Categoria: <span>ready for sale – it</span>

Philips Saturn 851 Stereo german radios - it

PHILIPS SATURN STEREO 851 – it

PHILIPS SATURN STEREO 851 - it

Philips Saturn 851 Stereo

Anno: 1966/1967
Valvole ECC85 ECH81 EAF801 EF184 EM87 EM87 ECC808 ECC808 ECC83 ELL80 ELL80
Semiconduttori 4× AF126
Principio generale Supereterodina (in generale); ZF/IF 460/10700 kHz
N. di circuiti accordati 6 Circuiti Mod. Amp. (AM) 12 Circuiti Mod. Freq. (FM)
Gamme d'onda Onde medie (OM), lunghe (OL), corte (OC) e MF (FM).
Tensioni di funzionamento Alimentazione a corrente alternata (CA) / 110-125; 220 Volt
Altoparlante 2 altoparlanti / Ø 21 cm = 8.3 inch
Dimensioni (LxAxP) 730 x 240 x 250 mm / 28.7 x 9.4 x 9.8 inch
Stereo-Decoder
Potenza d'uscita 2 x 9 W
Peso netto 10.5 kg / 23 lb 2 oz (23.128 lb)

Nordmende Tannhauser 59 german radios - it

Nordmende Tannhauser 59 – it

NORDMENDE TANNHÄUSER 59

Nordmende Tannhäuser 59

Tannhäuser, nato in una famiglia di cavalieri di Salisburgo, partecipò forse alla sesta crociata del 1228 e fece quindi una vita errante come poeta e cantore. Frequentò la corte di Vienna del duca Federico II.
Secondo una leggenda, nella sua vita Tannhäuser trova il Venusburg (monte di Venere), il regno sotterraneo di Venere, e vive con lei per un anno. Lascia quindi la dea pieno di rimorsi, e intraprende un viaggio fino a Roma, per chiedere perdono al Papa Urbano IV. Il papa gli ricorda che tale peccato porta alla dannazione eterna, e gli promette perdono solo in caso di miracolo: la comparsa di fiori nel suo bastone. Tre giorni dopo Tannhäuser torna a Vienna ed il bastone fiorisce.

La leggenda è stata quindi messa in musica da Richard Wagner con il suo Tannhäuser.

La Nordmende, ai tempi del suo massimo splendore e sviluppo tecnologico volle chiamare Tannhäuser il suo apparecchio più bello mai prodotto.
Un apparecchio studiato per rappresentare il massimo della perfezione tecnica del tempo e costruito con cura maniacale.
Lo stadio finale è composto da una coppia di EL84 in Push-Pull. L'inversione di fase veien effettuata con una sezione del doppio triodo ECC82 in configurazione Cathodyne. Questo tipo di invertitore ha il vantaggio di poter essere collegato direttamente allo stadio precedente.
Tale stadio è costituito dalla sezione rimanente del doppio triodo ECC82 che provvede ad amplificare il segnale dopo l'attenuazione derivante dal circuito del controllo di toni.
Il triodo contenuto nella valvola multifunzione EABC80 costituisce il preamplificatore di ingresso e riceve il segnale da un potenziometro logaritmico con 3 prese intermedie per un complesso ed accuratissimo circuito di controllo fisiologico di volume.

La sezione radio è di altrettanta elevata qualità. E' presente uno stadio di Media Frequenza supplementare allo scopo di aumentare la selettività.
Questo permette una ricezione delle trasmissioni, particolarmente in Modulazione di Frequenza, particolarmente stabile ed esente da disturbi.

Il complesso di altoparlanti è poi veramente imponente. Tutti gli altoparlanti sono di costruzione Isophon.
La riproduzione delle basse e medie frequenze è assicurata da un grande woofer ellittico P 2031/19/105  che misura 31 cm di lunghezza e 20 di altezza.
Agli acuti sono dedicati invece ben 5 altoparlanti costruiti con 3 tecnologie diverse.
Frontalmente abbiamo il medio a cono da 13 cm per una riproduzione morbida e perfettamente integrata con quella  del woofer.
Su ciascun lato è stato posto il famoso tweeter a cono HM 10/12/70 ed un tweeter elettrostatico ST HB7.

Come scrisse Baudelaire il Tannhäuser rappresenta la lotta dei due princìpi che hanno scelto il cuore umano come principale campo di battaglia, ossia la carne contro lo spirito.
La Nordmende rese onore a questa grande opera realizzando il suo prodotto migliore.

Nordmende Tannhauser 59

BLUETOOTH

Ricevitore Bluetooth integrato

CONTINUA >

PIATTAFORMA MULTICONNESSIONE

Ogni radio viene equipaggiata con uno speciale cavo che permette la connessione con qualsiasi sorgente digitale.

READ MORE >

ELABORAZIONI TUBESOUND

- Ricevitore Bluetooth integrato - Questa unità può essere equipaggiata con un ricevitore BLUETOOTH alimentato direttamente dall'apparecchio Questo rende possibile usare l'amplificatore da qualsiasi dispositivo digitale esterno, come IPAD, Smartphone, o sofisticate stazioni multimediali. Potrete ascoltare le vostre Stazioni Web o le vostre musiche preferite senza cavi in giro per la stanza. Su richiesta è possibile anche montare un Ricevitore Wireless.
- Piattaforma Multi Connessione - L'apparecchio viene fornito di un cavo di adattamento che permette di collegarlo a qualsiasi dispositivo digitale come A Iphone, Smartphone, Laptop, CD Player etc. Questo cavo speciale permette di adattare l'impedenza tra l'apparecchio ed i moderni dispositivi. Inoltre i due canali stereofonici vengono fatti confluire in un unico canale monofonico senza incrementare il carico dell'unità sorgente.

Nordmende Tannhauser 58

LA STORIA

Nel 1923 Otto Hermann Mende fonda a Dresda la Radio H. Mende & Co. Dopo i bombardamenti della fabbrica nel 1945, Martin Mende (figlio del fondatore) crea una nuova società a Brema la North German Mende Broadcast GmbH . Il cui nome viene successivamente cambiato in NORDMENDE.
Negli anni 50 e 60 diventata uno dei produttori tedeschi di radio e TV di maggior prestigio della radio.

Negli anni 70 i televisioni NORDMENDE diventano famosi per i loro telai a schede e per il test rigorosi e controllo di qualità dei prodotti finiti. Ma i costi elevati di tanta qualità si rivelano uno svantaggio competitivo quando il prezzo di televisori a colori ha cominciato a scendere.

Nel 1977 una partecipazione di maggioranza viene venduta ai francesi di Thomson. L'anno seguente, la famiglia vende le azioni rimanenti. Nel 1980, le fabbriche di Brema viene chiusa, NORDMENDE diventando puramente un marchio di proprietà Thomson.

Fonte - Wikipedia

 

 

Grazie a Dan Ludington per la foto.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI

Anno di produzione: 1957/58

Supereterodina IF 460/10700
10 Circuiti AM
13 Circuiti FM
Gamme d'onda: Onde Medie (OM), Onde Lunghe (OL), Onde Corte (OC), FM (UKW)

Altoparlanti:
1 woofer
3 tweeter a cono
2 tweeter elettrostatici

Dimensioni (LAP): 700 x 420 x 290 mm / 27.6 x 16.5 x 11.4 inch
Peso netto: 16.3 kg / 35 lb 14.4 oz
9 Valvole: ECC85 ECH81 EF89 EF89 EM34 or EM35 EABC80 ECC82 EL84 EL84

Antenna rotante in ferrite.

Nordmende Tannhauser 59

Nordmende Tannhauser 59

BANDBREITE SCHALTBAR

L'apparecchio è stato dotato di un sistema di correzione della risposta in frequenza indipendente dai controlli di tono.
E' composto da 6 tasti che inseriscono curve di equalizzazione predefinite operanti sul circuito di controreazione (non sono filtri passivi).

Il tasto Bass enfatizza i toni bassi.
Il tasto Sprache enfatizza i toni medi per un ascolto più pulito di trasmissioni parlate.
Il tasto Expander (quello grande centrale) inserisce una curva di controreazione che favorisce leggermente i toni medio bassi aumentando il senso di spazialità.
Il tasto Solo accentua leggermente i toni medi per favorire l'ascolto di strumenti singoli.
Il tasto Jazz enfatizza molto i toni bassi ed alti per favorire l'ascolto di questo genere musicale.

CONTROLLI DI TONO CON INDICAZIONE DEL LIVELLO

Il sistema di controllo dei toni è molto efficiente. Sopra le grandi manopole dei controlli di tono, separate per alti e bassi, troviamo due finestrelle separate che si illumina progressivamente di bianco indicando l'enfasi data alla banda su cui agiscono.
La manopola del controllo degli acuti è collegata alla ferrite nei trasformatori MF e ne fa variare la pendenza della campana del trasformatore stesso. In tal modo, quando si è nelle bande AM, si accentuano ulteriormente i toni acuti già prima dell'arrivo nello stadio amplificatore BF.

Nordmende Tannhauser 58

Bassi al massimo

Nordmende Tannhauser 58

Bassi flat

Nordmende Tannhauser 58

Bassi al minimo

Nordmende Tannhauser 58

Acuti al minimo

Nordmende Tannhauser 58

Acuti flat

Nordmende Tannhauser 58

Acuti al massimo

Nordmende Tannhauser 58

ANTENNE

All'interno del mobile è presente un dipolo per la ricezione FM ed una antenna in ferrite rotante per la ricezione AM.
La sensibilità in ricezione con le antenne interne è molto buona.
Usando un'antenna esterna la sensibilità migliora ulteriormente.

L'antenna in ferrite può essere ruotata dall'esterno per ottenere una perfetta sintonizzazione dell'apparecchio in AM.
E' visibile nella foto il meccanismo di rotazione e l'indicatore di posizione dell'antenna.

CONTROLLO SINTONIA SEPARATI TRA AM E FM

Il sistema di sintonia è un'altro gioiello.
L'apparecchio è dotato di meccanismi di sintonia separati per le bande AM e per quella di ciascuna delle due bande FM.
La manopola della sintonia è una sola ma un selettore commuta su sistemi di cavi di acciaio e pulegge separati a seconda della banda.

Il movimento è trasferito a ciuscuno dei due meccanismi con un sistema di pulegge a frizione separate.

 

INDICATORE DI SINTONIA

Nordmende Tannhauser 59

L'indicatore di sintonia è stato sostituito con uno nuovo.

Nordmende Tannhauser 59

ALTOPARLANTI

Gli altoparlanti sono 5.

Anteriormente troviamo il più grande larga banda ellittico costruito dalla Isophon  molto efficiente e lineare.
Ancora anteriormente troviamo un midrange a cono anch'esso Isophon.

Ai lati per ottenere l'effetto 3D troviamo 2 tweeter a cono e 2 SuperTweeter elettrostatici.

La resa acustica è veramente generosa.

Nessuna radio che io conosca ha la stessa dotazione di altoparlanti.

COMANDI

Nordmende Tannhauser 59

Sopra la scala, nel pannello altoparlanti troviamo la serie dei tasti del Bandbreite Schltbar illustrata in precedenza. 
Scendendo sulla scala parlante, si trova prima di tutto l'occhio magico che indica la perfetta sintonizzazione di ciascuna stazione.
Sotto si trova il comando del volume (con loudness incorporato).
Tirando la manopola del volume si inserisce il circuito che aumenta la selettività nelle bande AM.
Partendo dall'alto sono indicate poi la scala AM per le Onde Lunghe, Medie e Corte, sotto troviamo la scala FM.
Proseguendo verso destra  si vede l'indicatore della posizione dell'antenna in ferrite.
Vi è infine la manopola della sintonia, il cui movimento è molto piacevole essendo supportata da un grosso volano.
Coassiale alla manopola di sintonia c'è la manopola per ruotare l'antenna in ferrite.
Sotto da sinistra troviamo la manopola del controllo degli acuti immersa in un piacevole alloggiamento di bachelite con effetto avorio.

Nell'ordine troviamo poi i tasti:
AUS - Spegnimento
TA - Giradischi
TONBAND - Registratore
L - Onde Lunghe
Peil-Ant - Antenna in ferrite per OL e OM
M - Onde Medie
K - Onde Corte
UKW - FM
Alla destra si vede il controllo dei bassi.
Sopra i controlli di tono i rispettivi indicatori dell'enfasi dei controlli stessi.

LATO POSTERIORE

Ingressi antenna AM ed FM e presa di terra.

Presa per registratore.

Ingresso giradischi.

Uscita per altoparlanti esterni.

LA CONSUETA BELLISSIMA NOTTURNA FINALE
Nordmende Tannhauser 59
Philips Saturn 653/4E/3D german radios - it

Philips Saturn 653/4E/3D – it

.
PHILIPS SATURN 653/4E/3D

PHILIPS SATURN 653/4E/3D

La Philips Saturn 653/4E/3D è il secondo modello più importante della casa nel 1955, e nelle intenzioni del costruttore aspira ad essere uno dei modelli più apprezzati di tutta la produzione tedesca per l’innovativa tecnologia usata.

In effetti l’apparecchio è dotato di alcune particolarità che lo rendono veramente unico nel panorama della produzione tedesca, e mondiale, dell’epoca.
In sintesi  queste sono:

- 4 valvole finali (2xEL84 e 2xUL41)
- Amplificatori separati per gli alti e per i bassi
- Accoppiamento senza trasformatore d’uscita (OTL)
- Elevato smorzamento con circuito di controreazione
- Quattro altoparlanti al alta impedenza

La Philips Saturn 653/4E/3D ha dimensioni in linea con i modelli top, ma le cornici ed i fregi e la lavorazione della tela del pannello altoparlanti snelliscono  notevolmente il mobile, rendendolo molto aggraziato e gradevole  alla vista in qualsiasi contesto di arredo.
I bassi sono veramente molto profondi. Questo deriva dagli amplificatori OTL separati  e dal grande woofer  da 21 cm di diametro.
Esattamente come per il modello Capella 753/4E/3Do consiglio l’ascolto con il mid-tweeter  frontale inserito perché questo riuscitissimo altoparlante da 17 cm di diametro rende la gamma media  e ed acuta molto presente e molto realistica, soprattutto nell’ascolto frontale.

Le sezioni di Alta e Media frequenza
Il gruppo FM è del tipo a permeabilità variabile. Ha una elevata amplificazione e stabilità.
Essendo dotato di soppressore di rumore automatico in presenza di segnali sotto 1,7 uV  l’uscita viene silenziata per evitare di udire fruscii e disturbi durante la ricerca delle stazioni.
Il circuito di deenfasi è settato su 50 uS, valido in tutto il mondo tranne che per gli USA ed in Corea del Sud. In tali nazioni  il filtro va portato a 75 uS.
La sezione AM è dotata di antenna rotante per le bande OM e OL. L’antenna è controllabile da una manopola sul frontale.
Le sezioni di media frequenza sono composte da tre filtri separati per AM e per FM. Il primo di questi filtri è regolabile. Il secondo è il filtro amplificatore ed il terzo filtro aumenta ulteriormente la selettività dell’apparecchio.

Tutte le soluzioni elencate si traducono in una bassa distorsione, in un aumento di potenza, ed in una notevole piacevolezza di utilizzo.
Questa è la Philips Saturn 653/4E/3D

Philips Saturn 653/4E/3D
Philips Saturn 653/4E/3D

BLUETOOTH
Ricevitore Bluetooth integrato

CONTINUA >

PIATTAFORMA MULTICONNESSIONE
Ogni radio viene equipaggiata con uno speciale cavo che permette la connessione con qualsiasi sorgente digitale.

READ MORE >

ELABORAZIONI TUBESOUND

- Ricevitore Bluetooth integrato - Questa unità può essere equipaggiata con un ricevitore BLUETOOTH alimentato direttamente dall'apparecchio Questo rende possibile usare l'amplificatore da qualsiasi dispositivo digitale esterno, come IPAD, Smartphone, o sofisticate stazioni multimediali. Potrete ascoltare le vostre Stazioni Web o le vostre musiche preferite senza cavi in giro per la stanza. Su richiesta è possibile anche montare un Ricevitore Wireless.
- Piattaforma Multi Connessione - L'apparecchio viene fornito di un cavo di adattamento che permette di collegarlo a qualsiasi dispositivo digitale come A Iphone, Smartphone, Laptop, CD Player etc. Questo cavo speciale permette di adattare l'impedenza tra l'apparecchio ed i moderni dispositivi. Inoltre i due canali stereofonici vengono fatti confluire in un unico canale monofonico senza incrementare il carico dell'unità sorgente.

LA STORIA

Nel 1891 i fratelli Gerard e Anton Philips danno avvio a Eindhoven alla produzione delle prime lampadine a incandescenza.
Successivamente si specializzò nella produzione di apparecchi elettromedicali, e nel 1918 presentò il primo tubo a raggi X.
Negli anni successivi Philips iniziò a specializzarsi nel settore della  radiodiffusione, e nel 1932 riuscì a vendere oltre un milione di apparecchi radio, e divenire il primo produttore mondiale.
Durante la Seconda Guerra Mondiale, l'azienda venne trasferita nelle Antille Olandesi, per poi ritornare in Olanda a fine conflitto.
Nel 1958 Philips fu l’unica multinazionale ad avere un padiglione dedicato all'Expo nel 1958 conosciuto come Le Poème Electronique.
Nel secondo dopoguerra iniziò la produzione dei primi televisori, il lancio delle musicassette del 1963, e la produzione del primo circuito integrato nel 1965.
Nel 1982 ha lanciato, insieme alla Sony il primo lettore di Compact disc.
Nel 1984 acquisisce il controllo della tedesca Grundig.
Negli anni novanta la Philips affronta una crisi finanziaria e di fatturato.
Nel 1991 immette sul mercato il Video CD, ed è tra le prime nel mondo a sviluppare la televisione ad alta definizione.
Nel 1999 Philips crea una joint venture con la LG Electronics denominata LG Display, che si conclude nel 2009.
Nel 2006 insieme alla Sony lancia sul mercato il primo Blu-ray.
Nel 2009 Philips lancia il primo televisore LCD Full HD in formato 21:9.
Philips detiene 48 000 brevetti registrati.
Attualmente la produzione si concentra nei prodotti di illuminazione a basso consumo energetico e LED, sistemi e servizi di diagnostica e produzione di apparecchi medicali.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI

Anno di produzione: 1955
Supereterodina IF 460/10700
8 Circuiti AM
11 Circuiti FM
Gamme d'onda: Onde Medie (OM), Onde Lunghe (OL), Onde Corte (OC), FM (UKW)
Altoparlanti:
1 sub-woofer
1 mid-woofer
2 mid-tweeter ellittici doppio cono
Dimensioni (LAP): 680 x 415 x 265 mm / 26.8 x 16.3 x 10.4 inch
Peso netto: 13.4 kg / 29 lb 8.2 oz
10 Valvole: ECC85 ECH81 EF89 EBF80 EM80 EABC80 UL41 UL41 EL84 EL84

Antenna rotante in ferrite.

Stadio finale ad ACCOPPIAMENTO DIRETTO, senza trasformatore d'uscita

Philips Saturn 653/4E/3D

Philips Capella 753/4E/3D
Philips Capella 753/4E/3D

STADI AMPLIFICATORI A BASSA FREQUENZA

Il preamplificatore è composto di due stadi. All’ingresso il potenziometro di volume è dotato di tre prese per la correzione fisiologica (loudness). Sono visibili nel primo grafico le curve di intervento.
Philips considera la frequenza di 800 Hz  il centro della banda udibile, quindi I controlli dei toni acuti e dei bassi sono calcolati in modo di esaltare le frequenze sopra e sotto tale valore. La scelta di tale frequenza è molto importante ai fini della musicalità e della piacevolezza percepita ascoltando l’apparecchio.
Nel secondo grafico la risposta in frequenza del preamplificatore, con i toni esaltati al massimo. Si nota la diversa equalizzazione che si ottiene ascoltando le bande AM (Onde Lunghe, Medie, Corte) o ascoltando la banda FM e FONO.

Gli stadi finali sono due, distinti, uno per le basse frequenze ed uno per le alte. Questi amplificatori comandano altoparlanti separati, un woofer da 26 cm per i bassi e tre altoparlanti per gli acuti, un frontale disinseribile da 17 cm e due ovali laterali per la riproduzione 3D.
La caratteristica più interessante di questi stadi finali è che sono senza trasformatore d’uscita.

La caratteristica che rende interessantissimo questo apparecchio è che ciascun stadio finale usa una coppia di EL84/UL41 in configurazione ironless, cioè senza trasformatore d'uscita (noto punto critico dello stadio finale).
Lo stadio finale usa il principio di funzionamento chiamato SRPP (shunt regulated push pull) usato oggi negli amplificatori di tensione HIGH-END.
Il trasformatore d’uscita limita la banda passate dell’intero amplificatore. I bassi sono limitati dall’induttanza dell’avvolgimento primario, gli acuti sono limitati dalla capacità parassita derivante dall’alternarsi degli avvolgimenti primario e secondario. L’ avvolgimento alternato del primario e del secondario è peraltro necessario per migliorare l’accoppiamento e ridurre quindi il flusso disperso.
La riduzione del flusso disperso aumenta lo smorzamento. Questo è essenziale negli altoparlanti montati all’interno dei mobili delle radio, che non lavorano in casse chiuse ermeticamente, e che quindi sono liberi di muoversi quasi senza avere resistenza dall’aria circostante.

Le due valvole finali (EL84, UL41) di ciascun canale, quattro valvole finali complessivamente, sono collegate in serie con accoppiamento DC-DC. Ciascuna UL41 è configurata come triodo.
L’uscita è prelevata dal catodo della UL41. L’altoparlante ha una impedenza di 800 ohm, identica all’impedenza media che si presenta sul cado, per cui è possibile l’accoppiamento diretto (senza trasformatore) tra lo stadio finale e l’altoparlante.
La Philips Saturn 53 è quindi totalmente esente da tutti i problemi derivanti dai trasformatori d’uscita.

Lo smorzamento degli altoparlanti è mantenuto elevato dalla bassa resistenza dinamica del circuito  di controreazione

CONTROLLI DI TONO CON INDICAZIONE DEL LIVELLO

Il sistema di controllo dei toni è molto efficiente. Sopra le grandi manopole dei controlli di tono, separate per alti e bassi, troviamo due finestrelle separate che si illumina progressivamente di bianco indicando l'enfasi data alla banda su cui agiscono.
La manopola del controllo degli acuti è collegata alla ferrite nei trasformatori MF e ne fa variare la pendenza della campana del trasformatore stesso. In tal modo, quando si è nelle bande AM, si accentuano ulteriormente i toni acuti già prima dell'arrivo nello stadio amplificatore BF.

Bassi al massimo - Acuti a massimo

Philips Capella 753/4E/3D

Bassi al minimo - Acuti a massimo

Philips Capella 753/4E/3D

Posizione flat

Philips Capella 753/4E/3D

Bassi al massimo - Acuti al minimo

Philips Capella 753/4E/3D

Bassi al minimo - Acuti a minimo

Philips Capella 753/4E/3D

ANTENNE

All'interno del mobile è presente un dipolo per la ricezione FM ed una antenna in ferrite rotante per la ricezione AM.
La sensibilità in ricezione con le antenne interne è molto buona.
Usando un'antenna esterna la sensibilità migliora ulteriormente.

L'antenna in ferrite può essere ruotata dall'esterno per ottenere una perfetta sintonizzazione dell'apparecchio in AM.
E' visibile nella foto il meccanismo di rotazione e l'indicatore di posizione dell'antenna.

INDICATORE DI SINTONIA

L'indicatore di sintonia è stato sostituito con uno nuovo.

Philips Capella 753/4E/3D

ALTOPARLANTI

L’altoparlante frontale da 21 cm, con un nucleo magnetico da 23 mm di diametro è posto frontalmente.
Sempre anteriormente è posto un mid-tweeter da 17 cm disinseribile da un tasto nella tastiera qualora si voglia aumentare l’effetto 3D.
Ai due lati sono collocati due tweeter  ellittici orientati verso l’alto. Irradiando verso il soffitto della stanza per sfruttare le riflessioni dell’ambiente che sommandosi alla radiazione diretta producono un ampliamento della scena sonora.
Non ci sono pericoli di onde stazionarie a causa della frequenza di lavoro di questi diffusori.

Sono previste diverse opzioni per il collegamento di altoparlanti esterni.
E’ infatti possibile collegare un woofer esterno, escludendo o meno il woofer interno,  lasciando comunque attivi tutti gli altri altoparlanti.
E’ possibile collegare delle unità medio-alti esterne, , escludendo o meno i mid-tweeter interni,  lasciando comunque attivo il woofer interno.
E’ possibile collegare woofer  ed unità medio-alti esterni, escludendo o meno gli tutti, o alcuni,  altoparlanti interni.

COMANDI

PHILIPS SATURN 653/4E/3D

In centro sul pannello altoparlanti si trova l'Occhio Magico che indica la perfetta sintonizzazione di ciascuna stazione.
KLANGREGLER - Indicatori dei toni bassi (Chiave di FA) e dei toni acuti (Chiave di SOL).
Subito sotto troviamo la grande manopola del Volume, con loudness incorporato.
Sotto ancora troviamo le due manopole coassiali disposte orizzontalmente, che comandano rispettivamente i Toni Bassi ed i Toni Acuti.
Centralmente vediamo le scale delle bande AM su sfondo scuro (Onde Lunghe- Medie - Corte) e la scala della banda FM su fondo dorato.
FERROCEPTOR - Indicatore della posizione dell'antenna interna in ferrite. Tale antenna interna è utilizzata nelle bande OM ed OL. L'antenna interna va ruotata fino ad ottenere la sintonizzazione migliore.
Subito sotto troviamo la grande manopola della Sintonia Manuale, il cui movimento è molto piacevole essendo supportata da un grosso volano.
Infine sotto ancora troviamo la manopola di Rotazione dell'Antenna in Ferrite.

Sotto le scale incontriamo una serie di 6 tasti. Cominciando da sinistra i tasti hanno le seguenti funzioni:
AUS - Spegnimento
TA - Giradischi/Ingresso ausiliario
LW - Onde Lunghe
MW - Onde Medie
KW - Onde Corte
UKW - FM

PHILIPS SATURN 653/4E/3D

LATO POSTERIORE

Ingressi antenna AM ed FM e presa di terra.

Presa per registratore.

Ingresso giradischi.

Uscita per altoparlanti esterni.

Attenzione: Usare solo altoparlanti da 800 ohm

IL RESTAURO

LA CONSUETA BELLISSIMA NOTTURNA FINALE

PHILIPS SATURN 653/4E/3D

Grundig 4010W 4010w - it

Grundig 4010W – it

Grundig 4010W

GRUNDIG 4010W

Prodotta nel 1952/53 la Grundig 4010W era uno dei modelli top di gamma del costruttore e naturalmente dell'intera produzione tedesca.
Il mobile 
Cominciamo descrivendo il mobile.
Le dimensioni dello stesso sono ovviamente importanti. L'apparecchio non vuole passare inosservato.
Le venature del legno, volutamente pronunciate, disegnano seducenti movimenti ignei nelle generose dimensioni del mobile.
Il mobile è arricchito da una ulteriore raffinatezza, le righe chiare che snelliscono i fianchi ed il frontale non sono disegnate. Si tratta di autentici intarsi di legni chiari.
Non è pensabile oggi una lavorazione del genere, e non solo per una questione di costi, ma anche di maestria.

Nella Grundig 4010W la banda delle Onde Corte è suddivisa in tre sezioni completamente autonome.

Onde Corte 1 che va da 50,8 a 35 mt (5,9 - 8,6 MHz)
Onde Corte 2 che va da 35 a 24 mt (8,6 - 12,5 MHz)
Onde Corte 3 che va da 24 a 16,7 mt (12,5 - 18 MHz)

In questo modo la sintonizzazione su tali bande è molto precisa avendo ciascuna banda l'intera estensione di tutta la scala.
Negli apparecchi prodotti negli anni successivi la banda delle Onde Corte verrà compressa su un'unica scala.
Anche le Onde Medie sono state suddivise in tre sezioni:

Onde Medie 1 che va da 585 a 318 mt (515 - 945 kHz)
Onde Medie 2 che va da 321 a 185 mt (935 - 1620 kHz)

Inoltre è prevista la memorizzazione di una stazione ad Onde Medie. Premendo infatti il tasto ORTS-S. compare la testa di una barra filettata che permette, ruotandola, di sintonizzare una stazione preferita.
Ogni volta che si preme il tasto ORTS-S. l'apparecchio si sintonizzerà sulla stazione memorizzata.
La banda FM va da 87,5 a 100 MHz. L'installazione del dispositivo Bluetooth è quindi altamente consigliata su questo apparecchio.

La sezione amplificatore è costituita da una classica EABC80 come preamplificatore. E' dotata ovviamente dei controlli dei toni Alti e Bassi separati.
Lo stadio finale è una potente EL12 polarizzata per farla funzionare in Classe A.
E' dotato di un elaborato sistema di controreazione progettato per linearizzare la risposta in frequenza dello stadio finale. Il circuito però non introduce un fattore di controreazione elevato, per cui il suono rimane naturalissimo e molto presente.
Il trasformatore d'uscita è ben dimensionato, in questo modo non si avranno mai effetti di saturazione.

Tutte queste costose soluzioni tecniche si traducono in una qualità sonora di alto livello.
Un'altra eccellente realizzazione degli ingegneri Grundig.

Grundig 4010W

BLUETOOTH
Ricevitore Bluetooth integrato

CONTINUA >

PIATTAFORMA MULTI CONNESSIONE
Ogni radio viene equipaggiata con uno speciale cavo che permette la connessione con qualsiasi sorgente digitale.

CONTINUA >

ELABORAZIONI TUBESOUND

- Ricevitore Bluetooth integrato - Questa unità può essere equipaggiata con un ricevitore BLUETOOTH alimentato direttamente dall'apparecchio Questo rende possibile usare l'amplificatore da qualsiasi dispositivo digitale esterno, come IPAD, Smartphone, o sofisticate stazioni multimediali. Potrete ascoltare le vostre Stazioni Web o le vostre musiche preferite senza cavi in giro per la stanza. Su richiesta è possibile anche montare un Ricevitore Wireless.
- Piattaforma Multi Connessione - L'apparecchio viene fornito di un cavo di adattamento che permette di collegarlo a qualsiasi dispositivo digitale come A Iphone, Smartphone, Laptop, CD Player etc. Questo cavo speciale permette di adattare l'impedenza tra l'apparecchio ed i moderni dispositivi. Inoltre i due canali stereofonici vengono fatti confluire in un unico canale monofonico senza incrementare il carico dell'unità sorgente.

LA STORIA

1945 - Subito dopo la guerra la richiesta di radio riparazioni è molto elevata. Max Grundig costruisce le prime due apparecchiature: il provavalvole Tubatest tube ed il tester Novatest.
1947 - Inizia la vendita di Radio in scatola di montaggio, la Heinzelmann. L'unità è la base del successo, vengono venduti più di 15.000 esemplari.
1950 - Iniziano in Germania le trasmissioni in FM dettando nuove esigenze nel settore delle apparecchiature radio. Grundig lancia la 380W sul mercato.
1952 - Iniziano in Germania le trasmissioni del primo canale TV. Dopo intense ricerche Grundi lancia sul mercato il suo primo TV, l'FS080. Nello stesso anno viene commercializzato il primo registratore portatile, il Reporter 500L.
1956 - Dopo una serie ininterrotta di radio sempre più belle e performanti viene prodotta la Grundig 5080 dotata di un equalizzatore a 5 bande con controllo visivo della curva di equalizzazione.
1965 - Viene aperta una nuova fabbrica a Braga, in Portogallo. Inizia la produzione della fortunatissima serie Satellit, con il modello 205. Questo prodotto segna l'inizio della produzione di ricevitori Grundig multibanda di elevata qualità.
1970 - Inizia la commercializzazione dei diffusori sferici Audiorama 7000 con dodici altoparlanti all'interno di un diffusore sferico.
1976 - Grundig produce il registratore semi-professionale TS 1000.
1980 - Grande successo di due prodotti ai massimi livelli dell'HIFI, il sintonizzatore ST 6000 ed i diffusori Monolith dotati di 22 diffusori dinamici.
1984 - Alla fine di una pesante diminuzione delle vendite Philips aumenta la sua partecipazione in Grundig ed assume la direzione aziendale.
1997 - Philips esce dalla partecipazione in Grundig.
2003 - Vengono avviate le procedure di fallimento dell'azienda.
2008 - Il gruppo turco Koç Holding prende il totale controllo di Grundig Multimedia B.V.

Courtesy of: Grundig

CARATTERISTICHE PRINCIPALI

Anno di produzione: 1952/53
Supereterodina IF 460/10700
9 Circuiti AM
10 Circuiti FM
Gamme d'onda: Onde Medie (OM), Onde Lunghe (OL), Onde Corte (OC1-OC2-OC3), FM (UKW), OM (Memorizzabile)
Altoparlanti:
1 largabanda ellittico
1 Mid/Tweeter ellittico
Dimensioni (LAP): 660 x 414 x 295 mm / 26 x 16.3 x 11.6 inch
Peso netto: 16.7 kg / 36 lb 12.5 oz
8 Valvole:
EF80 EC92 EF41 ECH81 EM34 EAF42 EABC80 EL12

Grundig 4010W

CONTROLLO TONI CON INDICAZIONE DEL LIVELLO

Il sistema di controllo dei toni è molto efficiente. Sopra le grandi manopole dei controlli di tono troviamo una scala che si illumina progressivamente di rosso indicando l'enfasi data alla banda su cui agiscono.
Un particolare per gli amanti della radio-tecnica "estrema".
La manopola del controllo degli acuti è collegata a due funicelle, una per il movimento dell'indicatore della posizione del controllo stesso ed un'altra che variava la posizione della ferrite nei trasformatori MF facendo variare la pendenza della campana del trasformatore stesso. In tal modi si attenuavano/accentuavano i toni acuti già prima dell'arrivo nello stadio amplificatore BF. Il controllo di tono interveniva poi normalmente con il potenziometro sullo stadio amplificatore di tensione.

ANTENNE

All'interno del mobile è presente un dipolo per la ricezione FM.
Un lato del dipolo è sfruttato anche per la ricezione delle bande AM.
In FM la sensibilità in ricezione con le antenne interne è molto buona.
Usando un'antenna esterna per le bande AM la sensibilità è notevole.
Nella foto si vede il dipolo fissato internamente al mobile dell'apparecchio.

Grundig 4010W

CONTROLLO DI SINTONIA

Il sistema di sintonia è unico per le bande AM e per quella FM.
L'unico condensatore variabile è diviso in 4 sezioni, due per l'AM e due per l'FM.
Ognuna delle sezioni serve rispettivamente per l'amplificatore RF e per l'oscillatore.
Il meccanismo è molto semplice e robusto. Ha lo svantaggio di essere un comando unico per tutte le bande.

INDICATORE DI SINTONIA

L'occhio magico naturalmente è stato sostituito

Grundig 4010W

INDICATORE DI GAMMA

Con questo bellissimo tipo di tastiera, chiamato " a pianoforte", non è possibile capire quale tasto è stato premuto e quale banda si sta ascoltando.
Per questo motivo sopra ciascun tasto c'è un indicatore che cambia colore quando il tasto relativo è stato selezionato.

ALTOPARLANTI

Gli altoparlanti sono due. 
Questa coppia di altoparlanti è decisamente surdimensionata.
Infatti è la stessa coppia di altoparlanti usata nel modello 5010, che monta due EL12 in controfase.
Il largabanda principale misura 35 cm di larghezza per 20 cm di altezza. Copre da solo buona parte della larghezza della radio ... che è molto grande.
Entrambi gli altoparlanti sono di produzione Grundig.
Una caratteristica molto interessante è che sono dotati di cestello registrabile.
Questo mi permette di centrare perfettamente il movimento del cono rispetto all'impianto magnetico.

Il mid-tweeter ha un magnete sovradimensionato. Deve sopportare picchi di potenza notevoli perchè è tagliato piuttosto in basso.
Gli acuti sono inaspettatamente cristallini pur rimanendo sempre molto dolci e setosi.

I coni sono di cellulosa trattata e sono arrivati fino ad oggi in perfette condizioni, senza alcuna deformazioni o cedimenti.
Oggetti costruiti quando le cose dovevano durare "almeno" tutta la vita del proprietario.

Grundig 4010W

COMANDI

Grundig 4010W

A sinistra si trova il comando del volume (con loudness incorporato) .
Andando verso destra toviamo poi  l'occhio magico, che indica la perfetta sintonizzazione di ciascuna stazione.
Sotto si vede l'indicatore dei toni bassi.
Rimamnendo sulla scala parlante vediamo  la scala delle Onde Lunghe, delle due Onde Medie, delle tre Onde Corte e della banda FM.
La scala AM per le Onde Corte, Medie, Lunghe ed FM.
Infine si vede l'indicatore dei toni acuti.
Ancora a destra rimane la manopola del controllo di sintonia.

Sotto la scala parlante troviamo prima di tutto  la manopola del controllo dei toni bassi:
Poi vediamo la lunga tastiera a pianoforte i cui tasti hanno rispettivamente il seguente scopo:
Accensione/Spegnimento
Ingresso Ausiliario;Ondel Lunghe
Onde Medie 1, Onde Medie 2
Onde Corte 1, Onde Corte 2, Onde Corte 3
FM,
Onde Medie (stazione memorizzata)
Infine vi è la manopola del controllo dei toni acuti.

Grundig 4010W

LATO POSTERIORE

Uscita per altoparlanti esterni.
Presa per registratore (tonbandgerat).
Ingresso giradischi (tonabnehmer)
Ingressi antenna AM ed FM e presa di terra.

IL RESTAURO

LA CONSUETA BELLISSIMA NOTTURNA FINALE
Grundig 4010W
Braun RCS9 braun - it

Braun RCS9 – it

Braun RCS9

Braun RCS9

Il miglior ricevitore a valvole costruito dalla BRAUN.
Si tratta dello stesso ricevitore montato sui modelli con giradischi Atelier 2 e 3.

Questo ricevitore rappresenta il massimo della produzione a valvole della Braun. Appartiene alla classe dei più grandi ricevitori tedeschi come Telefunken Opus 2550, Nordmende 3004, Graetz Stereo Unit 250, Saba Studio I ecc.

La ricerca principale fatta su questo apparecchio è finalizzata  alla semplificazione dei circuiti elettrici (oggi è un principio abbastanza comune, ma nel 1961 fu necessaria una notevole lungimiranza). A differenza di altri dispositivi, il circuito di feedback sullo stadio amplificatore è ridotto ad una sola resistenza (evidenziata in rosso), mirando a una bassa distorsione e ad una eccellente trasparenza musicale.

Il circuito di controllo dei suoni è canonico: un circuito Baxandall molto efficiente ed equilibrato (evidenziato in giallo). Permette il controllo del suono senza cambiare la fase del segnale in base alla posizione dei potenziometri.

Il circuito del Loudness (evidenziato in verde) è estremamente semplice e studiato per una corretta enfasi delle basse frequenze. La qualità del suono è altrettanto buona di Telefunken, Nordmende, Grundig e Graetz dello stesso livello, forse ancora più raffinata. Sono sicuramente necessari altoparlanti ad alta efficienza. Questo apparecchio, nella versione elaborata, è prezioso sia per il suo design mozzafiato che per le sue prestazioni.

Braun Atelier 3 Enhanced

- Banda di frequenza FM estesa a 104 MHz.
- Decoder stereo ultrasilenzioso
- Stadio finale con componenti a bassissimo rumore
- Ricevitore Bluetooth incorporato.

 

ESTENSIONE BANDA FM

La frequenza della banda FM è stata estesa a 88 - 104 MHz

CONTINUA >

AMPLIFICATORE MIGLIORATO

Amplificatori con nuovi componenti passivi ultra silenziosi

CONTINUA >

DECODER STEREO

Decoder Stereo ultra silenzioso

CONTINUA >

BLUETOOTH

Ricevitore Bluetooth integrato

CONTINUA >

ELABORAZIONI TUBESOUND

- Banda di Frequenza FM allargata a 88 - 104 MHz. Le radio a valvole prodotte in Germania negli anni 50/60 sono famose in tutto il mondo per la loro eccellente sonorità, la bellezza delle loro finiture, la robustezza ed il loro standard di costruzione senza compromessi.
Purtroppo la banda FM di estende dai  87.5 ai 100 MHz  per cui ricevono solo alcune stazioni.
Dopo attenti studi ed un gran numero di prove siamo stati in grado di allargare la banda ricevibile da 88 a 104 MHz.
Naturalmente abbiamo dovuto ricostruire anche la scala parlante, identica all'originale, fatta con gli stessi materiali e le stesse tecniche, ma con il nuovo intervallo di frequenza.
Il risultato è perfetto. Un apparecchio originale ma con la possibilità di ascoltare qualsiasi stazione in qualsiasi parte del mondo.

- Miglioramento dell'amplificatore - Nuove resistenze a film metallico di alta qualità assumono il posto delle vecchie resistenze impasto di carbone. I vecchi condensatori sono completamente rinnovati con con altri caratterizzati da perdite parassite molto basse (ESR). È stata utilizzata una grande attenzione nella direzione del montaggio dei componenti. Tutti i miglioramenti sono sostanziali.

- Decoder Stereo ultra silenzioso - Un decoder stereo è stato introdotto tra gli stadi RF e BF. Su tali apparecchi normalmente il decoder non è presente. Si tratta di un decodificatore sviluppato appositamente per questa unità da un ingegnere tedesco con cui lavoro. Il livello di rumore introdotto è molto basso. Il crosstalk è perfettamente calibrato. Con corrette condizioni di ricezione il risultato è una ricostruzione accurata della fase sonora.

Ricevitore Bluetooth integrato – Questa unità può essere equipaggiata con un ricevitore BLUETOOTH alimentato direttamente dall'apparecchio Questo rende possibile usare l'amplificatore da qualsiasi dispositivo digitale esterno, come IPAD, Smartphone, o sofisticate stazioni multimediali. Potrete ascoltare le vostre Stazioni Web o le vostre musiche preferite senza cavi in giro per la stanza. Su richiesta è possibile anche montare un Ricevitore Wireless.

Rams-London

Curiosa immagine del 2004 dove si vede Dieter Rams mentre sta installando il padiglione dedicato alla 'The New Electronics' nella manifestazione "Designing Modern Life" tenuta all'interno del Design Museum di Londra.

London Design Museum Rams

Design Museum of London

Bibliografia breve

- Walter Gropius, The new architecture and the Bauhaus, Cambridge, M.I.T. Press, 1968, ©1965.
- Gropius - Marston Fitch, Walter Gropius, New York, G. Braziller, (The masters of world architecture series), 1960.
- Magdalena Droste; Angelika Taschen, Bauhaus 1919 - 1933, Ko?ln Taschen 2002,
- Reissinger; Robinson; Siebenbrodt, Bauhaus Weimar - designs for the future, Ostfildern-Ruit : Hatje Cantz Publishers, 2000.
- Jaeggi-Schwaiger, Fagus: industrial culture from Werkbund to Bauhaus, New York , Princeton Architectural Press, 2000.
- Hans-Joachim Braun, The German economy in the twentieth century (The German Reich and the Federal Republic), Routledge, New York 1990.
- Jonathan M Woodham, Twentieth century design, Oxford University Press, Oxford 1997.
- Nigel Whiteley, Design for society, London, Reaktion Books, 1998.

Web:
- http://www.bauhaus.de/
- http://designmuseum.org/design/dieter-rams
- http://gizmodo.com/5411868/dieter-rams-gallery/gallery/10
- http://www.formguide.de/en/designers/overview/peter-keler/

BAUHAUS E ANNI '60

Il 1961 è uno degli anni "crocevia" della storia del Novecento. In quell'anno assistiamo ad avvenimenti che segneranno profondamente, nel bene e nel male, l'Europa.
In Germania, specialmente, il 1961 vede la costruzione del muro di Berlino, simbolo di una divisione che parte da Berlino e coinvolge l'intero mondo. La logica dei blocchi contrapposti conoscerà asprezze tali da portarci sull'orlo della catastrofe nucleare, in occasione della crisi di Cuba, solamente due anni dopo.
Ma il 1961 è l'anno che apre la conquista dello spazio e la crescita esponenziale della ricerca scientifica. Yuri Gagarin, il 12 aprile 1961, con la Vostok 1, è il primo uomo nello spazio, in orbita intorno alla terra.
E'un anno straordinario anche per la cultura. Ivo Andric vince il premio Nobel per la letteratura, nella Scuola di Francoforte Karl Popper e Theodorn Adorno si scontrano in merito al metodo della ricerca scientifica nel famoso "Positivismusstreit", ossia lo scontro tra positivismo e materialismo dialettico, che condizionerà il dibattito epistemiologico futuro. Si suicida Hemingway, e Primo Levi scrive "La tregua", cronaca di un ritorno nel mondo dei vivi dopo l'inferno del lager.
E' anche l'anno del boom economico, e la ricostruzione dell'Europa distrutta dalla II guerra mondiale, proseguita per tutti gli anni Cinquanta, è alla base di un periodo di espansione economica senza precedenti. Nasce la società del benessere, e la Germania è in prima fila.
La cultura tedesca riscopre Weimar, e gli esponenti dell'avanguardia artistica e teatrale, come Brecht. Nel 1961 Walter Gropius, fondatore nel 1919 della tendenza rivoluzionaria dell'architettura Bauhaus, fonda a Darmstad l'Archivio Bauhaus. La Bauhaus, nata nel 1919, e stroncata definitivamente dall'avvento di Hitler, viene riscoperta nei primi anni Sessanta dalla nuova generazione cresciuta nel duro dopoguerra. E' l'inizio di una rivelazione per gli architetti degli anni Sessanta, che riscoprono le linee essenziali della concezione del grande architetto tedesco. L'abitazione come l'oggetto di arredo diventano la realizzazione finale di un processo di costruzione mentale, ideativa e infine pratica, che coniuga assieme tecnica, ergonomia ed essenzialità, in una fusione stilista assolutamente innovativa .
I nuovi concetti della costruzione entrano nelle grandi aziende attraverso l'assunzione dei designers, una figura professionale nuova che arriva a condizionare le linee di produzione. Ecco che gli oggetti prodotto e messi in vendita vengono visti in una visione "totale" del prodotto, ossia come sintesi di tecnica e immagine.
Nasce il design moderno, così come lo intendiamo ora.
La Braun è una delle prime a investire in design. Il migliore designer è stato Dieter Rams che fu allievo di Otto Apel ( Apel fu per dieci lunghi anni il principale assistente di Albert Speer, l'architetto di Hitler, divenuto in seguito ministro degli armamenti del Reich. Dopo la guerra venne assunto dagli americani per modernizzare le tecniche edilizie in USA).
Rams iniziò un lavoro di ricerca stilistica che lo portò a sviluppare il concetto dell'essenzialità ergonomica, condensata nel suo aforisma "Weniger, aber besser", ossia "Meno, ma meglio" o anche, liberamente, "Meno, purchè migliore". Evidenti nei suoi lavori influenze della Bauhaus, e in particolare di Peter Keler, del quale ha tradotto nelle elengati e semplicissime linee delle sue creazioni i concetti di spazialità e di linearità di opere come "Culla", del 1922.

Carlo Giacchin

Dieter Rams Paris.jpg

Dieter Rams at Vitsœ - Paris

Le dieci regole di un buon design secondo Dieter Rams

• Un buon design è innovativo.
• Un buon design rende un prodotto utile.
• Un buon design è esteticamente piacevole.
• Un buon design ci aiuta a capire un prodotto.
• Un buon design è discreto.
• Un buon design è onesto.
• Un buon design è durevole.
• Un buon design da importanza ad ogni dettaglio.
• Un buon design è interessato all'ambiente.
• Un buon design richiede la minor progettazione possibile.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Anno di produzione: 1961/65

Supereterodian IF 455/10700
8 Circuiti AM - 12Circuiti FM

Gamme d'onda: LW, MW, SW, FM

Tensione di funzionamento (CA) 110; 125; 160; 220 Volts

Dimensioni (LHD):
562 x 195 x 280 mm / 22.1 x 7.7 x 11 inch

Peso netto: 13 kg / 28 lb 10.1 oz (28.634 lb)

Valvole 11: ECC85 ECH81 EF89 EBF89 EM84 ECC83 ECC83 EC92 EC92 ELL80 ELL80

Antenna rotante in ferrite per le bande AM

Braun RCS9
Braun RCS9

CONTROLLO TONI

Il sistema di controllo dei toni è di tipo Baxandall come descritto nel commenti iniziale. La rete è logaritmica ed i potenziometri anche, come nel progetto originale Baxandall.

ORIENTAMENTO ANTENNA

Antenna in ferrite rotante con finestra che ne indica la posizione.
L'antenna in ferrite si ruota con la manopola grande dietro alla manopola del volume.
All'interno del mobile è presente un dipolo per la ricezione FM ed una antenna in ferrite orientabile per la ricezione AM.
La sensibilità in ricezione con le antenne interne è discreta.
Usando un'antenna esterna la sensibilità è notevole.

Braun RCS9 Atelier 2
Braun Atelier 3 Enhanced

INDICATORE DI SINTONIA

L'occhio magico è nuovo

COMANDI

Braun RCS9

A sinistra si trova il comando del volume con loudness incorporato.
Procedendo verso destra incontriamo la manopola del controllo dei toni acuti e quella dei toni bassi.
Sopra vediamo l'occhio magico che indica la perfetta sintonizzazione di ciascuna stazione.
Troviamo poi la scala delle FM e delle bande AM per le Onde Lunghe, Medie, Corte.
Sotto la scala vediamo nell'ordine i tasti di accensione, esaltazione toni medi, AFC (Controllo automatico di frequenza), Stereo/Mono, Fono, i tasti per sintonizzarsi sulle Onde Lunghe, Antenna in ferrite, Medie, Corte, FM.
Ancora a sinistra troviamo partendo dall'alto la manopola della sintonia, il cui movimento è molto piacevole essendo supportata da un grosso volano.
Sotto troviamo alto la manopola del controllo del volume dell'ingresso Fono se connesso ad una sorgente monofonica, il controllo di Bilanciamento ed il comando di rotazione dell'antenna in ferrite .

Braun RCS9 Atelier 2

LATO POSTERIORE

Uscita per altoparlanti esterni.

Ingresso giradischi e registratore o lettore CD

Ingressi antenna AM ed FM e presa di terra.

IL RESTAURO

LA CONSUETA BELLISSIMA IMMAGINE FINALE
Braun RCS9
Ducati RR3404 Paniere ducati - it

Ducati RR3404 Paniere – it

Ducati RR3404 Paniere

La Società Radio Brevetti Ducati nasce a Bologna nel 1926 dalla famiglia Ducati.
L'attività crebberapidamente tant'è che Adriano Ducati decise di estendere la produzione dai condensatori alle apparecchiature radio complete. Quando fu inaugurata la sede di Borgo Panigale, la produzione si ampliò ulteriormente.
Nel 1938, si decise di allargare la produzione anche al settore delle ottiche, vennero realizzati altri due stabilimenti a Bazzano e Crespellano, non lontano da Borgo Panigale. La produzione si intensificò al punto che Bruno Ducati cominciò a studiare un nuovo progetto per ampliare lo stabilimento.
Nel 1935 iniziò la realizzazione dello stabilimento di Borgo Panigale.
Un progetto modernissimo ed ambizioso con il dichiarato obiettivo di realizzare un polo industriale e tecnologico a Bologna.
In questo periodo la Ducati si sviluppa ulteriormente all'estero e apre sedi e filiali a Londra, Parigi, New York, Sidney e Caracas
Nel 1954, durante la gestione statale, la produzione della Ducati venne divisa in Ducati Elettrotecnica e Ducati Meccanica. Ducati Meccanica era situata nello Stabilimento 2, mentre Ducati Elettrotecnica (ora Ducati Energia) occupava la restante parte dell'edificio.
Il resto è storia moderna.

Come si evince chiaramente dalle mie pagine non mi dedico al restauro di apparecchi che non siano di produzione tedesca tranne che in casi eccezionali. Questo apparecchio è uno di questi.
Non è un apparecchio acquistato in tempi recenti, era stato acquistato dal nonno dell'attuale proprietario.
Era sempre rimasto in famiglia ed era l'unico sopravvissuto di una preziosa collezione; era troppo importante per rimanere abbandonato a marcire in un magazzino umido
Questa magica scatola parlante che aveva attraversato il tempo e ne era stata annichilita meritava di rivedere la luce e di far risentire il suo tono baritonale nel mezzo della stanza in cui aveva preso voce la prima volta.

Ed anche la pagina dedicata a questo apparecchio è completamente diversa dal solito, è esclusivamente la storia di questo eccezionale ed appassionante restauro.

Cosa difficile a farsi in questa epoca di fruibilità immediata e di effimeratezza invito ad arrivare alla fine scorrendo la pagina con pazienza e con attenzione. Mi auguro che chi legge queste pagine voglia concedersi questo impagabile piacere.
Queste sono pagine "be foolish ... be hungry" free!

Ducati 350 Mark 3
Ducati 350 Mark 3 - La mia prima moto, acquistata quando compii 18 anni completamente con i miei risparmi
Condensatore Ducati
Il primo condensatore Ducati, il "Manens"

ILGIORNO IN CUI MI VENNE CONSEGNATA

ALTOPARLANTE

MOBILE

TELAIO

RIASSEMBLAGGIO E RISULTATO FINALE

Grundig Stereomeister 15 german radios - it

Grundig Stereomeister 15 – it

Grundig Stereomeister 15

GRUNDIG STEREOMEISTER 15

A dispetto del look futuristico per l'epoca, la Stereomeister 15 è fatta completamente a valvole.
SU questo apparecchio il decoder originale è stato rimpiazzato con un moderno decoder appositamente progettato. Questo decoder ha una migliore separazione ed un rumore più basso di quello originale.

La caratteristica più interessante di questo modello è che i trasformatori di uscita sono più grandi dei modelli seguenti.
Penso che anche l'industria tedesca abbia progressivamente fatto economia nella propria produzione.
Grandi trasformatori significa meno possibilità di saturazione, bassi più profondi e minor distorsione.
Come altri Stereomeister lo stadio finale è un Push-Pull in classe AB con circuito di controreazione per linearizzare la risposta e diminuire la distorsione.
Accoppiandola a diffusori efficienti la potenza d'uscita è più che sufficiente a sonorizzare anche grandi ambienti.

La curva di risposta cambia a seconda della posizione del potenziometro di volume.
Il passaggio dalla sezione con correzione del volume a quello con senza correzione è abbastanza udibile, per cui è preferibile mantenere il volume sotto questo livello.

L'unità è dotata di controllo variabile di effetto Hall.
Questa prestazione è stata implementata allo scopo di ottenere una profondità simile a quello che si ha ascoltando musica in una stanza molto grande, come ad esempio una cattedrale.
E 'ottenuto ritardando il suono e mixandolo con quello originale.
Sento di scoraggiare l'uso della funzione di Hall. L'effetto può essere piacevole, ma si tratta di una distorsione delle informazioni originali.

Seguendo la tradizione di Grundig, la sezione radio è estremamente stabile, sensibile e priva di disturbi.
Anche lo stadio finale è silenzioso e senza ronzio.

Il suono di alta qualità, il decoder stereo e l'assenza di diffusore interno (dando al dispositivo una forma piuttosto moderna) rende questo dispositivo pezzo ambito in una grande collezione.

Prodotta nel 1964 la Stereomeister 15 rappresenta la Top Class della produzione Grundig.

Grundig Stereomeister 15

BLUETOOTH
Ricevitore Bluetooth integrato

CONTINUA >

PIATTAFORMA MULTICONNESSIONE
Ogni radio viene equipaggiata con uno speciale cavo che permette la connessione con qualsiasi sorgente digitale.

CONTINUA >

ELABORAZIONI TUBESOUND

- Ricevitore Bluetooth integrato - Questa unità può essere equipaggiata con un ricevitore BLUETOOTH alimentato direttamente dall'apparecchio Questo rende possibile usare l'amplificatore da qualsiasi dispositivo digitale esterno, come IPAD, Smartphone, o sofisticate stazioni multimediali. Potrete ascoltare le vostre Stazioni Web o le vostre musiche preferite senza cavi in giro per la stanza. Su richiesta è possibile anche montare un Ricevitore Wireless.
- Piattaforma Multi Connessione - L'apparecchio viene fornito di un cavo di adattamento che permette di collegarlo a qualsiasi dispositivo digitale come A Iphone, Smartphone, Laptop, CD Player etc. Questo cavo speciale permette di adattare l'impedenza tra l'apparecchio ed i moderni dispositivi. Inoltre i due canali stereofonici vengono fatti confluire in un unico canale monofonico senza incrementare il carico dell'unità sorgente.

LA STORIA

1945 - Subito dopo la guerra la richiesta di radio riparazioni è molto elevata. Max Grundig costruisce le prime due apparecchiature: il provavalvole Tubatest tube ed il tester Novatest.
1947 - Inizia la vendita di Radio in scatola di montaggio, la Heinzelmann. L'unità è la base del successo, vengono venduti più di 15.000 esemplari.
1950 - Iniziano in Germania le trasmissioni in FM dettando nuove esigenze nel settore delle apparecchiature radio. Grundig lancia la 380W sul mercato.
1952 - Iniziano in Germania le trasmissioni del primo canale TV. Dopo intense ricerche Grundi lancia sul mercato il suo primo TV, l'FS080. Nello stesso anno viene commercializzato il primo registratore portatile, il Reporter 500L.
1956 - Dopo una serie ininterrotta di radio sempre più belle e performanti viene prodotta la Grundig 5080 dotata di un equalizzatore a 5 bande con controllo visivo della curva di equalizzazione.
1965 - Viene aperta una nuova fabbrica a Braga, in Portogallo. Inizia la produzione della fortunatissima serie Satellit, con il modello 205. Questo prodotto segna l'inizio della produzione di ricevitori Grundig multibanda di elevata qualità.
1970 - Inizia la commercializzazione dei diffusori sferici Audiorama 7000 con dodici altoparlanti all'interno di un diffusore sferico.
1976 - Grundig produce il registratore semi-professionale TS 1000.
1980 - Grande successo di due prodotti ai massimi livelli dell'HIFI, il sintonizzatore ST 6000 ed i diffusori Monolith dotati di 22 diffusori dinamici.
1984 - Alla fine di una pesante diminuzione delle vendite Philips aumenta la sua partecipazione in Grundig ed assume la direzione aziendale.
1997 - Philips esce dalla partecipazione in Grundig.
2003 - Vengono avviate le procedure di fallimento dell'azienda.
2008 - Il gruppo turco Koç Holding prende il totale controllo di Grundig Multimedia B.V.

Courtesy of: Grundig

CARATTERISTICHE PRINCIPALI

Anno di produzione: 1964
Supereterodina IF 460/10700
6 Circuiti AM
11 Circuiti FM
Gamme d'onda: Onde Medie (OM), Onde Lunghe (OL), Onde Corte (OC), FM (UKW)
Dimensioni (LAP): 580 x 230 x 220 mm / 22.8 x 9.1 x 8.7 inch
Peso netto: 13 kg / 28 lb 10.1 oz
8 Valvole: ECC85, ECH81, EAF801, 2 x ECC808, EM87, 2 x ECLL800
Decoder stereo

 
Grundig Stereomeister 15

ALTOPARLANTI SEPARATI

Come qualsiasi moderno sintoamplificatore HI-FI questo apparecchio non è equipaggiato con altoparlanti interni.
Nelle foto è stato testato con una coppia di diffusori Grundig 850 Professional.

STEREO DECODER

La radio è dotata di Stereo-Decoder appositamente progettato e testato.

Ciò significa che è un vero e proprio impianto stereo, non come la maggior parte delle altre radio d'epoca che è monofonica quando viene usata la sezione radio FM e stereofonica solo quando si una l'ingresso da esterno, da giradischi o da registratore.

 

Grundig Stereomeister 15
Grundig Stereomeister 15

VALVOLE

Le valvole sono ECC85 ECH81 EAF801 ECC808 EM87 ECC808 ECLL800 ECLL800.
Le due ECLL800 sono esattamente come un Push Pull di quattro EL95 oltre ad avere il loro stadio invertitore all'interno della valvola stessa.

ANTENNE

All'interno del mobile è presente un dipolo per la ricezione FM ed una antenna in ferrite rotante per la ricezione AM.
La sensibilità in ricezione con le antenne interne è molto buona.

Grundig Stereomeister 15
Grundig Stereomeister 15

CONTROLLO SINTONIA SEPARATI TRA AM E FM

Il sistema di sintonia è un'altro gioiello.

L'apparecchio è dotato di meccanismi di sintonia separati per le bande AM e per la banda FM.
La manopola della sintonia è una sola ma un selettore commuta su sistemi di cavi di acciaio e pulegge separati a seconda della banda.

Il movimento è trasferito a ciuscuno dei due meccanismi con un sistema di pulegge ed ingranaggi separati.

Grundig Stereomeister 15
Grundig Stereomeister 15

INDICATORI

 

 

 

L'indicatore delle stazioni FM Stereo

Grundig Stereomeister 15

L'occhio magico è nuovo.

COMANDI

Grundig Stereomeister 15

Da sinistra troviamo il tasto che enfatizza i Bassi, Mono/Stereo, i selettori di banda FM, Onde Corte, Medie, Lunghe, Ingresso AUX e l'interruttore di spegnimento.
Dopo troviamo il controllo del volume con loudness incorporato, il controllo dei bassi, il controllo degli Acuti, il controllo del bilanciamento e coassiale il controllo dell'effetto Hall.

Sul lato superiore troviamo l'occhio magico che indica la perfetta messa a punto di ogni stazione, l'indicatore stereo, il display principale AM per le onde lunghe, medie e corte, e la banda FM.
Infine, v'è la manopola di sintonia.
Il movimento della manopola di sintonia è molto piacevole essere supportato da un pesante volano.

Grundig Stereomeister 15

LATO POSTERIORE

Uscita per altoparlanti esterni.
Ingresso giradischi
Ingresso/Uscita registratorE
Ingressi antenna AM ed FM e presa di terra.
Ingressi telecomando

RESTORING WORKS

THE USUAL AMAZING LAST IMAGE
Grundig Stereomeister 15
telefunken concertino steuergerät 2380 german radios - it

Telefunken concertino steuergerät 2380 – it

TELEFUNKEN CONCERTINO STEUERGERÄT 2380

TELEFUNKEN CONCERTINO STEUERGERÄT 2380

Intorno alla prima metà degli anni 60 i maggiori produttori tedeschi misero sul mercato, anticipandolo, quelli che chiameremo poi "sintoamplificatori".
Li chiamarono Steuergerät, cioè Unità Elettronica di Controllo.
La Telefunken Concertino Steuergerät 2380 è una di queste apparecchiature.

La Telefunken produsse due linee di steuergerat, uno con i finali in classe A, ed uno con i finali in classe AB.
La Concertino 2380 era quella con i finali in classe A. La Opus 2430, poi Opus 2550, avevano i finali in classe AB.

La Concertino hanno le stesse misure, lo stesso mobile. Le Opus sono più potenti con 7 W per canale, la Concertino ne ha 4 per canale. Ma sono 4W in classe A e questo fa la differenza.

L'altra grande differenza tra le Opus e la Concertino è che le prime nascono con il decoder stereo di serie, nella seconda il decoder era opzionale. Tutte le nostre Concertino sono dotate di decoder stereo.

La valvola finale è la famosa ECL86. Una valvola doppia composta da un triodo che viene usato come preamplificatore, ed un pentodo usato come finale di potenza. E' una valvola usata spesso in amplificatori molto raffinati, come i Bang & Olufsen 608 o lo Scott Stereomaster 200B.
La Concertino 2380 è dotata di trasformatori d'uscita surdimensionati, per evitare che il traferro raggiunga la saturazione.
Così come è surdimensionato l'enorme stadio alimentatore, visibile anche nelle foto.
Il circuito prevede inoltre una controreazione che ne garantisce la linearità.
Lo stadio preamplificatore è dotato di controllo fisiologico del volume e di controlli di tono separati per alti e bassi.
Sono presenti inoltre due equalizzazioni, disinseribili, che enfatizzano ulteriormente i toni Bassi e quelli Acuti.
Molto utili quando l'apparecchio viene accoppiato a diffusori la cui risposta in frequenza non è completamente lineare.

Il suono infine è dolcissimo e preciso, come ci si aspetta. Si percepiscono gli spazi tra le note. Caldo come si conviene ad un apparecchio  a valvole ma addirittura tagliente con diffusori dotati di supertweeter,

La qualità del suono è davvero impensabile per questo tipo di apparecchiature.
Dal momento che il dispositivo è dotato di Bluetooth integrato, è particolarmente adatto per l'ascolto di musica in streaming.
Quest'ultimo è l'uso migliore che se ne può fare, a mio parere.

Bellissimo sintoamplificatore Stereo con stadi finali Single Ended in classe A racchiuso in un prezioso mobile a scomparsa. Un pregiato componente di un impianto vintage HI-FI domestico.

telefunken concertino steuergerät 2380

ALTOPARLANTI SEPARATI
E' possibile collegare qualsiasi diffusore acustico preferibilmente ad alta efficienza.

CONTINUA >

STEREO DECODER
L'apparecchio è dotato del raro Stereo Decoder che permette di ascoltare in stereofonia le trasmissioni FM Stereo.

CONTINUA >

BLUETOOTH
Ricevitore Bluetooth integrato

CONTINUA >

PIATTAFORMA MULTI CONNESSIONE
Ogni radio viene equipaggiata con uno speciale cavo che permette la connessione con qualsiasi sorgente digitale.

CONTINUA >

ELABORAZIONI TUBESOUND

- Altoparlanti separati - Poter utilizzare diffusori separati  è una possibilità importante per ricevitori stereofonici. In questo modo è possibile accoppiare al ricevitore i diffusori più adatti alle esigenze di spazio, di design o di prestazioni acustiche. I diffusori più adatti sono analizzati in seguito, nella sezione altoparlanti.

- Stereo Decoder - L'apparecchio è dotato di Decoder Stereo integrato. Questo permette di ascoltare in stereofonia le stazioni che usano tale sistema trasmissivo. Molti ricevitori stereofonici non sono dotati di Multiplexer per cui funzionano in stereofonia soltanto quando si seleziona l'ingresso Giradischi/Registratore/Aux. Tali ricevitori, nell'ascolto della radio, inviano ad entrambi i canali lo stesso segnale, per cui l'ascolto è monofonico. Non è il caso della Concertino 2380 che è totalmente stereofonica.

- Ricevitore Bluetooth integrato – Questa unità può essere equipaggiata con un ricevitore BLUETOOTH alimentato direttamente dall'apparecchio Questo rende possibile usare l'amplificatore da qualsiasi dispositivo digitale esterno, come IPAD, Smartphone, o sofisticate stazioni multimediali. Potrete ascoltare le vostre Stazioni Web o le vostre musiche preferite senza cavi in giro per la stanza. Su richiesta è possibile anche montare un Ricevitore Wireless.

- Connessione MultiPiattaforma - Con l'apparecchio viene fornito un cavo adattore di impedenza per connettere qualsiasi sorgente digitale, come Iphone, Smartphone, Computer, CD Player ecc. Questo cavo appositamente costruito adatta le differenti impedenze delle moderne apparecchiature digitali. Inoltre i due canali stereofonici vengono raccolti in un unico flusso senza aumentare il carico dellunità sorgente.

Kaiser Wilhelm II
Telefunken U73b Compressor
Telefunken U73b Compressor
Telefunken V76 in studio

LA STORIA

1903 Il Kaiser Guglielmo II per non concedere il monopolio delle trasmissioni wireless alla inglese Marconi, ordinò alle società, AEG e Siemens, di creare una joint venture per sviluppare la telegrafia senza fili in Germania. Il nome con la quale viene costituita è Gesellschaft für drahtlose Telegrafen mbH

1923 Il nome della compagnia viene modificato in Firmierung in Telefunken, Gesellschaft für drahtlose Telegrafen mbH. Abbreviato in Telefunken, dove Tele sta per Telegrafo e Funken significa "Lampo" nel senso di veloce, immediato.

1930 La produzione si sposta gradatamente da apparecchiature militari e governative a produzione di apparecchi di consumo. In questi anni Telefunken entra nel mercato radio-televisivo, dei registratori e della incisione di dischi.

1930 Poichè le trasmissioni via radio non servivano più solo a trasmettere messaggi telegrafici ma vere trasmissioni di parlato e di musica divenne necessario introdurre il concetto di compressione del suono, per evitare continue variazioni del livello di volume della radio. Telefunken progettò e relizzo il primo compressore per stazioni trasmittenti al mondo, l'U3. L'U73b in figura, evoluzione dei precedenti modelli, permette di cambiare il livello di compressione, il tempo di rilascio ed il tempo di attacco.

1941 Tutte le azioni Telefunken vengo trasferite alla AEG che di fatto diventa l'unico proprietario del marchio Telefunken delle sue fabbriche e dei suoi brevetti.

1948 Alla Conferenza di Copenaghen dove si decise la spartizione delle radiofrequenze delle Onde Medie e Corte del''Europa Centrale la Germania non venne invitata, a causa della guerra recentemente conclusa. Ufficialmente perchè non era ritenuta una nazione tecnologicamente importante.
A causa di ciò la Germania decise di sviluppare le trasmissioni in FM anche accorgendosi che la qualità delle trasmissioni era notevolmente superiore di quelle in AM.
In questa fase Telefunken sviluppa il sistema microfono/amplificazione V72, e le sue evoluzioni, destinate ad essere usate nella totalità delle stazioni emittenti tedesche e buona parte di quelle europee, così come dai più importanti studi di registrazione, quali EMI, Decca, Telefunken ecc.

1955 L'azienda diventa Telefunken GmbH.

1967 Telefunken viene fusa con AEG e il nome della società è diventata AEG-Telefunken.

1970 Una pessima gestione porta l'azienda a perdere continue fette di mercato. AEG inizia ad esternalizzare interi segmenti di business e si susseguono continue riorganizzazioni.

1985 Daimler-Benz AG acquista ciò che rimane della AEG-Telefunken.

1996 Il nome Telefunken viene cancellato e tutte le attività relative ai prodotti audio cessate.

Oggi Il nome della società è stato rinnovato in Telefunken Holding AG e sono responsabili per il nome Telefunken e il suo uso in tutto il mondo.Negli Stati Uniti Telefunken USA aquista il diritto a costruire e commercializzare in tutto il mondo i microfoni originali ed alcune apparecchiature audio con il marchio Telefunken Elektroakustik.
L'azienda originale che ha contribuito a diffondere la musica in tutto il mondo non c'è più.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI

Anno di produzione: 1963

Superheterodina IF 460/10700 8 Circuiti AM 11 Circuiti FM

Gamme d'onda: LW, MW, SW, FM

Tensioni di funzionamento (CA) 110; 125; 160; 220 Volts

Altoparlanti esterni

Dimensioni (LHD): 650 x 255 x 270 mm

Peso netto: 14 Kg

8 Valvole: ECC85 ECH81 EBF89 EBC91 EM84 ECC83 2 x ECL86

Antenna rotante in ferrite per le bande AM Stadio
Decoder stereo

telefunken concertino steuergerät 2380

ALTOPARLANTI

L'accoppiamento di questo ricevitore con degli altoparlanti ad alta efficienza è perfetto.
Open Baffle, oppure JBL, Altec, Cervin Vega e Jensen.
Anche degli altoparlanti satellite con subwoofer nascosto vanno bene.
Invece il ricevitore non riesce a pilotare diffusori molto duri, come le AR3A e similari.

CONTROLLO TONI CON INDICAZIONE DEL LIVELLO

Come ogni amplificatore HI-FI all'epoca anche la Concertino 2380 è provvista di controllo dei toni bassi e dei toni acuti separati.
Una caratteristica interessante è che il controllo dei toni acuti inoltre varia la sua efficacia al variare del volume, essendo legato al circuito del loudness.

E' inoltre presente un sistema di correzione della risposta in frequenza è composto da 2 tasti che inseriscono curve di equalizzazione predefinite.
Il tasto BASS che enfatizza i toni bassi ed il tasto Jazz enfatizza le frequenze acute.

ORIENTAMENTO ANTENNA

Dentro il mobile c'è un dipolo per la ricezione della banda FM e le Onde Corte ed una antenna rotante in ferrite per la ricezione delle Onde Medie e Lunghe.
L'antennna in Ferrite può essere ruotata dall'esterno per raccogliere il massimo segnale possibile durante la ricezione delle due bande AM.
Nella foto si vede l'intero meccanismo di rotazione di tale antenna. La sensibilità con le antenne interne è molto buona.
Naturalmente in alcune condizione usando un'antenna esterna si aumenta ulteriormente la sensibilità di ricezione.

CONTROLLO SINTONIA SEPARATI TRA AM E FM

Il sistema di sintonia è interessante e diverso da quello di altri apparecchi di produzione tedesca. L'apparecchio è dotato di meccanismi di sintonia separati per le bande AM e per quella FM. Le manopole della sintonia sono due, separate ma coassiali, con su sistemi di cavi e pulegge separati a seconda della banda. Questo tipo di sintonia ha una meccanica molto robusta. Per il mantenimento è sufficiente una pulizia e lubrificazione ogni 10/15 anni.

telefunken concertino steuergerät 2380

INDICATORE DI SINTONIA

L'occhio magico ovviamente è stato sostituito.

COMANDI

telefunken concertino steuergerät 2380

In posizione verticale, l'Occhio Magico, che indica la perfetta sintonizzazione di ciascuna stazione.
Poi si trovano i comandi coassiali del Volume (con loudness incorporato) e del Bilanciamento.
Subito sotto si vede la manopola del controllo dei toni Bassi.
Partendo dall'alto troviamo poi le scale delle varie bande.

Sotto ci sono nell'ordine i tasti BASS (enfasi dei toni bassi), STEREO, AUS (spegnimento), LW (Onde Lunghe), MW(Onde Medie), KW(Onde Corte), UKW(FM), INTIM (Riduce il volume di 20 dB), JAZZ(enfasi dei toni acuti).
Vi sono infine le manopole della Sintonia AM/FM coassiali.
Subito sotto si vede la manopola del controllo dei toni Acuti.

telefunken concertino steuergerät 2380

LATO POSTERIORE

Uscita per altoparlanti esterni.
Presa per registratore (tonbandgerat).
Ingresso giradischi (tonabnehmer)
Ingressi antenna AM ed FM e presa di terra.

LE FASI DEL RESTAURO

THE USUAL AMAZING LAST IMAGE
telefunken concertino steuergerät 2380