Una valvola doppia composta da un triodo che viene usato come preamplificatore, ed un pentodo usato come finale di potenza. E' una valvola usata spesso in amplificatori molto raffinati, come i Bang & Olufsen 608 o lo Scott Stereomaster 200B.
La Concertino 2380 è dotata di trasformatori d'uscita surdimensionati, per evitare che il traferro raggiunga la saturazione.
Così come è surdimensionato l'enorme stadio alimentatore, visibile anche nelle foto.
Il circuito prevede inoltre una controreazione che ne garantisce la linearità.
Lo stadio preamplificatore è dotato di controllo fisiologico del volume e di controlli di tono separati per alti e bassi.
Sono presenti inoltre due equalizzazioni, disinseribili, che enfatizzano ulteriormente i toni Bassi e quelli Acuti.
Molto utili quando l'apparecchio viene accoppiato a diffusori la cui risposta in frequenza non è completamente lineare.

Il suono infine è dolcissimo e preciso, come ci si aspetta. Si percepiscono gli spazi tra le note. Caldo come si conviene ad un apparecchio  a valvole ma addirittura tagliente con diffusori dotati di supertweeter,

La qualità del suono è davvero impensabile per questo tipo di apparecchiature.
Dal momento che il dispositivo è dotato di Bluetooth integrato, è particolarmente adatto per l'ascolto di musica in streaming.
Quest'ultimo è l'uso migliore che se ne può fare, a mio parere.

Bellissimo sintoamplificatore Stereo con stadi finali Single Ended in classe A racchiuso in un prezioso mobile a scomparsa. Un pregiato componente di un impianto vintage HI-FI domestico.

telefunken concertino steuergerät 2380

ALTOPARLANTI SEPARATI
E' possibile collegare qualsiasi diffusore acustico preferibilmente ad alta efficienza.

CONTINUA >

STEREO DECODER
L'apparecchio è dotato del raro Stereo Decoder che permette di ascoltare in stereofonia le trasmissioni FM Stereo.

CONTINUA >

BLUETOOTH
Ricevitore Bluetooth integrato

CONTINUA >

PIATTAFORMA MULTI CONNESSIONE
Ogni radio viene equipaggiata con uno speciale cavo che permette la connessione con qualsiasi sorgente digitale.

CONTINUA >

ELABORAZIONI TUBESOUND

- Altoparlanti separati - Poter utilizzare diffusori separati  è una possibilità importante per ricevitori stereofonici. In questo modo è possibile accoppiare al ricevitore i diffusori più adatti alle esigenze di spazio, di design o di prestazioni acustiche. I diffusori più adatti sono analizzati in seguito, nella sezione altoparlanti.

- Stereo Decoder - L'apparecchio è dotato di Decoder Stereo integrato. Questo permette di ascoltare in stereofonia le stazioni che usano tale sistema trasmissivo. Molti ricevitori stereofonici non sono dotati di Multiplexer per cui funzionano in stereofonia soltanto quando si seleziona l'ingresso Giradischi/Registratore/Aux. Tali ricevitori, nell'ascolto della radio, inviano ad entrambi i canali lo stesso segnale, per cui l'ascolto è monofonico. Non è il caso della Concertino 2380 che è totalmente stereofonica.

- Ricevitore Bluetooth integrato – Questa unità può essere equipaggiata con un ricevitore BLUETOOTH alimentato direttamente dall'apparecchio Questo rende possibile usare l'amplificatore da qualsiasi dispositivo digitale esterno, come IPAD, Smartphone, o sofisticate stazioni multimediali. Potrete ascoltare le vostre Stazioni Web o le vostre musiche preferite senza cavi in giro per la stanza. Su richiesta è possibile anche montare un Ricevitore Wireless.

- Connessione MultiPiattaforma - Con l'apparecchio viene fornito un cavo adattore di impedenza per connettere qualsiasi sorgente digitale, come Iphone, Smartphone, Computer, CD Player ecc. Questo cavo appositamente costruito adatta le differenti impedenze delle moderne apparecchiature digitali. Inoltre i due canali stereofonici vengono raccolti in un unico flusso senza aumentare il carico dellunità sorgente.

Kaiser Wilhelm II
Telefunken U73b Compressor
Telefunken U73b Compressor
Telefunken V76 in studio

LA STORIA

1903 Il Kaiser Guglielmo II per non concedere il monopolio delle trasmissioni wireless alla inglese Marconi, ordinò alle società, AEG e Siemens, di creare una joint venture per sviluppare la telegrafia senza fili in Germania. Il nome con la quale viene costituita è Gesellschaft für drahtlose Telegrafen mbH

1923 Il nome della compagnia viene modificato in Firmierung in Telefunken, Gesellschaft für drahtlose Telegrafen mbH. Abbreviato in Telefunken, dove Tele sta per Telegrafo e Funken significa "Lampo" nel senso di veloce, immediato.

1930 La produzione si sposta gradatamente da apparecchiature militari e governative a produzione di apparecchi di consumo. In questi anni Telefunken entra nel mercato radio-televisivo, dei registratori e della incisione di dischi.

1930 Poichè le trasmissioni via radio non servivano più solo a trasmettere messaggi telegrafici ma vere trasmissioni di parlato e di musica divenne necessario introdurre il concetto di compressione del suono, per evitare continue variazioni del livello di volume della radio. Telefunken progettò e relizzo il primo compressore per stazioni trasmittenti al mondo, l'U3. L'U73b in figura, evoluzione dei precedenti modelli, permette di cambiare il livello di compressione, il tempo di rilascio ed il tempo di attacco.

1941 Tutte le azioni Telefunken vengo trasferite alla AEG che di fatto diventa l'unico proprietario del marchio Telefunken delle sue fabbriche e dei suoi brevetti.

1948 Alla Conferenza di Copenaghen dove si decise la spartizione delle radiofrequenze delle Onde Medie e Corte del''Europa Centrale la Germania non venne invitata, a causa della guerra recentemente conclusa. Ufficialmente perchè non era ritenuta una nazione tecnologicamente importante.
A causa di ciò la Germania decise di sviluppare le trasmissioni in FM anche accorgendosi che la qualità delle trasmissioni era notevolmente superiore di quelle in AM.
In questa fase Telefunken sviluppa il sistema microfono/amplificazione V72, e le sue evoluzioni, destinate ad essere usate nella totalità delle stazioni emittenti tedesche e buona parte di quelle europee, così come dai più importanti studi di registrazione, quali EMI, Decca, Telefunken ecc.

1955 L'azienda diventa Telefunken GmbH.

1967 Telefunken viene fusa con AEG e il nome della società è diventata AEG-Telefunken.

1970 Una pessima gestione porta l'azienda a perdere continue fette di mercato. AEG inizia ad esternalizzare interi segmenti di business e si susseguono continue riorganizzazioni.

1985 Daimler-Benz AG acquista ciò che rimane della AEG-Telefunken.

1996 Il nome Telefunken viene cancellato e tutte le attività relative ai prodotti audio cessate.

Oggi Il nome della società è stato rinnovato in Telefunken Holding AG e sono responsabili per il nome Telefunken e il suo uso in tutto il mondo.Negli Stati Uniti Telefunken USA aquista il diritto a costruire e commercializzare in tutto il mondo i microfoni originali ed alcune apparecchiature audio con il marchio Telefunken Elektroakustik.
L'azienda originale che ha contribuito a diffondere la musica in tutto il mondo non c'è più.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI

Anno di produzione: 1963

Superheterodina IF 460/10700 8 Circuiti AM 11 Circuiti FM

Gamme d'onda: LW, MW, SW, FM

Tensioni di funzionamento (CA) 110; 125; 160; 220 Volts

Altoparlanti esterni

Dimensioni (LHD): 650 x 255 x 270 mm

Peso netto: 14 Kg

8 Valvole: ECC85 ECH81 EBF89 EBC91 EM84 ECC83 2 x ECL86

Antenna rotante in ferrite per le bande AM Stadio
Decoder stereo

telefunken concertino steuergerät 2380

ALTOPARLANTI

L'accoppiamento di questo ricevitore con degli altoparlanti ad alta efficienza è perfetto.
Open Baffle, oppure JBL, Altec, Cervin Vega e Jensen.
Anche degli altoparlanti satellite con subwoofer nascosto vanno bene.
Invece il ricevitore non riesce a pilotare diffusori molto duri, come le AR3A e similari.

CONTROLLO TONI CON INDICAZIONE DEL LIVELLO

Come ogni amplificatore HI-FI all'epoca anche la Concertino 2380 è provvista di controllo dei toni bassi e dei toni acuti separati.
Una caratteristica interessante è che il controllo dei toni acuti inoltre varia la sua efficacia al variare del volume, essendo legato al circuito del loudness.

E' inoltre presente un sistema di correzione della risposta in frequenza è composto da 2 tasti che inseriscono curve di equalizzazione predefinite.
Il tasto BASS che enfatizza i toni bassi ed il tasto Jazz enfatizza le frequenze acute.

ORIENTAMENTO ANTENNA

Dentro il mobile c'è un dipolo per la ricezione della banda FM e le Onde Corte ed una antenna rotante in ferrite per la ricezione delle Onde Medie e Lunghe.
L'antennna in Ferrite può essere ruotata dall'esterno per raccogliere il massimo segnale possibile durante la ricezione delle due bande AM.
Nella foto si vede l'intero meccanismo di rotazione di tale antenna. La sensibilità con le antenne interne è molto buona.
Naturalmente in alcune condizione usando un'antenna esterna si aumenta ulteriormente la sensibilità di ricezione.

CONTROLLO SINTONIA SEPARATI TRA AM E FM

Il sistema di sintonia è interessante e diverso da quello di altri apparecchi di produzione tedesca. L'apparecchio è dotato di meccanismi di sintonia separati per le bande AM e per quella FM. Le manopole della sintonia sono due, separate ma coassiali, con su sistemi di cavi e pulegge separati a seconda della banda. Questo tipo di sintonia ha una meccanica molto robusta. Per il mantenimento è sufficiente una pulizia e lubrificazione ogni 10/15 anni.

telefunken concertino steuergerät 2380

INDICATORE DI SINTONIA

L'occhio magico ovviamente è stato sostituito.

COMANDI

telefunken concertino steuergerät 2380

In posizione verticale, l'Occhio Magico, che indica la perfetta sintonizzazione di ciascuna stazione.
Poi si trovano i comandi coassiali del Volume (con loudness incorporato) e del Bilanciamento.
Subito sotto si vede la manopola del controllo dei toni Bassi.
Partendo dall'alto troviamo poi le scale delle varie bande.

Sotto ci sono nell'ordine i tasti BASS (enfasi dei toni bassi), STEREO, AUS (spegnimento), LW (Onde Lunghe), MW(Onde Medie), KW(Onde Corte), UKW(FM), INTIM (Riduce il volume di 20 dB), JAZZ(enfasi dei toni acuti).
Vi sono infine le manopole della Sintonia AM/FM coassiali.
Subito sotto si vede la manopola del controllo dei toni Acuti.

telefunken concertino steuergerät 2380

LATO POSTERIORE

Uscita per altoparlanti esterni.
Presa per registratore (tonbandgerat).
Ingresso giradischi (tonabnehmer)
Ingressi antenna AM ed FM e presa di terra.

LE FASI DEL RESTAURO

THE USUAL AMAZING LAST IMAGE
telefunken concertino steuergerät 2380

Lascia un commento