Telefunken Opus 55 TS – it

Telefunken Opus 55 TS german radios - it

Telefunken Opus 55 TS – it

TELEFUNKEN OPUS 55 TS

Telefunken Opus 55 TS

Progettata e realizzata nel 1954 la OPUS 55 TS fu il modello di punta di tutta la produzione Telefunken per gli anni 1954/55.
Fin dal 1949 alla Telefunken decisero di contraddistinguere con il nome OPUS i modelli di radio al vertice della loro produzione. Il primo modello di Opus infatti è la OPUS 49 del 1949. Questa denominazione rimane inalterata fino al 1978 quando viene prodotto l'ultimo Opus, il 7050 HI-FI. Negli anni successivi i vari modelli verranno contraddistinti  da sigle alfanumeriche come TR550 e simili.

Il restauro di questo apparecchio è stato molto impegnativo perchè il telaio era stato cannibalizzato. Mancavano infatti potenziometri, zoccoli delle valvole, moltissimi componenti, collegamenti, le bobine di Alta Frequenza erano state strappate. L'apparecchio era insomma in condizioni pietose. Ma una macchina del genere meritava una fine molto più gloriosa ed il risultato finale ci ha dato ragione.
Lo stadio amplificatore è stato letteralmente ricostruito a nuovo, i finissimi fili delle bobine di alta frequenza sono state ricollegati con un lavoro certosino.
Le fasi di questo impegnativo restauro sono documentate fotograficamente alla fine della pagina nella sezione dedicata.

La potenza d'uscita dichiarata era di 15W, ma a giudicare dallo schema e dalle polarizzazioni dovrebbe erogarne circa 10.
La buona potenza erogata e l'elevata efficienza dei 6 altoparlanti permettono alla Opus 55 di sonorizzare efficacemente anche grandi ambienti.
Il doppio stadio di media frequenza, il complesso circuito di controreazione, lo stadio finale in push-pull ne fanno una radio di gran classe. La configurazione di questo apparecchio rimarrà pressochè invariata anche nei modelli successivi fino al passaggio alla produzione dei modelli stereofonici.
Gli apparecchi della serie Opus sono ancora oggi tra i più ricercati dai collezionisti per il loro elevatissimo standard qualitativo.


I brani della scaletta evidenziano le eccezionali capacità virtuosistiche degli esecutori. Tutti questi brani sono stati scelti appositamente per mettere a dura prova l'apparecchio. Di seguito una breve descrizione

- Il primo brano proposto è un flamenco. Ispirato alla Playa la Barrosa a Cadice in Spagna è composta ed interpretata da Paco de Lucia. La bravura del maestro spagnolo rende il flamenco godibile anche a chi si avvicina per la prima volta a questo impegnativo genere musicale.
- Con il secondo brano voliamo a Parigi per conoscere il trombettista russo-israeliano Sergei Nakariakov. Conosciuto come "Il Paganini della tromba" il lavoro di Nakariakov è affascinante perchè sperimenta continuamente trascrizioni di brani composti per altri strumenti, come il brano proposto, Moto perpetuo, scritto per violino proprio da Paganini.
- Il terzo brano, conosciuto come Vento d'inverno, classificato come op.25 no.11 è uno studio tecnico scritto da F. Chopin nel 1836. Questo studio fu scritto espressamente allo scopo di sviluppare tecnica e resistenza. Merita vederlo suonare dal vivo, è veramente sconcertante. Tuttavia Chopin non voleva stupire i suoi ascoltatori con dimostrazioni di abilità ma riteneva le sue dita "ancelle della sua anima" e con l'anima desiderava essere ascoltato, non con le orecchie (H. Heine).
- Il quarto brano è un pezzo del 1987 tratto dall'album Surfing with the alien del chitarrista Joe Satriani. Un album che fu registrato in grande economia, con un budget limitatissimo, le tre chitarre usate da Satriani furono da lui stesso modificate e furono usati strumenti elettronci per simulare molti effetti delle percussioni. Tuttavia l'album ebbe un grandissimo successo grazie proprio all'abilità ed alla creatività di Satriani. Il brano proposto è una edizione rimasterizzata nel 2014.
- L'ultimo brano, Drum solo, è una registrazione live di una performance di Daniel John Erlandsson (Malmö, 1976). Erlandsson è un batterista svedese, che ha incontrato il successo con la band metal Arch Enemy. Si contraddistingue per una ritmica suono molto precisa dove mescola passaggi metal classico con il death-metal tipico della band di cui faceva parte. Il brano è indubbiamente entusiasmante anche per i non amanti del genere Metal.

Telefunken Opus 55 TS

Telefunken Opus 55 TS

 

BLUETOOTH

Ricevitore Bluetooth integrato

CONTINUA >

PIATTAFORMA MULTI CONNESSIONE

Ogni radio viene equipaggiata con uno speciale cavo che permette la connessione con qualsiasi sorgente digitale.

CONTINUA >

ELABORAZIONI TUBESOUND

- Ricevitore Bluetooth integrato – Questa unità può essere equipaggiata con un ricevitore BLUETOOTH alimentato direttamente dall'apparecchio Questo rende possibile usare l'amplificatore da qualsiasi dispositivo digitale esterno, come IPAD, Smartphone, o sofisticate stazioni multimediali. Potrete ascoltare le vostre Stazioni Web o le vostre musiche preferite senza cavi in giro per la stanza. Su richiesta è possibile anche montare un Ricevitore Wireless.

- Connessione MultiPiattaforma - Con l'apparecchio viene fornito un cavo adattore di impedenza per connettere qualsiasi sorgente digitale, come Iphone, Smartphone, Computer, CD Player ecc. Questo cavo appositamente costruito adatta le differenti impedenze delle moderne apparecchiature digitali. Inoltre i due canali stereofonici vengono raccolti in un unico flusso senza aumentare il carico dellunità sorgente.

Kaiser Wilhelm II
Telefunken U73b Compressor
Telefunken U73b Compressor
Telefunken V76 in studio

LA STORIA

1903 Il Kaiser Guglielmo II per non concedere il monopolio delle trasmissioni wireless alla inglese Marconi, ordinò alle società, AEG e Siemens, di creare una joint venture per sviluppare la telegrafia senza fili in Germania. Il nome con la quale viene costituita è Gesellschaft für drahtlose Telegrafen mbH

1923 Il nome della compagnia viene modificato in Firmierung in Telefunken, Gesellschaft für drahtlose Telegrafen mbH. Abbreviato in Telefunken, dove Tele sta per Telegrafo e Funken significa "Lampo" nel senso di veloce, immediato.

1930 La produzione si sposta gradatamente da apparecchiature militari e governative a produzione di apparecchi di consumo. In questi anni Telefunken entra nel mercato radio-televisivo, dei registratori e della incisione di dischi.

1930 Poichè le trasmissioni via radio non servivano più solo a trasmettere messaggi telegrafici ma vere trasmissioni di parlato e di musica divenne necessario introdurre il concetto di compressione del suono, per evitare continue variazioni del livello di volume della radio. Telefunken progettò e relizzo il primo compressore per stazioni trasmittenti al mondo, l'U3. L'U73b in figura, evoluzione dei precedenti modelli, permette di cambiare il livello di compressione, il tempo di rilascio ed il tempo di attacco.

1941 Tutte le azioni Telefunken vengo trasferite alla AEG che di fatto diventa l'unico proprietario del marchio Telefunken delle sue fabbriche e dei suoi brevetti.

1948 Alla Conferenza di Copenaghen dove si decise la spartizione delle radiofrequenze delle Onde Medie e Corte del''Europa Centrale la Germania non venne invitata, a causa della guerra recentemente conclusa. Ufficialmente perchè non era ritenuta una nazione tecnologicamente importante.
A causa di ciò la Germania decise di sviluppare le trasmissioni in FM anche accorgendosi che la qualità delle trasmissioni era notevolmente superiore di quelle in AM.
In questa fase Telefunken sviluppa il sistema microfono/amplificazione V72, e le sue evoluzioni, destinate ad essere usate nella totalità delle stazioni emittenti tedesche e buona parte di quelle europee, così come dai più importanti studi di registrazione, quali EMI, Decca, Telefunken ecc.

1955 L'azienda diventa Telefunken GmbH.

1967 Telefunken viene fusa con AEG e il nome della società è diventata AEG-Telefunken.

1970 Una pessima gestione porta l'azienda a perdere continue fette di mercato. AEG inizia ad esternalizzare interi segmenti di business e si susseguono continue riorganizzazioni.

1985 Daimler-Benz AG acquista ciò che rimane della AEG-Telefunken.

1996 Il nome Telefunken viene cancellato e tutte le attività relative ai prodotti audio cessate.

Oggi Il nome della società è stato rinnovato in Telefunken Holding AG e sono responsabili per il nome Telefunken e il suo uso in tutto il mondo.Negli Stati Uniti Telefunken USA aquista il diritto a costruire e commercializzare in tutto il mondo i microfoni originali ed alcune apparecchiature audio con il marchio Telefunken Elektroakustik.
L'azienda originale che ha contribuito a diffondere la musica in tutto il mondo non c'è più.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI

Anno di produzione: 1954/55

Superheterodina IF 460/10700 8 Circuiti AM 11 Circuiti FM

Gamme d'onda: LW, MW, SW, FM

Tensioni di funzionamento (CA) 110; 125; 160; 220 Volts

6 Altoparlanti
2 Mid-Woofer frontali
2 Tweeter elettrostatici frontali
2 Tweeter a cono laterali

Dimensioni (LHD): 640 x 420 x 280 mm / 25.2 x 16.5 x 11 inch

Peso netto: 15,7 Kg

9 Valvole: ECC85, ECH81, 2 x EF89, EM80, EABC80, EC92, 2 x EL84

Antenna rotante in ferrite per le bande AM Stadio

ALTOPARLANTI

Questo apparecchio è dotato di un set di 6 altoparlanti.
Soltanto la Saba Freiburg 14, la Nordmende Tannhauser 59 ed alcuni modelli successivi della serie Opus sono dotate dello stesso numero di altoparlanti. Tutte le altre radio tedesche, anche di altissima qualità, hanno al massimo 5 altoparlanti.
Anteriormente troviamo due altoparlanti a larga banda e due tweeter elettrostatici. Tali altoparlanti sono molto direttivi per cui sono fissati ad una struttura a prisma che li orienta in modo che l'angolo di emissione risultante sia il più esteso possibile.
Lateralmente sono stati posti due tweeter a cono da 10 cm tagliati con un filtro a 6 dB per ottava in modo che oltre agli acuti riproducano anche frequenze medio-alte. Tutto lo spettro udibile viene quindi viene diffuso in maniera abbastanza omogenea in tutte le direzioni, permettendo completa libertà di movimento all'ascoltatore.

Gli altoparlanti frontali visibili in queste foto non sono originali Telefunken. Tutti gli altri altoparlanti sono originali.

CONTROLLO TONI CON INDICAZIONE DEL LIVELLO

Come ogni radio di classe tedesca anche la Opus 55 TS è provvista di controllo dei toni bassi e dei toni acuti separati.

ORIENTAMENTO ANTENNA

Dentro il mobile c'è un dipolo per la ricezione della banda FM e le Onde Corte ed una antenna rotante in ferrite per la ricezione delle Onde Medie e Lunghe.
L'antennna in Ferrite può essere ruotata dall'esterno per raccogliere il massimo segnale possibile durante la ricezione delle due bande AM.
Nella foto si vede l'intero meccanismo di rotazione di tale antenna. La sensibilità con le antenne interne è molto buona.
Naturalmente in alcune condizione usando un'antenna esterna si aumenta ulteriormente la sensibilità di ricezione.

CONTROLLO SINTONIA SEPARATI TRA AM E FM

Il sistema di sintonia è interessante e diverso da quello di altri apparecchi di produzione tedesca. L'apparecchio è dotato di meccanismi di sintonia separati per le bande AM e per quella FM. Le manopole della sintonia sono due, separate ma coassiali, con su sistemi di cavi e pulegge separati a seconda della banda. Questo tipo di sintonia ha una meccanica molto robusta. Per il mantenimento è sufficiente una pulizia e lubrificazione ogni 10/15 anni.

Telefunken Opus 55 TS

INDICATORE DI SINTONIA

L'occhio magico ovviamente è stato sostituito.

COMANDI

Telefunken Opus 55 TS

Partendo da sinistra si incontra la manopola del Volume (con loudness incorporato)
Sullo stesso asse la manopola più grande controlla la posizione dell'Antenna in Ferrite. Una finestrella ne indica la posizione.
Poi troviamo l'Occhio Magico, che indica la perfetta sintonizzazione di ciascuna stazione.
Subito sotto si vede la manopola del controllo dei toni Bassi. Sul pentagramma le note cambiano colore a seconda della posizione della manopola dei bassi.
Partendo dall'alto troviamo poi le scale delle varie bande.

Sotto ci sono nell'ordine i tasti:
AUS - Spegnimento
PLATTE - Giradischi
MAGNETTON: Registratore
LANG - Onde Lunghe
BANDREITE - Controllo larghezza di Banda in AM
MITTEL - Onde Medie
KURZ - Onde Corte
UKW - FM
Vi sono infine le manopole della Sintonia AM/FM coassiali.
Subito sotto si vede la manopola del controllo dei toni Acuti con il relativo indicatore

LATO POSTERIORE

Uscita per altoparlanti esterni.
Presa per registratore (tonbandgerat).
Ingresso giradischi (tonabnehmer)
Ingressi antenna AM ed FM e presa di terra.

LE FASI DEL RESTAURO

THE USUAL AMAZING LAST IMAGE
Telefunken Opus 55 TS

Spedizione




giovanni