Catégorie : <span>ready for sale – fr</span>

Korting Royal Syntektor 55W german radios - fr

Korting Royal Syntektor 55W – fr

Korting Royal Syntektor 55W

Anche questa recensione è accompagnate da una sezione di misure con grafici delle misurazioni tecniche dei parametri più importanti.
Non esiste niente di simile da nessuna parte, che io sappia. Nemmeno i produttori stessi dettagliavano a questo livello le caratteristiche tecniche dei loro apparecchi.
Questa nuova sezione è stata pensata per un confronto oggettivo dei diversi apparecchi.
Per evitare di interpretare in maniera non corretta le misurazioni è veramente molto importante, la prima volta, leggere con attenzione le avvertenze che accompagnano le misurazioni.

La Korting Royal Syntektor 55W è il modello più prestigioso prodotto in quell'anno dalla casa di Lipsia.
Avevamo già restaurato altre Korting Royal Syntektor ed eravamo rimasti tutti stupiti all'ascolto dalle insolite caratteristiche dinamiche di questo modello. La 55W non ha certamente deluso le aspettative, anzi. L'ascolto ad alto volume di questo apparecchio è estremamente gratificante e spesso sorprendente. Questa capacità dinamica è dovuta essenzialmente a due elementi tecnici, i trasduttori e una particolare circuitazione dello stadio finale.
L'altoparlante principale è un bellissimo Isophon P23/25/105, con un magnete in Alnico da 10500 Gauss ed una risposta lineare da 65Hz a 10kHz. Un altoparlante capace di sopportare grandi sollecitazioni meccaniche e fissato in un mobile molto robusto, pesante e privo di vibrazioni.
Un medio da 17 cm aggiunge brillantezza sulla gamma dei 900-12000 Hz, la gamma più importante per ricevere all'ascolto la sensazione di presenza.
Importantissimi poi sono i due grandi tweeter elettrostatici. La superficie di tali tweeter è insolitamente estesa e questo li mette particolarmente in evidenza rispetto agli elettrostatici che normalmente siamo abituati a sentire sugli apparecchi radiofonici.
Infine la circuitazione. Qui i "trucchi" sono due. Un trasformatore d'uscita sovradimensionato, per cui è difficile raggiungerne la saturazione ed un abbastanza insoliti sistema di pilotaggio dei due pentodi di potenza EL84.
Come si vede nella figura lo stadio preamplificatore è affidato ad un pentodo EF89 a pendenza variabile che pilota direttamente la griglia della prima EL84 (9). Il segnale viene poi inviato alla griglia del triodo EABC80 che lo sfasa di 180 gradi e lo invia alla seconda EL84 (10). Questo circuito permette una elevata tensione di pilotaggio delle due valvole finali che possono così esprimere tutta la loro potenza.

La sezione FM è anch'essa particolare. Lo stadio rivelatore è di tipo sincrono, circuito che permette una bassa distorsione. Inoltre è possibile selezionare due livelli di sensibilità del circuito in modo di evitare la saturazione dello stadio rivelatore.

Conclusioni: Una sola, questo apparecchio va goduto ad alto volume per sfruttarne appieno la sua generosità.

Le registrazioni effettuate con la Royal Syntektor 55W sono pensate per evidenziarne le veramente notevoli caratteristiche dinamiche. Purtroppo non è possibile dall'ascolto delle registrazioni percepire l'impatto che si riceve dell'ascolto ad alto/altissimo volume con questo apparecchio, ma solo qualcosa che si avvicina alla sua qualità.

Korting Royal Syntektor 55W

Korting Royal Syntektor 55W

Il primo brano è di Otis Redding, I've been loving you too long inciso nel 1965 ed interpretato dallo stesso. Scritto assieme a Jerry Butler il brano è ispirato realmente al difficile momento sentimentale che stava attraversando Otis. Al Festival di Monterey del 1967, i due neri che entusiasmarono furono Jimi Hendrix, che  bruciò la sua ora Stratocaster dipinta a mano alla fine del suo concerto e Otis Redding, certamente la voce più carismatica del soul. Pochi mesi dopo, assieme alla sua banda morirà precipitando nel lago Monona, in Wisconsin, con il suo bimotore Beechcraft 18. La cover di questo brano che preferisco è quella di Ike and Tina Turner.
Il secondo brano è uno dei capolavori di Cesária Évora scritto nel 2003 Isolada è il brano di ingresso dell'album "Voz d'amor" La voce calda e pulita di Cesária ci immerge immediatamente nell'atmosfera dei Cabo Verde. Nella Morna, questo genere musicale tipico di queste isole i principali strumenti musicali sono il violão e la rabeca, la chitarra ed il violino. Il ritmo è lento e la composizione tipicamente monotonale. Il principale compositore fu Eugénio de Paula Tavares. L'arcipelago, nato come base per la tratta degli schiavi tra l'Africa e le Americhe, dopo l'abolizione della schiavitù sotto l'impero portoghese, le ricorrenti siccità e la desertificazione che provocarono periodi di carestia ed epidemie spinsero i nativi ad emigrare. In questo contesto sociale è nata la Morna.
Il terzo brano ... Tosca - Vissi d'arte - Puccini- Maria Callas, nome d’arte di Anna Maria Cecilia Sophia Kalogeropoulos, statunitense di origini greche è stata certamente una grande cantante lirica ed una bravissima interprete. Il soprano ha la voce più acuta tra le voci femminili, più alta del Mezzosoprano e del ​Contralto, e deve avere una estensione di due ottave ed uno spiccato virtuosismo. Ma la Callas era un Soprano di coloratura, infatti era in grado di ricoprire anche i ruoli di mezzosoprano, soprano leggero e soprano lirico. La ricordiamo infatti ancora come "La divina".
Il quarto brano molto orecchiabile di Eros Ramazzotti è Più bella cosa. La canzone è dedicata a Michelle Hunziger che Eros conobbe in quel periodo ma è anche, e forse soprattutto, dedicata alla musica. Primo vero amore di Eros, che lui celebrerà in tante altre canzoni. Nelle parole della canzone sono evidenti infatti i riferimenti a ricordi ed emozioni (brividi) che si riferiscono ad anni passati, e non al suo recente amore con Michelle.
Il quinto brano è uno dei più famosi dei Queen, si tratta di  We will rock you. La storia di questo brano è interessante. Durante un concerto del 1977 sentirono il pubblico così coinvolto da accompagnare cantando le loro canzoni. Ebbero l'intuizione che il pubblico ammassato non aveva lo spazio per muoversi e ballare liberamente e che l'unica cosa che poteva fare era battere i piedi e le mani e cantare. Nacque così We Will Rock You, brano che parla delle tre età dell'uomo: il bambino , l'adulto ed il vecchio.

BLUETOOTH
Ricevitore Bluetooth integraton

CONTINUA >

CONNESSIONE A DISPOSITIVI DIGITALI
Ogni apparecchio viene dotato di un cavo adattatore per connettere qualsiasi dispositivo digitale.n

CONTINUA >

ELABORAZIONI TUBESOUND

Ricevitore Bluetooth integrato – Questa unità può essere equipaggiata con un ricevitore BLUETOOTH alimentato direttamente dall'apparecchio Questo rende possibile usare l'amplificatore da qualsiasi dispositivo digitale esterno, come IPAD, Smartphone, o sofisticate stazioni multimediali. Potrete ascoltare le vostre Stazioni Web o le vostre musiche preferite senza cavi in giro per la stanza. Su richiesta è possibile anche montare un Ricevitore Wireless.
Connessione Multi-Piattaforma – L'apparecchio viene fornito di un cavo di adattamento che permette di collegarlo a qualsiasi dispositivo digitale come A Iphone, Smartphone, Laptop, CD Player etc. Questo cavo speciale permette di adattare l'impedenza tra l'apparecchio ed i moderni dispositivi. Inoltre i due canali stereofonici vengono fatti confluire in un unico canale monofonico senza incrementare il carico dell'unità sorgente.

Korting_Royal_Syntektor_55WKorting_Royal_Syntektor_55W

 

LA STORIA

La Körting-Radio-Werke Oswald Ritter, fondata da Karl Oswald Max Ritter dopo aver lasciato la Dietz & Ritter GmbH nel 1940.
Inizialmente vengono prodotti ricevitori radio, trasformatori ed apparecchiature elettriche.
La vendita di ricevitori radio con marchio Körting è un grande successo per l'alta qualità dei suoi prodotti.
Dopo la seconda guerra mondiale, l'azienda forma una joint venture con Carl Zeiss. Lo smantellamento dell'azienda nel 1946 comporta una notevole diminuzione della produzione. La società viene confiscata nel 1948 e trasferita alla proprietà pubblica e viene controllata dalla VEB Radio and Telecommunications Technology.
Nel 1949 Ritter si sposta in Alta Baviera con alcuni dei suoi dipendenti. Ricevuto un prestito di 5 milioni di DM dalla Bayerische Staatsbank nel 1951 acquisisce la Belwe GmbH di Grassau , un produttore di ferri da stiro, tostapane e piccole lampade, e vi amplia la produzione includendo radio e altoparlanti, e dispositivi elettromedicali.
Le vendite di Körting sul mercato della Germania Ovest arriva in ritardo rispetto ai concorrenti e si manifestano notevoli problemi nelle vendite. La banca interna ordina a  Gerhard Böhme la ristrutturazione all'inizio del 1953. Oswald Ritter si dimise da socio nell'estate del 1953 e Böhme assunme la direzione dell'azienda.
Nel 1955 Ritter lascia completamente l'azienda e muore il 2 ottobre 1959 dopo una lunga malattia.
Viene raggiunto un accordo con la società di vendita per corrispondenza Neckermann di Francoforte, un tempo molto importante. Neckermann acquista e distribuisce tutti i televisori e gli apparecchi radiofonici Körtingcon il marchio Neckermann-Körting.
Nel 1957, Körting lancia la Dynamic 830 W come prima radio al mondo con un espansore di dinamica.
Dal 1952 al 1964 le vendite sono settuplicate. Nel 1963 e nel 1964, Körting fu costretta ad espandere notevolmente le sue capacità a causa dell'aumento delle vendite. In rapida successione furono fondate filiali a Grödig vicino a Salisburgo, Möbelwerke Wallerstein e Körting-Italiana a Pavia.
La Körting in questo periodo produce apparecchiature per Kuba-Imperial , Elac , Blaupunkt e Siemens .
Nel 1970, Körting ha firma un contratto con la società statale jugoslava Gorenje con l'obiettivo di costruire televisori a colori nella loro sede in Slovenia.
Nel 1972 Kuba cessa la produzione, nel 1978 è la volta di Elac, e soprattutto Neckermann viene rilevata da Karstadt che non continua a lavorare con Körting.
Nel 1978 Körting ha dovuto dichiarare bancarotta.
Il 1° settembre 1978 Gorenje rileva lo stabilimento principale di Grassau ma fine di marzo 1983 anche la Gorenje Körting Electronic fallisce.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI

Anno di produzione: 1954/55
Supereterodina IF: 472/10700
11 Circuiti AM - 15 Circuiti FM

Gamme d'onda: Onde Medie (OM), Onde Lunghe (OL), Onde Corte (OC), FM (UKW)

Altoparlanti:
1 woofer da 22 cm
1 largabanda da 17 cm
2 tweeter elettrostatici

Dimensioni (LHP) : 705 x 450 x 340 mm / 27.8 x 17.7 x 13.4 inch
Peso netto: 21 kg / 46 lb 4.1 oz

Valvole 11:ECC85 2xEF89 EC92 EBF80 EM85 ECH81 EABC80 2xEL84 AZ11

Korting_Royal_Syntektor_55W

CARATTERISTICHE TECNICHE MISURATE

IMPORTANTE PREMESSA
(da leggere con attenzione almeno la prima volta)

  1. Le misure che seguono sono state eseguite allo scopo di confrontare, dal punto di vista elettrico, gli apparecchi che via via verranno recensiti in questo sito. Non è possibile fare un confronto con le misurazioni effettuate da altri laboratori su altri apparecchi. La strumentazione e le condizioni di misura sono probabilmente molto diversi.
  2. La strumentazione impiegata per le misurazione è obsoleta e non professionale. Riteniamo non sia necessaria una strumentazione più precisa a causa delle tolleranze del sistema uditivo umano. Distinguere una distorsione dell'1% da una del 1,1% o 1,001% ha senso solo dal punto di vista elettrico. Probabilmente nessuno ad orecchio può sentire la differenza. Solo un bambino e pochissimi fortunati possono percepire la differenza tra una curva di risposta lineare fino a 16 KHz ed una fino a 20 kHz.
  3. La percezione del suono dipende da molti fattori, l'età dell'ascoltatore, l'ambiente di ascolto, quanto si presta quel genere musicale ad essere riprodotto, le aspettative dell'ascoltatore, la sua abitudine all'ascolto, la sua conoscenza e molti altri fattori, oltre naturalmente alla qualità della catena di riproduzione. Non c'è quindi una relazione diretta ed univoca tra i risultati delle misure effettuate e la piacevolezza d'ascolto di un determinato apparecchio.

Korting_Royal_Syntektor_55W

BANDA PASSANTE

Normalmente la misurazione della banda passante viene fatta su carico resistivo. Non si tiene conto quindi delle deformazioni derivanti dal carico induttivo degli altoparlanti e dell'effetto della risonanza meccanica degli stessi sul circuito di controreazione. Tali effetti non sono affatto trascurabili, infatti le misure effettuate su carico puramente resistivo sono sempre molto lineari, peccato che non corrispondano esattamente alla reale risposta in frequenza.

Questa curva di risposta invece è stata rilevata su carico induttivo, cioè con i propri altoparlanti.
Le misure di risposta in frequenza sono state fatte con Generatore sinusoidale e misuratore di livello Wandel & Goltermann WM-20
L'effettiva risposta in frequenza è visibile sullo schermo del vobulatore.

Korting_Royal_Syntektor_55W

POTENZA RMS

Consideriamo come Potenza Massima il quadrato della minore tra le tensioni RMS misurate alle tre frequenze campione diviso la resistenza di carico.
Le condizioni di misura sono le seguenti:
- frequenze campione, 100, 1000, 10.000 Hz
- carico resistivo di 8 ohm
- distorsione minore o uguale a 1%.
Lo strumento di misura fornisce direttamente il valore RMS.

La potenza RMS misurata è di 7,4 W

Korting Royal Syntektor 55W

Korting Royal Syntektor 55W

Misura IM% a 1000 Hz

Korting Royal Syntektor 55W

 

DISTORSIONE DI INTERMODULAZIONE %

La Distorsione di Intermodulazione è stata misurata con lo standard SMPTE e potenza di erogazione misurata di 1W RMS.
Le due misure sono state eseguite modulando l'onda sinusoidale base di 50 Hz con una sinusoide frequenza di 1080 Hz e poi con una sinusoide a 10400 Hz, con una ampiezza in rapporto di 1/4 rispetto alla sinusoide di base.
La tensione di uscita è stata mantenuta intorno ai 2,83V su un carico di 8 ohm.

La Distorsione di Intermodulazione (IM%) misurata è di 0,14%

 

Korting Royal Syntektor 55W

Korting Royal Syntektor 55W

Korting Royal Syntektor 55W

ALTOPARLANTI

Gli altoparlanti di questa radio sono una delle caratteristiche più interessanti e peculiari di questo apparecchio.

Il più grande dei due, l'Isophon P23/25/105, misura 22 cm circa di diametro ed è di tipo magnetodinamico, con un potente magnete da 10.500 gauss ed una risposta in frequenza che si estende da 65 a 10.000 Hz entro +/-3 dB.
A questo altoparlante viene inviata tutta la gamma di frequenza ed il taglio della parte alta avviene meccanicamente.
I bassi sono estremamente pronti e veramente potenti. Come anticipato all'inizio la potenza e la dinamica sono le caratteristiche che colpiscono di più in questo apparecchio.

Il secondo altoparlante è un largabanda di 17 cm di diametro, con una inclinazione media del cono, molto veloce, la cui risposta, ad orecchio, si estende molto in alto, ed è di grande aiuto per la brillante riproduzione della gamma media.
E' collegato ad una presa intermedia del trasformatore d'uscita, è quest'ultimo quindi che fa da filtro e da riduttore della potenza disponibile ai capi dell'altoparlante.

Infine gli ottimi tweeter elettrostatici, molto grandi e quindi molto efficienti e dalla superficie frontale convessa che permette loro un aumento dell'area di diffusione.
Un set di altoparlanti veramente ben studiato ed implementato senza riguardo ai costi.

CONTROLLO TONI CON INDICAZIONE DEL LIVELLO

Il sistema di controllo dei toni è molto efficiente. Sopra le grandi manopole dei controlli di tono troviamo una banda che si illumina progressivamente indicando l'enfasi data alla banda su cui agisce.

BASS MAX

Korting Royal Syntektor 55W

BASS FLAT

Korting Royal Syntektor 55W

BASS MIN

Korting Royal Syntektor 55W

TREBLE MIN

Korting Royal Syntektor 55W

TREBLE FLAT

Korting Royal Syntektor 55W

TREBLE MAX

Korting Royal Syntektor 55W

 

Korting Royal Syntektor 55W

ORIENTAMENTO ANTENNA

Antenna in ferrite rotante con finestra che ne indica la posizione.

L'antenna in ferrite si ruota con la manopola grande dietro alla manopola del volume,

All'interno del mobile è presente un dipolo per la ricezione FM ed una antenna in ferrite orientabile per la ricezione AM.

La sensibilità in ricezione con le antenne interne è molto buona.

Korting Royal Syntektor 55W

Korting Royal Syntektor 55W

INDICATORE DI SINTONIA

 

 

L'occhio magico ovviamente è stato sostituito.

COMANDI

Korting Royal Syntektor 55W 

1 - Comando del volume (con loudness incorporato)
2 - Comando di rotazione dell'antenna in ferrite.
3 - Indicatore posizione antenna in ferrite
4 - Indicatore della posizione del controllo dei bassi
5 - La manopola del controllo dei bassi
6 - Commutatore sensibilità bande AM

7 - Tastiera

AUS - Spegnimento
TA - Ingresso ausiliario
L - Onde Lunghe
M Normal - Onde Medie/Antenna esterna
M Ferrit - Onde Medie/Antenna interna
KI - Onde Corte 1
KII - Onde Corte 2
UK - FM

8 - Scala parlante
9 - Manopola sintonia FM
10 - Manopola sintonia AM
11 - Indicatore della posizione del controllo dei toni acuti
12 - La manopola del controllo degli acuti.
13 - Commutatore sensibilità FM

Korting Royal Syntektor 55W

LATO POSTERIORE

Uscita per altoparlanti esterni.
Ingresso giradischi
Ingressi antenna AM ed FM e presa di terra.

LE FASI DEL RESTAURO

LA CONSUETA BELLISSIMA NOTTURNA FINALE
Korting Royal Syntektor 55W
Brionvega Totem RR130 brionvega - fr

Brionvega Totem RR130 – fr

Brionvega Totem RR130

BRIONVEGA RR130 - TOTEM

Brionvega est bien sur la marque italienne d’appareils électroniques qui a laissé sa marque dans l’histoire du design mondiale.
Nous présentons dans cette page un des appareils le plus beau de Brionvega, le Totem RR130.
Il a été projété par l’architecte et design MARIO BELLINI en 1970.

Huit fois Boussole d’or, Bellini compte parmi ses réalisations, les plus fameuses du monde, le Centre

d’Exposition et de Congrès de Villa Erba à Cernobbio, le Tokyo Design Centre au Japon, L’Amérique Headquarters de Natuzzi aux Etats Unis, la Galérie Nationale de Victoria à Melbourne, les Headquarters de la Deutsche Bank Frankfort, le Departiment des Arts Islamiques au Louvre de Paris, le nouveau Centre Congrès à Milan.

Le Brionvega Totem, avec les autres oeuvres de Bellini, est exposé au MOMA de New York. Il est visible dans la page du musée .
Quand il est fermé, il parait comme un cube lisse de 51 cm sur le coté.
En l’ouvrant on découvre le tourne-disque, la consolle des commandes et deux haut-parleurs réglables ou séparés de la base.
Le tourne-disque est un très beau DUAL 1257 doué d’une petite platine magnétique DUALDN145E. Plus tard  on va analyser  le tourne-disque et la platine en détail.
La consolle des commandes comprend un amplificateur stéréophonique de 22W, un tuner AM/FM à quatre bandes et un recepteur pour la radio.

Le Totem est un projet plus vieu que celui du fameux Radiophone RR126. Les deux appareils ont en commun plusieurs circuits, mais dans le Totem il sont été realisés avec des améliorations et des mises à jour.

La qualité acoustique est intéressante. Si on laisse les haut-parleurs dans leur soutien tournant, la distance entre eux assure suffisamment un effet stéréo discret, meme si on obtient le meilleur resultat après les avoir extrait  de leur soutien et après les avoir éloignés de 1,5 mètres.
Leur  puissance est plus que suffisante pour sonoriser des environnements de dimensions moyennes.
La caratctéristique la plus intéressante, plus que celle de la réponse en fréquence qui est de toute façon assez linéaire, est le genre de musicalité que l’appareil est à mesure d’exprimer. Son son, en effet, est chaud et velouté, il a tendance à s’approcher à un son tube. Ce résultat est du grace au type de circuit à faible taux de contreréaction et aussi à l’usage de composants discrets, en opposition totale aux projets de derivation japonaise  qui étaient à la mode dans les années ’70.

Une musicalité avec ces caractéristiques, un design genial, une personnalité forte tout cela a décrété un remarquable succès commercial.

Dans nos restaurations nous proposons une petite modification aux diffuseurs puisque on les a doués d’un tweeter plus brillant, qui avec l’insertion d’un circuit Bluetooth 5.1 ou avec celle d’une logique sans fils, permet d’écouter une musique liquid ou provenant de n’importe quelle webstation du monde entier avec un niveau de plaisir très satisfaisant.
Son esthétique reste absolument inchangée mais c’est le son qui change sensiblement puisqu’il devient plus précis et sans bruits.

Quand les appareils nous arrivent, ils sont Presque tous tachés, jaunies et avec les bords endommagés.
Pour cette raison nous nous sommes équipés pour une double peinture (blanche et anthracite) et pour la sérigraphie  de tous les écrits devant et dos.

Ces incroyables restaurations sont documentées avec des photos au bas de la page dans la section dédiée.

 

BRIONVEGA RR130

Brionvega Totem RR130

 

BLUETOOTH

Récepteur Bluetooth integré

CLIQUEZ ICI >

PLATE-FORME MULTICONNECTING

Chaque radio est équipé avec un cable special qui permet le lien avec toute source numérique.

CLIQUEZ ICI >

TRAITEMENTS TUBESOUND

- Récepteur Bluetooh intégré – Cette unité peut etre équipée avec un récepteur BLUETOOH que l’appareil alimente directement. Cela nous permet d’ultiliser l’amplificateur de toutes sources numériques externes, comme tablette,Smartphone, ou d’autres stations multimédia sophistiquées. Vous pourrez écouter vos stations Web ou vos musiques préférées sans avoir des cables dans la chambre. Sur demande il est possible de monter aussi un récepteur Wireless.

Connection Multiplate-forme – Vous trouverez un cable adapteur qui vous permettra de le relier à toutes sources numériques comme A Iphone, Smartphone,Laptop,CD player etc. Ce cable special vous permet d’adapter l’impédance entre l’appareil et les dispositifs modernes. En outre les deux chaines stéreo se rencontrent dans une seule chaine monophonique sans augmenter la charge de l’unité souce.

Brionvega

 

Brionvega

 

L’HISTOIRE

En 1945 à Milan Giuseppe Brion et l’ingénieur Leone Pajetta fondent la B.P.M. (Brion Pajetta Milano), entreprise de production de composants électroniques.
Au début des années ’50 la société se spécialise dans la production des appareils radio et elle devient Vega B.P. Radio.
Au début des années ’60 elle se spécialise dans la production de télévisions et elle devient Radio Vega Television.
En 1963, l’entreprise prend le nom définitif de Brionvega.
Brionvega a toujours profité des designers mondialement connus et elle a produit des objets qui aujourd’hui sont exposés dans les musées internationaux les plus fameux.
Parmi les premiers designers il y a Zanuso et Sapper, qui ont projété en 1964 la télévision portable Algon 11 (photo en bas à gauche) et la radio TS 502, le “Cube” (photo en bas à droit).
En 1965 les frères Castiglioni (photo en haut à gauche) signent aussi le radioprogramme stereo RR126.
En 1970 le designer Mario Bellini dessine les formes du système stéréophonique Totem (photo en haut à droit).
En 1992 la famille Brion vend son entreprise à Seleco.
En 1997 la Seleco échoue et Brionvega ,comme controlée, suit le meme destin.
En 2004 SIM2 Multimedia a acquis l’unité opérationnelle de Brionvega dédiée à la production audio.
En 2010 SIM2 Multimédia achète aussi le secteur tv de la marque italienne historique.

Brionvega Totem RR130

Brionvega

 

CARACTÉRISTIQUES PRINCIPALES

Année de production: 1970

Gammes d'ondes:
GO (LW), PO (MW), OC (KW), FM (UKW)

Tension de fonctionnement (CA): 110; 125; 160; 220 Volt

6 Haut-Parleurs

Dimensions (LHP) : 510 x 510 x 510 mm / 20.1 x 20.1 x 20.1 inch (fermé)
Poids: 34 kg

26 Transistor:

Brionvega Totem RR130

TOURNE-DISQUE

Le tourne- disque adopté dans le TOTEM est le DUAL 1257.
Il s’agit d’un excellent sémi-authomatique équipé avec un moteur DUAL à 16 poles, avec transmission à courroie et un plateau tournant très lourd afin d’avoir une excellente stabilité de rotation, en effet Wow et Flutter restent entre un éxigu 0,05%.
La transmission à courroie et le sectionnement de tous les mécanismes pendant la marche normale permettent d’atteindre un rapport signal/bruit de 68Db.
Le 1257 est doué de stroboscope et de réglage fin du nombre de tours. Il est doué aussi de réglage micromètre du poids du soutien de la platine et de réglages séparés de l’Antiskating pour platines à cone ou elliptiques.

La platine magnétique est une DUAL DN145E.
Il s’agit d’une platine avec une petite aiguille diamant coupure elliptique construite par ORTOFON.
On declare une réponse en fréquence de 10 Hz à 28.000Hz avec un niveau de sortie de 4,0Mv.
Les dimensions du stylet elliptique sont de 6x18pm.
Le constructeur recommande de regler son poids à 1,5 grammes.
La résistence de charge est de 47 kOhm.

Brionvega Totem RR130 Brionvega Totem RR130

CONTROLES DE VOLUME

Le Totem RR130 est douée de deux controles de volume séparés.
- Le premier (LOUDNESS) varie le niveau en changeant authomatiquement la courbe de la réponse en fréquence selon un critère physiologique (à faible volume les Bas et les Aigues sont exaltés).
- Le deuxième (VOLUME) varie le niveau en laissant invarié la courbe de la réponse en fréquence.
Les deux commandes augmentent le niveau global de sortie.

Ecoute à FAIBLE NIVEAU: tournez au maximum le bouton du VOLUME et agissez exclusivement sur le bouton LOUDNESS pour obtenir le niveau désiré.
Ecoute à MOYEN NIVEAU: tournez le bouton du volume à mi-chemin et agissez sur le bouton LOUDNESS pour obtenir le niveau désiré.
Ecoute à HAUT NIVEAU: agissez sur les deux boutons VOLUME et LOUDNESS pour obtenir le niveau désiré.

Brionvega Totem RR130

LES COMMANDES

En partant de la gauche, en haut on trouve les deux instruments qui indiquent respectivement:
- le niveau du signal FM
-balancement sonore parfait de la station radio.
On trouve après les boutons du controle physiologique du volume. Equilibrage, hauts, bas.
En bas on voit le bouton du réglage AM qui agit sur l’indicateur des trios échelles en bas SW, MW, LW.
Et encore à droit le bouton du réglage FM qui agit sur l’indicateur de l’échelle en haut, FM.

Brionvega Totem RR130

Dans la rangée inférieure du panneau on trouve une série de clés qui ont les fonctions suivantes:
ON/OFF - Allumer/éteindre
AFC - Controle authomatique de fréquence en FM
PHONO - Tourne-disque
TAPE - Enregistreur externe
FD - Filodiffusione
LW - Longues Ondes
MW - Moyennes Ondes
SW - Petites Ondes
FM - Modulation de fréquence.
Enfin on trouve six touches numerotées d’1 à 6 avec lesquelles il est possible de choisir le Filodiffusione.

ALTOPARLANTI

Chaque diffuseur est doué de trois haut-parleurs à cone, un Woofer, un Midrange et un Tweeter.

Drole le système de connection électrique entre diffuseur et haut-parleur, on l’obtient simplement en insérant le diffuseur dans le tube du support approprié, doué de contacts glissants.

Le Woofer et le Midi sont assez adéquats aux caractéristiques de l’amplificateur.
Le Tweeter est un peu soyeux, doux, il manqué un peu de transparence dans les fréquences les plus élevées.
Cette caractéristique était non pertinente dans la reproduction radio, si on utilise par contre le TOTEM pour écouter de la musique liquid ou provenant de sources mumériques différentes, on préfère substituer le tweeter avec un plus moderne et brillant.
Meme la production de vinyles a des avantages considérables.
Bien sur nos restaurations laissent complètement inchangé l’esthétique à l’externe.

Brionvega Totem RR130

LE COTÉ ARRIÈRE

Sortie pour les haut-parleurs externes.

Entrée pour Pick-Up

Entrée pour magnétophone à bande

Entrées d'antenne AM et FM et connexion à la terre.

Fusibles d'alimentation et de haut-parleur.

ÉTAPES DE LA RESTAURATION

COMME D’HABITUDE L'IMAGE FINALE NOCTURNE.
Brionvega Totem RR130