Categoria: <span>german radios – it</span>

AEG Tambour 61 Stereo aeg - it

AEG Tambour 61 Stereo – it

AEG TAMBOUR 61 STEREO

AEG TAMBOUR 61 STEREO

Pur essendo il mobile progettato e costruito dalla AEG il telaio, l'elettronica e tutti i componenti arrivano dalle fabbriche Telefunken. Tutti i componenti sono addirittura marchiati Telefunken.
Ovvio, si tratta praticamente della stessa azienda.
La AEG Tambour 61 altro non è che una Telefunken Concertino 2194 rimarchiata.
L'apparecchio è veramente particolare, essendo dotato di uno stadio a media frequenza diverso da tutti gli altri dell'epoca.
Oltre ad avere uno stadio amplificatore MF in più è dotato addirittura del Controllo Automatico della Frequenza (AFC) che si inserisce automaticamente una volta sintonizzata la stazione, mentre rimane escluso durante la ricerca.

In tutti glia altri apparecchi premendo il tasto AFC si ottiene la stabilità perfetta della sintonia, ma durante la ricerca si ricevono sono le stazioni più forti; viceversa con l'AFC escluso si ricevono durante la ricerca tutte le stazioni ma se poi non si inserisce manalmente l'AFC le sintonia potrebbe non essere così stabile.
Con un sistema geniale sistema alla AEG/Telefunken hanno risolto questo problema; tale sistema è illustato nel dettaglio nel seguito della pagina.
In FM la ricezione è assolutamente perfetta e priva di fruscii.

La sezione di bassa frequenza è splendida, si tratta di due finali in classe A muniti di un paio di ECL86.
Le ECL86 sono valvole eccellenti, dal suono caldo e corposo, la Classe A fa il resto.
La potenza, in virtù del corpo altoparlanti ad alta efficienza è notevole, ed il suono molto dolce ed energico in basso.

Per la disposizione degli altoparlanti il suono rimane quasi lo stesso da qualsiasi angolazione si ascolti l'apparecchio rendendo ancora più piacevole l'uso tipico che gli apparecchi radio ci permettono di fare, ascoltare musica od altre trasmissioni mentre facciamo le nostre cose.

Per ultimo il mobile, lucidissimo ed in ottime condizioni, proporzionato e dal design innovativo, riprende infatti le curve e le forme di una lira.

 

- AFC escludibile automaticamente

AEG Tambour 61 Stereo

AEG Tambour 61 Stereo

 

STEREO
Amplificatori separati per i canali destro e sinistro
BLUETOOTH
Ricevitore Bluetooth integrato

CONTINUA >

PIATTAFORMA MULTI CONNESSIONE
Ogni radio viene equipaggiata con uno speciale cavo che permette la connessione con qualsiasi sorgente digitale.

CONTINUA >

ELABORAZIONI TUBESOUND

- Ricevitore Bluetooth integrato – Questa unità può essere equipaggiata con un ricevitore BLUETOOTH alimentato direttamente dall'apparecchio Questo rende possibile usare l'amplificatore da qualsiasi dispositivo digitale esterno, come IPAD, Smartphone, o sofisticate stazioni multimediali. Potrete ascoltare le vostre Stazioni Web o le vostre musiche preferite senza cavi in giro per la stanza. Su richiesta è possibile anche montare un Ricevitore Wireless.

Connessione Multi-Piattaforma – L'apparecchio viene fornito di un cavo di adattamento che permette di collegarlo a qualsiasi dispositivo digitale come A Iphone, Smartphone, Laptop, CD Player etc. Questo cavo speciale permette di adattare l'impedenza tra l'apparecchio ed i moderni dispositivi. Inoltre i due canali stereofonici vengono fatti confluire in un unico canale monofonico senza incrementare il carico dell'unità sorgente.

AEG Tambour 61

AEG Tambour 61

LA STORIA

La AEG "Allgemeine Electricitäts Gesellschaft" (Compagnia Generale di Elettricità) nasce praticamente nel 1883 per opera dell'ingegnere di Berlino Emil Rathenau che acquistò la licenza della lampadina di Edison per commercializzarla in Germania attraverso la società da lui fondata con il nome di ''Deutsche Edison Gesellschaft'' (DEG) (German Edison Company).
Nel 1887 AEG presentò i primi elettrodomestici durante una World Exhibition: ferro da stiro, bolittore per il thé, arriccia capelli. AEG divenne rapidamente il più importante produttore di elettrodomestici della Germania, unendo inscindibilmente il suo nome alla tradizione della qualità tedesca.
Nel 1907 AEG assume l'architto e designer Peter Behrens, come designer industriale.
Nel 1912 produce la famosissima aspirapolvere ''Dandy'' e da quel momento la AEG detterà a tutto il mercato tedesco una continua rivoluzione ed innovazione nelle apparecchiature per ambiente domestico e professionale.
Nel 1903 AEG assieme alla Siemens A.G. fonda la TELEFUNKEN con l'intenzione di far diventare quest'ultima la principale azienda tecnologica con competenze video-radio-elettroniche e militari della Germania.
Nel 1911 il Kaiser Guglielmo inviò ingegneri di Telefunken in West Sayville (New York) per erigere una torre radio di 180 metri. Una torre simile fu eretta a Nauen (Germania), creando l'unica rete di comunicazione senza fili tra Nord America e Europa. Durante la costruzione della torre a New York le maestranze tedesche proibirono l'accesso all'area lavori al personale americano.

Ora AEG appartiene al gruppo Electrolux.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI

Anno di produzione: 1961
Supereterodina IF: 472/10700
6 Circuiti AM - 12 Circuiti FM
Gamme d'onda: Onde Medie (OM), Onde Lunghe (OL), Onde Corte (OC), FM (UKW)
Altoparlanti:
2 largabanda ellittici
2 Tweeter
Dimensioni (LHP) : 640 x 375 x 270 mm / 25.2 x 14.8 x 10.6 inch
Peso netto: 14.3 kg / 31 lb 8 oz
Valvole 9: ECC85 ECH81 2xEF89 EM84 EABC80 ECC83 2xECL86
Antenna rotante in ferrite per AM

AEG Tambour 61

ALTOPARLANTI

Area di emissione dei due altoparlanti frontali

Ciascuno dei due altoparlanti frontali ha un angolo di emissione piuttosto esteso.
Mettendosi di fronte alla radio, in posizione centrale, le aree di emissione dei due altoparlanti si intersecano.
Quando si ascolta in monofonia la sensazione acustica è quella di ascoltare da un unico altoparlante centrale.
Ma essendo due la superficie di emissione è molto elevata, producendo lo stesso impatto sonoro di un grosso woofer.
Al tempo stesso i due altoparlanti frontali, avendo membrana e bobina mobile più piccoli e leggeri di un unico grosso woofer, sono molto più veloci.
I bassi quindi sono più pronti e senza coda, e l'estensione in gamma alta  è molto estesa.
Una scelta costosa ma molto performante.

CONTROLLO TONI CON INDICAZIONE DEL LIVELLO

Il sistema di controllo dei toni è molto efficiente. Sopra le grandi manopole dei controlli di tono troviamo una banda che si illumina progressivamente indicando l'enfasi data alla banda su cui agisce.

KLANGREGISTER

AEG Tambour 61 Stereo

Klangregister, Registri del suono, sono dei tasti che introducono delle curve di equalizzazione predefinite.
Sono divisi in due gruppi, sulla destra e sulla sinistra dei tasti di selezione della gamma.

Bass: Accentua i toni bassi
Solo: Esalta i toni medi
Intimi: riduce i toni acuti
Jazz: Esalta i toni acuti

Personalmente ascolto con i tasti Bass e Jazz premuti e lavoro di fino con i controlli di tono

AEG Tambour 61 Stereo

ORIENTAMENTO ANTENNA

Antenna in ferrite rotante con finestra che ne indica la posizione.

L'antenna in ferrite si ruota con la manopola grande dietro alla manopola del volume,

All'interno del mobile è presente un dipolo per la ricezione FM ed una antenna in ferrite orientabile per la ricezione AM.

La sensibilità in ricezione con le antenne interne è molto buona.

Usando un'antenna esterna la sensibilità è notevole.
Questo apparecchio infatti è stato prodotto in un periodo in cui non c'erano molte stazioni radio ed erano molto distanti tra loro.

CONTROLLO SINTONIA SEPARATI TRA AM E FM

Il sistema di sintonia è un'altro gioiello.
L'apparecchio è dotato di meccanismi di sintonia separati per le bande AM e per quella di ciascuna delle due bande FM.
Due assi concentrici sui quali sono fissate due manopole di dimensioni e forme diverse.
In questo modo è possibile mantenere in memoria la stazione sintonizzata in AM mentre si varia la sintonia in FM e viceversa.

AEG Tambour 61 Stereo

AEG Tambour 61 Stereo

AFC ESCLUDIBILE AUTOMATICAMENTE

Ed eccoci alla caratteristica esclusiva di questo splendido apparecchio, il Controllo Automatico di Frequenza AFC che si esclude automaticamente.

Il geniale meccanismo funziona così:
per sintonizzarsi su una qualsiasi stazione in FM bisogna ruotare la manopolapiù grande, quella con il bordo argentato.
Per ruotarla si preme necessariamente sulle barrette bianche che la circondano. Tali barrette, tramite dei contatti interni alla manopola (un capolavoro) disinseriscono l'AFC, per cui si possono sintonizzare tutte le stazioni, sia quelle forti, sia quelle deboli.
Appena si rilascia la manopola, tramite i medesimi contatti, l'AFC si inserisce automaticamente e la stazione viene agganciata alla sua massima potenza e rimane stabile nel tempo.
Non ho visto altri apparecchi usare questo splendido sistema. Costava forse troppo anche per i produttori tedeschi!

INDICATORE DI SINTONIA

L'occhio magico ovviamente è stato sostituito.

AEG Tambour 61

COMANDI

AEG Tambour 61 Stereo

A sinistra si trova il comando del volume (con loudness incorporato) ed assialmente a questo il comando del bilanciamento.
L'occhio magico che indica la perfetta sintonizzazione di ciascuna stazione.
La scala AM per le Onde Lunghe, Medie, Corte e la scala FM.

Sotto da sinistra troviamo nell'ordine la manopola del controllo dei bassi, i tasti Bass e Solo, quelli di accensione, giradischi Stereo, giradischi Mono, i tasti per sintonizzarsi sulle Onde Lunghe, Medie, Corte, FM, i tasti Intim e Jazz ed infine la manopola del controllo degli acuti.
Sotto ogni tasto è indicata la banda di frequenza interessata.
Vi sono infine le manopole della sintonia, AM ed FM coassiali, i cui movimenti sono molto piacevoli essendo supportate da due volani.

AEG Tambour 61 Stereo

LATO POSTERIORE

Uscita per altoparlanti esterni.
Presa per registratore (tonbandgerat).
Ingresso giradischi (tonabnehmer)
Ingressi antenna AM ed FM e presa di terra.

LE FASI DEL RESTAURO

LA CONSUETA BELLISSIMA IMMAGINE FINALE
AEG Tambour 61 Stereo
Siemens M57 m57 - it

Siemens Schatulle M57 – it

Siemens Schatulle M57

SIEMENS SCHATULLE M57

Prodotta dal 1955 al 1957 la Siemens Schatulle M57 fu uno dei modelli più indovinati dell'intera serie Schatulle.
Non venne venduta in un numero impressionante di esemplari coma le più piccola ed economica H42 e non aveva le abnormi dimensioni e l'impatto sonoro da cinema della P48, ma era certamente il modello più equilibrato da tutti i punti di vista.
Vediamo perchè definisco questa macchina la più equilibrata tra le Schatulle:

- Lo stadio di potenza è identico a quello della enorme P48, un paio di EL84 in Push-Pull, un sofisticato sistema di controreazione, controllo fisiologico del volume, controlli separati di alti e bassi.
- Gli altoparlanti sono quattro, ma a differenza della P48 dove veniva previlegiata la potenza bruta, la M57 è dotata di due larga banda bicono e due tweeter dotati di guida acustica, a tutto vantaggio della raffinatezza e della linearità di riproduzione
- Le dimensioni sono una via di mezzo tra la H42 e la P48 rendendo la M57 facilmente collocabile in ambiente ma lasciandola dotata di una maestosità veramente poco comune, soprattutto quando le finestre frontali vengono aperte.
Inoltre il rapporto tra lunghezza ed altezza rende la linea di questo apparecchio estremamente piacevole, nonostante le ragguardevoli dimensioni.
- A differenza degli altri modelli l'apparecchio può essere acceso/spento e può essere regolato il volume anche ad antine frontali chiuse.

Nessuno degli altri modelli di Schatulle ha tutte queste caratteristiche contemporaneamente, ecco il motivo del particolare interesse che riserva la M57 allinterno dei modelli Schatulle, che rappresentano poi il top della produzione della Siemens.

Il suono è estremamente corposo, questa radio va ascoltata ad alto volume in una sala spaziosa. In queste condizioni l'ascolto è estremamente coinvolgente, anzi entusiasmante.
La stabilità di sintonia è elevatissima. Riaccendendo l'apparecchio a distanza di giorni l'ultima stazione rimane perfettamente centrata.

La meccanica è "semplice" e molto robusta, la parte elettronica è abbastanza complessa, ma totalmente restaurata ovviamente.
Ulteriori caratteristiche verranno descritte in maniera puntuale nel seguito della pagina.

 

Uno dei migliori suoni ascoltabili, da Siemens

 

Siemens M57

BLUETOOTH
Ricevitore Bluetooth integrato

CONTINUA >

CONNESSIONE A DISPOSITIVI DIGITALI
Ogni apparecchio viene dotato di un cavo adattatore per connettere qualsiasi dispositivo digitale.

CONTINUA >

ELABORAZIONI TUBESOUND

Ricevitore Bluetooth integrato – Questa unità può essere equipaggiata con un ricevitore BLUETOOTH alimentato direttamente dall'apparecchio Questo rende possibile usare l'amplificatore da qualsiasi dispositivo digitale esterno, come IPAD, Smartphone, o sofisticate stazioni multimediali. Potrete ascoltare le vostre Stazioni Web o le vostre musiche preferite senza cavi in giro per la stanza. Su richiesta è possibile anche montare un Ricevitore Wireless.

Connessione Multi-Piattaforma – L'apparecchio viene fornito di un cavo di adattamento che permette di collegarlo a qualsiasi dispositivo digitale come A Iphone, Smartphone, Laptop, CD Player etc. Questo cavo speciale permette di adattare l'impedenza tra l'apparecchio ed i moderni dispositivi. Inoltre i due canali stereofonici vengono fatti confluire in un unico canale monofonico senza incrementare il carico dell'unità sorgente.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI

Anno di produzione: 1955/1957

Supereterodina IF: 468/10700
9 Circuiti AM - 14 Circuiti FM
Gamme d'onda: Onde Medie (OM), Onde Lunghe (OL), Onde Corte (OC), FM (UKW)

Alimentazione: (AC)
110; 125; 160; 220 Volt

Altoparlanti:
due 8" larga banda a doppio cono
due 4" tweeter a cono

Dimensioni (LHD): 690 x 470 x 330 mm
Net weight: 19 Kg
Valvole 11: EC92 EC92 EF89 ECH81 EM80 EF89 EF80 EABC80 ECC83 EL84 EL84

Siemens M57

CONTROLLO TONI CON INDICAZIONE DEL LIVELLO

Sopra ciascuna manopola dei controlli di tono troviamo un pentagramma con una scala di note che vengono progressivamente nascoste indicando l'enfasi data alla banda su cui agiscono.

ORIENTAMENTO ANTENNA

Antenna in ferrite rotante con finestrella che ne indica la posizione.
L'antenna in ferrite si ruota con la manopola grande dietro alla manopola del volume,

All'interno del mobile è presente un dipolo per la ricezione FM ed una antenna in ferrite orientabile per la ricezione AM.
La sensibilità in ricezione con le antenne interne è molto buona.
Usando un'antenna esterna la sensibilità è ulteriormente incrementata

Siemens M57
Siemens M57

CONTROLLO SINTONIA SEPARATI TRA AM E FM

L'apparecchio è dotato di meccanismi di sintonia separati per le bande AM e per quella FM.
Le manopole della sintonia sono assiali, una comanda la sintonia delle bande AM, l'altra quella della banda FM.

PECULIARITA'

La manopola esterna alle antine ha una doppia funzione:

- interruttore di accensione/spegnimento - premendola
- controllo del volume - ruotandola

In questo modo non è mai necessario aprire le antine per controllare l'apparecchio.
La manopola esterna si illumina di rosso quando la radio viene accesa..

Siemens M57

La tela di rivestimento delle antine deve essere acusticamente più trasparente possibile.
Per questo è una tela robusta ma forata e lascia quindi passare la luce.
Chiudendo le antine, con la radio accesa si avrebbe il bruttissimo effetto di vendere le luci retrostanti piuttosto visibili.
In Siemens hanno risolto in questo modo:
- chiudendo l'antina di sinistra viene spento l'occhio magico
- chiudendo l'antina di destra viene spenta l'illuminazione della scala parlante

L'apparecchio è dotato di commutatore di equalizzazione a due posizioni:

- Musik - L'intero spettro sonoro viene riprodotto
- Sprache - Viene riprodotta solo la parte centrale dello spettro

Nella scala l'apposito indicatore si illumina quando il commutatore è in posizione Sprache

INDICATORE DI SINTONIA

L'occhio magico è nuovo.

Siemens M57

ALTOPARLANTI

Gli altoparlanti sono quattro.

Due bicono da 21 cm molto efficienti e conosciuti dagli appassionati che utilizzano questi altoparlanti per farne dei diffusori.

La radio è dotata di 2 Tweeter a cono montati su lente acustica utilizzata per creare un piacevole effetto ambienza ed una diffusione quanto più possibile estesa anche ai lati.

COMANDI

Siemens M57

I comandi sono disposti in modo inconsueto.
A sinistra si trova il comando di rotazione dell'antenna in ferrite.
Proseguendo verso destra troviamo l'occhio magico che indica la perfetta sintonizzazione di ciascuna stazione.
Sotto l'cchio magico si vede l'indicatore dell'qualizzazione predefinita Sprache/Musik sopra illustrata.
Troviamo poi la scala AM per le Onde Corte, Medie e Lunghe ed evidenziata in un'altro colore troviamo la scala FM.

Vi è infine la manopola della sintonia, il cui movimento è molto piacevole essendo supportata da due grossi volani.
Sotto troviamo la manopola del controllo dei bassi
Poi nell'ordine i tasti di commutazione Sprache/Musik, Giradischi, Onde Lunghe, Onde Corte, Onde Medie, Antenna in Ferrite, OM Banda Stretta, FM.
Infine sulla destra la manopola del controllo degli acuti.
Il controllo del volume (con loudness incorporato) si effettua agendo sulla rotella illuminata esterna alle antine.
Premendo verso il basso tale rotella invece si effettua l'accensione e lo spegnimento dell'apparecchio.

Siemens M57

LATO POSTERIORE

Uscita per altoparlanti esterni.

Ingresso giradischi
(tonabnehmer)

Ingresso Registratore
(tonband)

Ingressi antenna AM ed FM e presa di terra.

IL RESTAURO

LA PIACEVOLE CONSUETA NOTTURNA
Siemens M57
Saba Freiburg Studio A freiburg studio a - it

Saba Freiburg Studio A – it

SABA FREIBURG STUDIO A

SABA FREIBURG STUDIO A

La Saba Freiburg Studio A è la massima espressione della produzione tedesca per quanto riguarda i sintoamplificatori a valvole dotati di ricerca automatica.
Nessun sintoamplificatore tedesco può dare di più, e nessuno racchiude tutte le caratteristiche e le prestazioni che ha la Saba Freiburg Studio A.

Elettronicamente è lo stesso corpo macchina usato nella Saba Freiburg 14 per cui riguardo alla descrizione tecnica si può fare riferimento a questa pagina, ma le possibilità di utilizzazione sono molto diverse.
In questa descrizione mi concentrerò proprio su questa versatilità.

- Il primo vantaggio è che essendo priva di altoparlanti il mobile è mobile è molto più compatto, e questo permette di posizionarla in ambiente con molta più facilità.
- Il secondo vantaggio è che è possibile accoppiare l'apparecchio con i diffusori più adatti e posizionare i diffusori nel modo più opportuno per un ascolto ideale.

Queste possibilità che offrono i sintoamplificatori, tra cui la Saba Freiburg Studio A, sono importantissime. Se ben sfruttate possono cambiare radicalmente il suono di un impianto.
Mi permetto in questa particolare recensione di dare una indicazione, che ritengo fondamentali, e rimango in attesa delle considerazione di chi intende sperimentarla.

1 - Non posizionare le elettroniche in mezzo ai due diffusori.
Nelle foto il sintoamplificatore è in mezzo ai diffusori esclusivamente per esigenze fotografiche. Nella configurazione reale esso va posizionato da un lato. L'ascolto della musica è un'esperienza totale e coinvolge altri sensi oltre all'udito.
Provate ad ascoltare un brano al buio. Poi lo stesso brano alla luce, in casa vostra. Ed ancora lo stesso brano usato come colonna sonora guardando un film.  Da ultimo provate ad ascoltare nuovamente lo stesso brano guardando il video di quel concerto.
In tutti questi casi, ed in molte altre situazioni, il suono sarà percepito ed elaborato dal nostro cervello in maniera diversa. E produrrà effettivamente sensazioni diverse anche se stiamo ascoltando sempre lo stesso brano.
Come dire: la verità non è percepibile. Dobbiamo accontentarci solo di punti di vista, di visioni parziali.
Disporre le elettroniche in mezzo ai diffusori deforma la nostra percezione del suono. Tendiamo a concentrarci al centro, sulle elettroniche, perdendo parzialmente la spazialità, la profondità ed i particolari.
Attenzione anche alle risonaze meccaniche delle apparecchiature poste al centro dei diffusori, ma non comincio nemmeno ad affrontare questo discorso per ora.

Nessun sintoamplificatore a valvole di produzione tedesca può dare di più.

Saba Freiburg Studio A

Saba Freiburg Studio A

BLUETOOTH
Ricevitore Bluetooth integrato

CONTINUA >

CONNESSIONE A DISPOSITIVI DIGITALI
Ogni apparecchio viene dotato di un cavo adattatore per connettere qualsiasi dispositivo digitale.

CONTINUA >

ELABORAZIONI TUBESOUND

Ricevitore Bluetooth integrato – Questa unità può essere equipaggiata con un ricevitore BLUETOOTH alimentato direttamente dall'apparecchio Questo rende possibile usare l'amplificatore da qualsiasi dispositivo digitale esterno, come IPAD, Smartphone, o sofisticate stazioni multimediali. Potrete ascoltare le vostre Stazioni Web o le vostre musiche preferite senza cavi in giro per la stanza. Su richiesta è possibile anche montare un Ricevitore Wireless.
Connessione Multi-Piattaforma – L'apparecchio viene fornito di un cavo di adattamento che permette di collegarlo a qualsiasi dispositivo digitale come A Iphone, Smartphone, Laptop, CD Player etc. Questo cavo speciale permette di adattare l'impedenza tra l'apparecchio ed i moderni dispositivi. Inoltre i due canali stereofonici vengono fatti confluire in un unico canale monofonico senza incrementare il carico dell'unità sorgente.

Saba Factory - Villingen - 1960

Saba Factory - Villingen - 1960

LA STORIA

Saba è l'acronimo di Schwarzwälder-Apparate-Bau-Anstalt che significa Istituto Ingegneristico di apparati tecnologici della Foresta Nera.
L'azienda viene fondata nel lontano 1835 da Joseph Benedikt con il nome di Jockele - Uhren, ma solo nel 1923 comincia la produzione di componenti per apparecchi radio e l'azienda prende il nome SABA.
Alla fine degli anni 20 SABA spopola con il celebre S35 e negli anni successivi il marchio diventa il secondo produttore tedesco dopo Telefunken.
Durante la guerra SABA produce ovviamente apparecchiature militari e nel 45 l'azienda viene completamente distrutta in un bombardamento.
Nel 47 ricomincia la produzione di radio e SABA si distingue immediatamente per la produzione di avanguardia e di altissimo livello.
Inizia anche le produzione di televisori (il primo TV a colori PAL è un SABA), elettrodomestici ed apparecchiature mediche.
Molti italiani lavorarono alla SABA.
Diventano famosi gli altoparlanti Greencone in Alnico per le loro caratteristiche di linearità, tenuta in potenza, impedenza costante che verranno usati in tutti gli apparecchi HI-FI dell'epoca anche da molti altri costruttori.
Diventano anche famosi gli apparecchi radio con sintonia motorizzata e SABA diventa il marchio di riferimento tedesco, sinonimo di qualità, affidabilità e precisione maniacale.
Negli anni 70 comincia il declino. Per le riviste specializzate dell'epoca avere un apparecchio che non fosse giapponese negli anni 70 significava non avere HI-FI. Negli anni 80 la Thomson rileva la SABA.
Negli anni 90 dietrofront, avere una apparecchio giapponese anni 70 significava non avere HI-FI, si scopre che lavoravano con controreazione del 96% e che un apparecchio con estensione di 0,001 db da 1 a 100 KHz non suona necessariamente bene.
Ci fidiamo poco delle nostre orecchie e troppo di quello che dicono gli altri, non necessariamente in buona fede.
2007, per insolvenza la SABA sparisce dalla joint venture TCL (Cinese) e Thomson (Francese) e cessa di esistere.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI

Anno di produzione: 1963-64
Nr circuiti accordati 10 AM - 13 FM
Gamme d'onda: Onde medie, Lunghe, corte, FM

Dimensioni (LHD): 680 x 310 x 310 mm
Peso netto: 20.5 kg
Valvole 14: 2xEC92 ECH81 EF89 EM87 EBF89 2xEF86 ECC83 2xELL80 EM84 EABC80 ECL80
Antenna rotante in ferrite
Sintonia automatica motorizzata
Telecomando opzionale
Decoder FM stereo

 

Saba Freiburg 14

CONTROLLO TONI CON INDICAZIONE DEL LIVELLO

Il sistema di controllo dei toni è molto efficiente. Sopra le manopole dei controlli di tono troviamo una finestra che si illumina progressivamente indicando l'enfasi data alla banda su cui agiscono.

BANDBREITE SCHALTBAR

Il sistema di correzione della risposta in frequenza è composto da due tasti, MUSIK e SPRACHE che inseriscono due curve di equalizzazione predefinite che permettono rispettivamente di ascoltare musica enfatizzando i toni bassi ed alti la estendendo banda passante all'intera gamma auditiva o enfatizzando i toni medi consentendo un ascolto più chiaro di trasmissioni prevalentemente parlate.
Selezionando una o l'altra curva caratteristica si accende una luce che indica la scelta effettuata.

Saba Freiburg 14

ORIENTAMENTO ANTENNA

Antenna in ferrite rotante con finestra illuminata che ne indica la posizione.

L'antenna in ferrite si ruota con la manopola grande coassiale alla manopola del volume.
All'interno del mobile è presente un dipolo per la ricezione FM ed una antenna in ferrite orientabile per la ricezione AM.
La sensibilità in ricezione con le antenne interne è molto buona.
Usando un'antenna esterna la sensibilità aumenta ancora.

CONTROLLO SINTONIA SEPARATI TRA AM E FM

L'apparecchio è dotato di meccanismi di sintonia separati per le bande AM e per quella di ciascuna delle due bande FM.
La manopola della sintonia è una sola ma un selettore commuta su sistemi di cavi e pulegge separati a seconda della banda.
Notare l'accuratezza e la complessità del gruppo FM motorizzato.

Saba Freiburg 14

INDICATORI DI SINTONIA E STEREOFONIA

Entrambi gli occhi magici sono nuovi, sia quello che indica la sintonia sia quello che indica la ricezione di una stazione stereo.
L'occhio magico di destra è usato come indicatore dell'intensità di modulazione delle stazioni ricevute in stereofonia.

SINTONIA AUTOMATICA MOTORIZZATA

Il sistema di sintonia è un vero gioiello. Si tratta di un motore con avvolgimenti alimentati in maniera sfasata da alcuni condensatori per modificarne il senso di rotazione a seconda se la ricerca avviene in un senso o nell'altro.
La centratura della sintonia viene attuata prelevando parte del segnale dal circuito del CAC ed usandolo per controllare un tubo che viene fatto funzionare da relè. La taratura è piuttosto complessa come anticipato e non può essere fatta senza i manuali originali SABA.
Di seguito un particolare del motore e la sezione di schema preposta al controllo dell'automatismo.

Saba Freiburg 14
Saba Freiburg 14

CONTROLLO DI VOLUME

Altro particolare interessante è il controllo di volume.
La manopola non comanda direttamente il potenziometro di volume, non è fissata direttamente sul perno di comando.

Il controllo è ottenuto tramite un rinvio snodato, questo permette l'inserimento di una motorizzazione per il telecomando ed un lieve effetto frizione che aumenta la resistenza al movimento della manopola.

TELECOMANDO

Altro particolare quasi esclusivo, è possible inserire la spina che si vede nella foto nell'apposita presa posteriore e comandare il volume e la sintonia da lontano con l'apposito telecomando.

Immagini di repertorio

TASTIERA ILLUMINATA

Altro preziosismo stupefacente, tutti i tasti di selezione di gamma sono illuminati.

Naturalmente si illumina di volta in volta solo il tasto relativo alla gamma selezionata.

Le lampadine sottostanti non sono standard e sono molto difficili da trovare.

COMMUTATORE MONO/STEREO

Naturalmente anche la commutazione Mono/Stereo ha i suoi indicatori illuminati sulla scala parlante, ci mancherebbe!

Un'osservazione, di solito importante:
l'ascolto in posizione Stereo è possibile quando si ascolta da lettore CD, o IPOD, o comunque da ingresso Fono ma, a differenza di tutti i modelli precedenti, su questo modello è presente il decoder stereo, per cui si sente veramente in stereofonia anche ascoltando in FM.

Trio-Kenwood KL333

ALTOPARLANTI

Questo sinto-amplificatore può essere accoppiato con qualsiasi diffusore dotato di una efficienza possibilmente elevata.
Supponendo di non disporre dello spazio necessario a diffusori Open Baffle e/o a tromba, ho accoppiato questa Saba ad una coppia dei diffusori tra i miei preferiti.
Si tratta delle KL333, un due vie Bass Reflex con tweeter a tromba, costruite dalla Trio-Kenwood nel 1972.
Questi diffusori sono eccellenti, molto dolci e definiti. Hanno una efficienza di 98 dB ed una risposta in frequenza pressochè lineare da 45 a 20.000 Hz.
Questi diffusori sono stati progettati con molta cura. Il condotto del Bass Reflex elimina completamente le code sui bassi, punto debole di questo tipo di diffusori.
Ma la caratteristica più interessante è il taglio di frequenza a 6400 Hz. Questo taglio è altissimo e l'effetto risultante è quasi quello di un altoparlante monovia; quindi grandissima presenza e precisione nella localizzazione degli strumenti e delle voci.
Rispetto ai monovia classici inoltre si ha un rinforzo dei bassi grazie al sistema a condotto, ed un rinforzo degli acuti ed acutissimi grazie al tweeter a tromba.
Con un pò di cura nella disposizione dei diffusori il risultato sonoro stupirà per la sua freschezza e profondità.

COMANDI

Trio Kenwood KL-333

La prima finestrella che si vede a sinistra indica l'inserimento e la posizione dell'antenna rotante interna in ferrite.
Quindi da sinistra si trova il comando del volume (con loudness incorporato) ed assialmente a questo il comando di rotazione dell'antenna in ferrite.
Sopra il controllo di volume si trova l'occhio magico che indica la perfetta sintonizzazione di ciascuna stazione.
Sotto vediamo l'indicatore Mono/Stereo.
Sotto ancora la manopola del controllo dei toni bassi.
La scala AM per le Onde Corte, Medie, Lunghe ed FM.
Sotto da sinistra troviamo nell'ordine i tasti Musik/Sprache, Stereo/Mono, Ingresso AUX, i tasti per sintonizzarsi sulle bande per sintonizzarsi sulle Onde Lunghe, Medie, Corte, FM, il tasto di inserimento del sistema di Sintonia Motorizzata - Automatik ed infine il pulsante di Accensione.

A fianco vediamo la manopola del controllo dei toni acuti.
L'indicatore dell'equalizzazione Musik/Sprache.
Ancora a destra la manopola della sintonia, il cui movimento è molto piacevole essendo supportata da un grosso volano.
A destra l'indicatore del funzionamento della Sintonia Automatica.
Sopra vediamo l'indicatore della modulazione stereo.
Sotto troviamo i due tasti per il funzionamento della Sintonia Automatica. Ciascun tasto aziona il meccanismo di sintonia automatica in una direzione o nell'altra. Tenendo premuto uno dei due tasti il motore aziona l'indicatore della sintonia in maniera continua, per lo spostamento veloce.

Saba Freiburg Studio A

LATO POSTERIORE

Uscita per altoparlanti esterni.
Presa per registratore (tonbandgerat).
Ingresso giradischi (tonabnehmer)
Ingresso per telecomando.
Ingressi antenna AM ed FM e presa di terra.

Ed infine la consueta notturna finale ...
Saba Freiburg Studio A
SABA Stereo I SRI-16 – SRI 18 german radios - it

Saba Stereo I SRI-16 – SRI 18 – it

SABA STEREO I SRI-16 – SRI 18

SABA STEREO I SRI-16 – SRI 18

Lo Steuergerät secondo SABA

Steuergerät tradotto significa Unità Elettronica di Controllo.
Racchiude il sintonizzatore e l'amplificatore entrambi stereofonici, e vi si può collegare un giradischi, piuttosto che un lettore CD/DVD o qualsiasi altro tipo di fonte sonora.
Quello che mi interessava di questo apparecchio era la grande esperienza che la Saba aveva accumulato sugli Steuergerat. Infatti prima di arrivare allo SRI-16 la Saba produsse nel 62 la Freiburg-Studio, nel 63 la Freiburg Studio A, nel 64 Stereo-Studio 1, per arrivare nel 65 a questa nuova e bella macchina.

La qualità Saba si vede e si sente tutta.
La linea è molto diversa da tutte le altre macchine dell'epoca. Un unico grande schermo in vetro serigrafato con in evidenza sulla destra il grande indicatore stilizzato della posizione dell'antenna in ferrite. Piccole manopole, tutte uguali, con serigrafie distinte per funzione, una singola tastiera che raccoglie tutte le funzioni.
Un design che mette la funzionalità al primo posto. Molto elegante, non può stancare, è ancora attualissimo.

Le doti musicali di questa macchina meritano una descrizione particolareggiata. Viene analizzata più avanti nel dettaglio.

Ho accoppiato questa macchina con una coppia di meravigliose Celestion 120, i famosi box costruiti nella fabbrica di Ditton.
I box successivi verranno infatti commercializzati come Celestion Ditton. Box che rappresentano la massima espressione della musicalità inglese dell'epoca nella fascia di prodotti accessibile a tutti.
L'efficienza di questi box è sufficiente a "far suonare" forte la Saba.
Anche in questo caso ho provato ad accoppiarlo ad un'altra coppia di box tra quelli che preferisco, dei box 600 della Grundig ma il risultato non è stato soddisfacente. Si è manifestato subito un eccesso di bassi, troppi e troppo avanti. Gli acuti rimangono puliti ma le Celestion restituiscono un immagine musicale più trasparente, più cristallina.

Ennesima prova che i box Grundig sono digeriti solo da elettroniche Grundig.

Anche qui, ovviamente, ore ed ore di ascolto mai affaticante e pulito, anche se un po più energico che con gli altri Steruerget provati sin'ora.

SABA Stereo I SRI-16 – SRI 18

BLUETOOTH
Ricevitore Bluetooth integrato

CONTINUA >

CONNESSIONE A DISPOSITIVI DIGITALI
Ogni apparecchio viene dotato di un cavo adattatore per connettere qualsiasi dispositivo digitale.

CONTINUA >

TUBESOUND IMPROVEMENT

Ricevitore Bluetooth integrato – Questa unità può essere equipaggiata con un ricevitore BLUETOOTH alimentato direttamente dall'apparecchio Questo rende possibile usare l'amplificatore da qualsiasi dispositivo digitale esterno, come IPAD, Smartphone, o sofisticate stazioni multimediali. Potrete ascoltare le vostre Stazioni Web o le vostre musiche preferite senza cavi in giro per la stanza. Su richiesta è possibile anche montare un Ricevitore Wireless.
Connessione Multi-Piattaforma – L'apparecchio viene fornito di un cavo di adattamento che permette di collegarlo a qualsiasi dispositivo digitale come A Iphone, Smartphone, Laptop, CD Player etc. Questo cavo speciale permette di adattare l'impedenza tra l'apparecchio ed i moderni dispositivi. Inoltre i due canali stereofonici vengono fatti confluire in un unico canale monofonico senza incrementare il carico dell'unità sorgente.

Saba Factory - Villingen - 1960

Saba Factory - Villingen - 1960

LA STORIA

Saba è l'acronimo di Schwarzwälder-Apparate-Bau-Anstalt che significa Istituto Ingegneristico di apparati tecnologici della Foresta Nera.
L'azienda viene fondata nel lontano 1835 da Joseph Benedikt con il nome di Jockele - Uhren, ma solo nel 1923 comincia la produzione di componenti per apparecchi radio e l'azienda prende il nome SABA.
Alla fine degli anni 20 SABA spopola con il celebre S35 e negli anni successivi il marchio diventa il secondo produttore tedesco dopo Telefunken.
Durante la guerra SABA produce ovviamente apparecchiature militari e nel 45 l'azienda viene completamente distrutta in un bombardamento.
Nel 47 ricomincia la produzione di radio e SABA si distingue immediatamente per la produzione di avanguardia e di altissimo livello.
Inizia anche le produzione di televisori (il primo TV a colori PAL è un SABA), elettrodomestici ed apparecchiature mediche.
Molti italiani lavorarono alla SABA.
Diventano famosi gli altoparlanti Greencone in Alnico per le loro caratteristiche di linearità, tenuta in potenza, impedenza costante che verranno usati in tutti gli apparecchi HI-FI dell'epoca anche da molti altri costruttori.
Diventano anche famosi gli apparecchi radio con sintonia motorizzata e SABA diventa il marchio di riferimento tedesco, sinonimo di qualità, affidabilità e precisione maniacale.
Negli anni 70 comincia il declino. Per le riviste specializzate dell'epoca avere un apparecchio che non fosse giapponese negli anni 70 significava non avere HI-FI. Negli anni 80 la Thomson rileva la SABA.
Negli anni 90 dietrofront, avere una apparecchio giapponese anni 70 significava non avere HI-FI, si scopre che lavoravano con controreazione del 96% e che un apparecchio con estensione di 0,001 db da 1 a 100 KHz non suona necessariamente bene.
Ci fidiamo poco delle nostre orecchie e troppo di quello che dicono gli altri, non necessariamente in buona fede.
2007, per insolvenza la SABA sparisce dalla joint venture TCL (Cinese) e Thomson (Francese) e cessa di esistere.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI

Anno di prduzione: 1965
Frequenza intermedia IF: 460/10700
Nr circuiti accordati:
6 Circuiti AM
11 Circuiti FM
Gamme d'onda: Onde medie, Lunghe, corte, FM
Altoparlanti esterni
Dimensioni (LHD): 645 x 235 x 220 mm; 25.39 x 9.25 x 8.66 in
Peso netto: 15 kg; 529 oz
Valvole 7: ECC85 ECH81 EAF801 ECC83 EMM803 2xECLL800

Antenna rotante in ferrite
Decoder FM stereo

SABA Stereo I SRI-16 – SRI 18
SABA Stereo I SRI-16 – SRI 18

DIFFUSORI ACUSTICI SEPARATI

Come qualsiasi sinto-amplificatore moderno l'unità non è provvista di altoparlanti posti all'interno del mobile, sarebbe impossibile ottenere qualcosa che possa fregiarsi del titolo di HI-FI.

DECODER STEREO

L'unità è dotata di Stereo-Decoder, quindi è veramente stereo, non come la maggior parte delle altre radio dell'epoca che erano in realtà monofoniche quando si ascoltava una stazione FM stereo.
Cioè il giradischi si sentiva in stereo, ma la radio comunque sempre in mono.

SABA Stereo I SRI-16 – SRI 18
SABA Stereo I SRI-16 – SRI 18

ANTENNE

All'interno del mobile è presente un dipolo per la ricezione FM ed una antenna rotante in ferrite per la ricezione AM.

La sensibilità in ricezione con le antenne interne è molto buona e non c'è bisogno di antenne esterne.
Oggi questo è scontato, ma nel 67 non lo era affatto.

SEZIONE FM

La sezione FM è composta dalla collaudatissima ECC85 in configurazione Amplificatore RF/Oscillatore-Mescolatore.
La sezione non è afflitta dai problemi che caratterizzavano gli apparecchi dell'epoca, in particolare lo Stereomeister 3000 della Grundig, cioè l'instabilità nel mantenere la sintonia.
La sezione FM è comandata da una manopola separata rispetto alla sezione AM.
La complessità meccanica di questa soluzione è minima, aumentando enormemente l'affidabilità del sistema.

SABA Stereo I SRI-16 – SRI 18
SABA Stereo I SRI-16 – SRI 18

INDICATORE DI SINTONIA

L'occhio magico funziona perfettamente.

COMANDI

SABA Stereo I SRI-16 – SRI 18

In alto a sinistra troviamo l'occhio magico diviso in due sezioni, la prima indica se la stazione è stereo, la seconda indica la perfetta sintonizzazione di ogni stazione.
A fianco troviamo la scala delle bande AM, cioè Onde Corte, Medie, Lunghe.
La scala inferiore è quella della banda FM.
I tasti cominciando da sinistra sono rispettivamente:
On/Off - Onde Lunghe - Onde Medie - Onde Corte - FM - Phono - Mono/Stereo

La prima manopola da sinistra è quella del comando dei toni acuti.
Troviamo poi quella del controllo dei toni bassi, e quella del volume, con loudness incorporato.
Assialmente a questa troviamo la manopola del bilanciamento tra i canali Destro e Sinistro.
Vi sono poi le due manopole separate per il contollo della sintonia nelle bande AM ed FM.
Coassialmente alla manopola della sintonia FM troviamo l'interruttore rotativo che inserisce l'AFC. (controllo automaitico di frequenza - impedisce lo slittamento della sintonia una volta centratat la stazione)
Notare che sulle manopole della sintonia è inciso un punto dello stesso colore dell'indice su cui la manopola agisce.
L'ultima manopola a destra è quella che permette la rotazione dell'antenna in ferrite per le bande AM.
Sopra a questa troviamo il grosso indicatore stilizzato della posizione dell'antenna, con interruttore automatico nella posizione Zero.

LATO POSTERIORE

Cambiatensione e cavo di alimentazione
Uscita per altoparlanti esterni.
Ingresso/Uscita per registratore.
Ingresso giradischi, CD, AUX.
Ingressi antenna AM ed FM e presa di terra.

IMPRESSIONI D'ASCOLTO

Sempre doveroso premettere che NON sono un esperto audiofilo e che quindi queste mie impressioni hanno esattamente il valore che hanno, cioè sono le mie impressioni.
La sezione radio è perfetta, stabile, con una perfetta selettività ancora oggi e con un facile sintonizzazione delle emittenti dovute alla lunga scala.
Altri apparecchi concorrenti Graetz Stereo Unit 250 o Grundig Stereomeister 3000 avevano 5/6 stazioni preselezionabili e memorizzabili, ma su quest'ultimo, lo Stereomeister, questo preziosismo era una gran fonte di problemi.

I miei banchi di prova da tempo sono due, sempre gli stessi, Hosianna Mantra, il capolavoro dei Popol Vuh e The 6 Unaccompanied Cello Suites di Bach suonate, anzi INTERPRETATE da Yo-Yo Ma.

Il letture CD è un Grundig CD35, una tra le migliori macchine vintage che mi siano mai capitate tra le mani.

Anche su questo apparecchio la rotondità, la dolcezza, la corposità dei bassi e gli acuti mai affaticanti sono le caratteristiche principali.
La fatica di ascolto con la coppia Saba/Celestion non arriva mai.
Rispetto ad altre macchine che usano lo stesso controfase c'è la sensazione di avere un po più di potenza, ma è solo una sensazione, siamo intorno ai 9 W RMS per canale.
Casse troppo dure o poco efficienti potrebbero mortificare le caratteristiche dello stadio finale.

Inserito Allevilive di Giovanni Allevi tra di CD di riferimento per testare le macchine.
Con la coppia Saba/Celestion il pianoforte di Allevi è sempre molto vivace e ricchissimo di armoniche. E' necessario tenere alto il volume, il pianoforte è uno strumento difficilissimo da riprodurre. Non ho il riferimento di ascolto con altre macchine.

LA CONSUETA NOTTURNA FINALE
SABA Stereo I SRI-16 – SRI 18
Saba Freiburg 14 freiburg 14 - it

Saba Freiburg Vollautomatic 14 Stereo – it

SABA FREIBURG VOLLAUTOMATIC 14 STEREO

SABA FREIBURG VOLLAUTOMATIC 14 STEREO

Iniziai la descrizione della Saba Freiburg 100 con questa frase: Il destino dei grandi è quello di superare se stessi.
E la storia continua, la Saba Freiburg 14 è l'evoluzione delle Freiburg 100, 125, 11 e 12.
La Freiburg 14 è quasi la massima evoluzione del modello.
Sarà seguita solo dalla Freiburg 18 da cui differiesce tecnicamente perchè ha due tweeter tondi al posto del tweeter ellittico ed esteticamente per la sostituzione della tela con una serie di sottili righe di legno (soluzione estetica che non piace a tutti).

La Saba, come tradizione dei prodotti tedeschi, continuerà ad usare il nome Freiburg sui suoi modelli top, ma questi non avranno più niente a che fare con questo mostro sacro della produzione teutonica.

Sottolineo infine che stiamo analizzando il modello di punta del più prestigioso marchio tedesco nell'epoca del massimo fulgore della tecnologia e della produzione teutonica.
Solo la Siemens P48 può competere in prestigio ed in grandeur con questo apparecchio ma non è stereofonica, nè ha la sintonia automatica.

Come ho già scritto l'impatto visivo iniziale è scioccante ed entusiasmante. L'apparecchio è enorme, e non fa nulla per nascondere la sua imponenza, anzi la ostenta spavaldamente. Non tollera essere considerata come le altre. Vuole incutere rispetto, e ci riesce.

L'impatto acustico è perfino più forte, ma vediamo prima una breve descrizione di una delle peculiarità di questo apparecchio, il sistema di altoparlanti.

BLUETOOTH
Ricevitore Bluetooth integrato

CONTINUA >

CONNESSIONE A DISPOSITIVI DIGITALI
Ogni apparecchio viene dotato di un cavo adattatore per connettere qualsiasi dispositivo digitale.

CONTINUA >

ELABORAZIONI TUBESOUND

Ricevitore Bluetooth integrato – Questa unità può essere equipaggiata con un ricevitore BLUETOOTH alimentato direttamente dall'apparecchio Questo rende possibile usare l'amplificatore da qualsiasi dispositivo digitale esterno, come IPAD, Smartphone, o sofisticate stazioni multimediali. Potrete ascoltare le vostre Stazioni Web o le vostre musiche preferite senza cavi in giro per la stanza. Su richiesta è possibile anche montare un Ricevitore Wireless.
Connessione Multi-Piattaforma – L'apparecchio viene fornito di un cavo di adattamento che permette di collegarlo a qualsiasi dispositivo digitale come A Iphone, Smartphone, Laptop, CD Player etc. Questo cavo speciale permette di adattare l'impedenza tra l'apparecchio ed i moderni dispositivi. Inoltre i due canali stereofonici vengono fatti confluire in un unico canale monofonico senza incrementare il carico dell'unità sorgente.

Saba Factory - Villingen - 1960

Saba Factory - Villingen - 1960

LA STORIA

Saba è l'acronimo di Schwarzwälder-Apparate-Bau-Anstalt che significa Istituto Ingegneristico di apparati tecnologici della Foresta Nera.
L'azienda viene fondata nel lontano 1835 da Joseph Benedikt con il nome di Jockele - Uhren, ma solo nel 1923 comincia la produzione di componenti per apparecchi radio e l'azienda prende il nome SABA.
Alla fine degli anni 20 SABA spopola con il celebre S35 e negli anni successivi il marchio diventa il secondo produttore tedesco dopo Telefunken.
Durante la guerra SABA produce ovviamente apparecchiature militari e nel 45 l'azienda viene completamente distrutta in un bombardamento.
Nel 47 ricomincia la produzione di radio e SABA si distingue immediatamente per la produzione di avanguardia e di altissimo livello.
Inizia anche le produzione di televisori (il primo TV a colori PAL è un SABA), elettrodomestici ed apparecchiature mediche.
Molti italiani lavorarono alla SABA.
Diventano famosi gli altoparlanti Greencone in Alnico per le loro caratteristiche di linearità, tenuta in potenza, impedenza costante che verranno usati in tutti gli apparecchi HI-FI dell'epoca anche da molti altri costruttori.
Diventano anche famosi gli apparecchi radio con sintonia motorizzata e SABA diventa il marchio di riferimento tedesco, sinonimo di qualità, affidabilità e precisione maniacale.
Negli anni 70 comincia il declino. Per le riviste specializzate dell'epoca avere un apparecchio che non fosse giapponese negli anni 70 significava non avere HI-FI. Negli anni 80 la Thomson rileva la SABA.
Negli anni 90 dietrofront, avere una apparecchio giapponese anni 70 significava non avere HI-FI, si scopre che lavoravano con controreazione del 96% e che un apparecchio con estensione di 0,001 db da 1 a 100 KHz non suona necessariamente bene.
Ci fidiamo poco delle nostre orecchie e troppo di quello che dicono gli altri, non necessariamente in buona fede.
2007, per insolvenza la SABA sparisce dalla joint venture TCL (Cinese) e Thomson (Francese) e cessa di esistere.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI

Anno di produzione: 1963-64
Nr circuiti accordati 10 AM - 13 FM
Gamme d'onda: Onde medie, Lunghe, corte, FM
5 Altoparlanti Greencone:
2 x 10" woofer in Alnico
2 x 8" mid/woofer in Alnico
1 tweeter in Alnico
Dimensioni (LHD): 700 x 455 x 310 mm
Peso netto: 24,3 kg
Valvole 14: 2xEC92 ECH81 EF89 EM87 EBF89 2xEF86 ECC83 2xELL80 EM84 EABC80 ECL80
Antenna rotante in ferrite
Sintonia automatica motorizzata
Telecomando opzionale
Decoder FM stereo

 

Saba Freiburg 14

CONTROLLO TONI CON INDICAZIONE DEL LIVELLO

Il sistema di controllo dei toni è molto efficiente. Sopra le manopole dei controlli di tono troviamo una finestra che si illumina progressivamente indicando l'enfasi data alla banda su cui agiscono.

BANDBREITE SCHALTBAR

Il sistema di correzione della risposta in frequenza è composto da due tasti, MUSIK e SPRACHE che inseriscono due curve di equalizzazione predefinite che permettono rispettivamente di ascoltare musica enfatizzando i toni bassi ed alti la estendendo banda passante all'intera gamma auditiva o enfatizzando i toni medi consentendo un ascolto più chiaro di trasmissioni prevalentemente parlate.
Selezionando una o l'altra curva caratteristica si accende una luce che indica la scelta effettuata.

Saba Freiburg 14

ORIENTAMENTO ANTENNA

Antenna in ferrite rotante con finestra illuminata che ne indica la posizione.

L'antenna in ferrite si ruota con la manopola grande coassiale alla manopola del volume.
All'interno del mobile è presente un dipolo per la ricezione FM ed una antenna in ferrite orientabile per la ricezione AM.
La sensibilità in ricezione con le antenne interne è molto buona.
Usando un'antenna esterna la sensibilità aumenta ancora.

CONTROLLO SINTONIA SEPARATI TRA AM E FM

L'apparecchio è dotato di meccanismi di sintonia separati per le bande AM e per quella di ciascuna delle due bande FM.
La manopola della sintonia è una sola ma un selettore commuta su sistemi di cavi e pulegge separati a seconda della banda.
Notare l'accuratezza e la complessità del gruppo FM motorizzato.

Saba Freiburg 14

INDICATORI DI SINTONIA E STEREOFONIA

Entrambi gli occhi magici sono nuovi, sia quello che indica la sintonia sia quello che indica la ricezione di una stazione stereo.
L'occhio magico di destra è usato come indicatore dell'intensità di modulazione delle stazioni ricevute in stereofonia.

SINTONIA AUTOMATICA MOTORIZZATA

Il sistema di sintonia è un vero gioiello. Si tratta di un motore con avvolgimenti alimentati in maniera sfasata da alcuni condensatori per modificarne il senso di rotazione a seconda se la ricerca avviene in un senso o nell'altro.
La centratura della sintonia viene attuata prelevando parte del segnale dal circuito del CAC ed usandolo per controllare un tubo che viene fatto funzionare da relè. La taratura è piuttosto complessa come anticipato e non può essere fatta senza i manuali originali SABA.
Di seguito un particolare del motore e la sezione di schema preposta al controllo dell'automatismo.

Saba Freiburg 14
Saba Freiburg 14

CONTROLLO DI VOLUME

Altro particolare interessante è il controllo di volume.
La manopola non comanda direttamente il potenziometro di volume, non è fissata direttamente sul perno di comando.

Il controllo è ottenuto tramite un rinvio snodato, questo permette l'inserimento di una motorizzazione per il telecomando ed un lieve effetto frizione che aumenta la resistenza al movimento della manopola.

TELECOMANDO

Altro particolare quasi esclusivo, è possible inserire la spina che si vede nella foto nell'apposita presa posteriore e comandare il volume e la sintonia da lontano con l'apposito telecomando.

Immagini di repertorio

TASTIERA ILLUMINATA

Altro preziosismo stupefacente, tutti i tasti di selezione di gamma sono illuminati.

Naturalmente si illumina di volta in volta solo il tasto relativo alla gamma selezionata.

Le lampadine sottostanti non sono standard e sono molto difficili da trovare.

COMMUTATORE MONO/STEREO

Naturalmente anche la commutazione Mono/Stereo ha i suoi indicatori illuminati sulla scala parlante, ci mancherebbe!

Un'osservazione, di solito importante:
l'ascolto in posizione Stereo è possibile quando si ascolta da lettore CD, o IPOD, o comunque da ingresso Fono ma, a differenza di tutti i modelli precedenti, su questo modello è presente il decoder stereo, per cui si sente veramente in stereofonia anche ascoltando in FM.

ALTOPARLANTI

Gli altoparlanti sono un'altro punto eccezionale di questo apparecchio.
Si tratta dei famosi Greencone con magnete in Alnico.
I suoi largabanda laterali contribuisco ad una efficace riproduzione dei toni medi e contribuiscono a creare una sensazione di tridimensionalità.
Vennero fatte molte ricerche sull'argomento prima dell'avvento della stereofonia e della quadrifonia.
Il suono è impressionante.

COMANDI

Saba Freiburg 14

La prima finestrella che si vede a sinistra indica l'inserimento e la posizione dell'antenna rotante interna in ferrite.
Quindi da sinistra si trova il comando del volume (con loudness incorporato) ed assialmente a questo il comando di rotazione dell'antenna in ferrite.
Sopra il controllo di volume si trova l'occhio magico che indica la perfetta sintonizzazione di ciascuna stazione.
Sotto vediamo l'indicatore Mono/Stereo.
Sotto ancora la manopola del controllo dei toni bassi.
La scala AM per le Onde Corte, Medie, Lunghe ed FM.
Sotto da sinistra troviamo nell'ordine i tasti Musik/Sprache, Stereo/Mono, Ingresso AUX, i tasti per sintonizzarsi sulle bande per sintonizzarsi sulle Onde Lunghe, Medie, Corte, FM, il tasto di inserimento del sistema di Sintonia Motorizzata - Automatik ed infine il pulsante di Accensione.

A fianco vediamo la manopola del controllo dei toni acuti.
L'indicatore dell'equalizzazione Musik/Sprache.
Ancora a destra la manopola della sintonia, il cui movimento è molto piacevole essendo supportata da un grosso volano.
A destra l'indicatore del funzionamento della Sintonia Automatica.
Sopra vediamo l'indicatore della modulazione stereo.
Sotto troviamo i due tasti per il funzionamento della Sintonia Automatica. Ciascun tasto aziona il meccanismo di sintonia automatica in una direzione o nell'altra. Tenendo premuto uno dei due tasti il motore aziona l'indicatore della sintonia in maniera continua, per lo spostamento veloce.

Saba Freiburg 14

LATO POSTERIORE

Uscita per altoparlanti esterni.
Presa per registratore (tonbandgerat).
Ingresso giradischi (tonabnehmer)
Ingresso per telecomando.
Ingressi antenna AM ed FM e presa di terra.

Ed infine la consueta notturna finale ...
Saba Freiburg 14
Normende Othello 55 german radios - it

Nordmende Othello 55 (88 – 108 MHz) 2D and…

Nordmende Othello 55 (88 – 108 MHz) 2D and 3D

NORDMENDE OTHELLO 55

La decisione di restaurare questo apparecchio è stata ponderata con attenzione.
I fattori determinanti sono stati due:

- il primo - L'intero set di trasduttori è posto frontalmente

I modelli prodotti negli anni successivi sono dotati di sistema di diffusione del suono a 3D. Le medie/alte frequenze venivano diffuse anche ai lati dell'apparecchio in modo di offrire un ascolto ottimale anche spostandosi all'interno della stanza.
Uno dei grandi vantaggi della radio infatti è che permette il suo ascolto rimanendo liberi di muoversi all'interno degli ambienti e di svolgere altre attività.
Però in molti casi gli apparecchi radiofonici vengono posizionati su una libreria o su mobili o mensole chiuse ai lati.
In tali condizioni la diffusione laterale degli apparecchi dotati di 3D è del tutto inutile.
Addirittura può essere uno svantaggio, infatti tipicamente negli apparecchi dotati di 3D veniva installato un grosso larga banda frontale ed uno o più supertweeter elettrostatici. I mid/tweeter venivano installati ai lati. Se quindi gli altoparlanti laterali vengono tappati, da libri o altro, il suono risultante non è così brillante come dovrebbe essere.
Se invece, come in questo apparecchio, l'intero set di altoparlanti è installato frontalmente, il suono viene diffuso con grande naturalezza e trasparenza.

- il secondo - Il grande impatto estetico del mobile

L'accurata scelta del legno e la raffinata lavorazione rendono il mobile di questo apparecchio bellissimo fin dalla prima occhiata.
Il restauro professionale esalta ulteriormente questa caratteristica, ridando vita ad un oggetto lavorato a mano come non ne esistono più da decenni.
Non esiste traccia di plastica, tutto il mobile si sviluppa in contrasti di metalli e legni lavorati e disposti in modo di movimentarne l'intero complesso.
Tuttavia, come ho già scritto dal punto di vista stilistico la produzione Nordmende è sempre stata piuttosto austera.
I grandi apparecchi come l'Othello rimangono imponenti e rigorosi, adatti soprattutto ad arredamenti classici o a coraggiosi e raffinati accostamenti contrastati che ne esaltino ulteriormente l'impatto visivo.

Anche perchè l'impatto acustico non teme confronti per piacevolezza, raffinatezza e profondità.
I controlli di tono separati con indicatori lineari, lo stadio finale in classe A con EL84 e preamplificatore a triodo, l'efficace sistema di controreazione che ne linearizza la risposta sono tutti elementi che rendono l'ascolto estremamente caldo e piacevole.

Una grande Nordmende insomma.

Prodotta nel 1955, l'Otello appartiene alle radio a valvole di alta classe della NORDMENDE.

Normende Othello 55

ESTENSIONE BANDA FM
La frequenza della banda FM è stata estesa a 88 - 108 MHz

CONTINUA >

BLUETOOTH
Ricevitore Bluetooth integrato

CONTINUA >

CONNESSIONE A DISPOSITIVI DIGITALI
Ogni apparecchio viene dotato di un cavo adattatore per connettere qualsiasi dispositivo digitale.

CONTINUA >

ELABORAZIONI TUBESOUND

- Banda di Frequenza FM allargata a 88 - 108 MHz. Le radio a valvole prodotte in Germania negli anni 50/60 sono famose in tutto il mondo per la loro eccellente sonorità, la bellezza delle loro finiture, la robustezza ed il loro standard di costruzione senza compromessi.
Purtroppo la banda FM di estende dai  87.5 ai 100 MHz  per cui ricevono solo alcune stazioni.
Dopo attenti studi ed un gran numero di provesiamo stati in grado di allargare la banda ricevibile da 88 a 108 MHz.
Naturalmente abbiamo dovuto ricostruire anche la scala parlante, identica all'originale, fatta con gli stessi materiali e le stesse tecniche, ma con il nuovo intervallo di frequenza.
Il risultato è perfetto. Un apparecchio originale ma con la possibilità di ascoltare qualsiasi stazione in qualsiasi parte del mondo.
Ricevitore Bluetooth integrato – Questa unità può essere equipaggiata con un ricevitore BLUETOOTH alimentato direttamente dall'apparecchio Questo rende possibile usare l'amplificatore da qualsiasi dispositivo digitale esterno, come IPAD, Smartphone, o sofisticate stazioni multimediali. Potrete ascoltare le vostre Stazioni Web o le vostre musiche preferite senza cavi in giro per la stanza. Su richiesta è possibile anche montare un Ricevitore Wireless.
Connessione Multi-Piattaforma – L'apparecchio viene fornito di un cavo di adattamento che permette di collegarlo a qualsiasi dispositivo digitale come A Iphone, Smartphone, Laptop, CD Player etc. Questo cavo speciale permette di adattare l'impedenza tra l'apparecchio ed i moderni dispositivi. Inoltre i due canali stereofonici vengono fatti confluire in un unico canale monofonico senza incrementare il carico dell'unità sorgente.

Nordmende factory

LA STORIA

Nel 1923 Otto Hermann Mende fonda a Dresda la Radio H. Mende & Co. Dopo i bombardamenti della fabbrica nel 1945, Martin Mende (figlio del fondatore) crea una nuova società a Brema la North German Mende Broadcast GmbH . Il cui nome viene successivamente cambiato in NORDMENDE.
Negli anni 50 e 60 diventata uno dei produttori tedeschi di radio e TV di maggior prestigio della radio.

Negli anni 70 i televisioni NORDMENDE diventano famosi per i loro telai a schede e per il test rigorosi e controllo di qualità dei prodotti finiti. Ma i costi elevati di tanta qualità si rivelano uno svantaggio competitivo quando il prezzo di televisori a colori ha cominciato a scendere.

Nel 1977 una partecipazione di maggioranza viene venduta ai francesi di Thomson. L'anno seguente, la famiglia vende le azioni rimanenti. Nel 1980, le fabbriche di Brema viene chiusa, NORDMENDE diventando puramente un marchio di proprietà Thomson.

Fonte - Wikipedia

CARATTERISTICHE PRINCIPALI

Anno di produzione: 1954/55
Frequenza intermedia IF: 468/10700

Nr circuiti accordati: 6 Circuiti AM, 11 Circuiti FM

Gamme d'onda: Onde medie (OM), Onde lunghe (OL), Onde lunghe (OC), UKW

1Woofer ellittico
1 Midrange
1 Tweeter elettrostatico

Dimensioni (LHP) : 660 x 405 x 275 mm
Peso netto : 12,5 kg

Valvole 7:
2 x EC92, ECH81, EF85, EABC80, EL84, EM34

Normende Othello 55

CONTROLLO TONI CON INDICAZIONE DEL LIVELLO

In questo apparecchio i controlli sono disposti in modo inusuale rispetto alla collocazione classica. Le grandi manopole dei controlli di tono sono coassiali alle manopole del volume e della sintonia.
Sopra tali manopole, nella scala parlante troviamo una barra che cambia progressivamente colore indicando l'enfasi data alla banda su cui agiscono.

ANTENNE

All'interno del mobile è presente un dipolo per la ricezione FM ed una antenna in ferrite rotante per la ricezione AM.

La sensibilità in ricezione con le antenne interne è molto buona.
Usando un'antenna esterna la sensibilità è notevole.
Questo apparecchio infatti è stato prodotto in un periodo in cui non c'erano molte stazioni radio ed erano molto distanti tra loro.

L'antenna in ferrite può essere ruotata dall'esterno per ottenere una perfetta sintonizzazione dell'apparecchio in AM.
E' visibile nella foto il meccanismo di rotazione e l'indicatore di posizione dell'antenna.

Normende Othello 55

CONTROLLO SINTONIA SEPARATI TRA AM E FM

Il sistema di sintonia è un'altro gioiello.
L'apparecchio è dotato di meccanismi di sintonia separati per le bande AM e per la banda FM.
La manopola della sintonia è una sola ma un selettore commuta su sistemi di cavi di acciaio e pulegge separati a seconda della banda.

Il movimento è trasferito a ciuscuno dei due meccanismi con un sistema di pulegge ed ingranaggi separati.

DOPPIA SINTONIA ONDE MEDIE

Nella Othello e nella Tannhauser (i due modelli top di gamma) venne prevista una doppia sintonia per le onde medie con due circuiti separati.

Premento il tasto MW con la consueta manopola di sintonia si effettua la normale ricerca in Onde Medie e l'indicazione è quella principale sulla scala parlante.

Premendo il tasto Ortssender e manovrando la manopola bianca in basso a sinistra si effettua la ricerca in Onde Medie con una sensibilità diminuita e l'indicazione è quella secondaria sulla scala verticale.

Si ricevono in tal modo meglio le stazioni locali.

Normende Othello 55

INDICATORE DI SINTONIA

L'occhio magico è nuovo.

ALTOPARLANTI

Gli altoparlanti sono 3 tutti posti frontalmente.

Vi è un woofer molto efficiente e lineare ed un midrange entrambi a cono.

Per una limpida riproduzione dei toni acuti vi è un SuperTweeter elettrostatico.

La resa acustica è veramente notevole ed appagante.

COMANDI

Normende Othello 55

Nel centro del pannello degli altoparlanti troviamo l'occhio magico che indica la perfetta sintonia della stazione.
A sinistra si trova il comando del volume (con loudness incorporato).
Coassialmente al volume troviamo la manopola del controllo dei toni acuti.
Tirando la manopola del volume si ottiene una sintonia stretta nella ricezione delle OM, con un aumento dei toni acuti.
Proseguendo troviamo la scala FM, la scala AM per le Onde Lunghe e Medie e Corte.

Nell'ordine troviamo poi i tasti di accensione, Giradischi, Onde Lunghe, Antenna in ferrite, Onde Medie, Onde Medie stazioni lontane, Onde Corte, FM.
Vi è infine la manopola della sintonia. Coassialmente al volume troviamo la manopola del controllo dei toni bassi.
Sotto la scala parlante ci sono due manopole disposte assialmente: quella a sinistra regola la sintonia delle stazioni in OM lontane, quella di destra ruota l'antenna in ferrite.
Ciascuna di queste due manopole è dotata di indicatore posto nella scala parlante sui fianchi delle barre di indicazione sintonia e posizione dell'antenna.

Normende Othello 55

LATO POSTERIORE

Uscita per altoparlanti esterni.

Ingresso giradischi

Ingressi antenna AM ed FM e presa di terra.

IL RESTAURO

LA CONSUETA BELLISSIMA NOTTURNA FINALE
Normende Othello 55
Graetz Sinfonia 522 german radios - it

Graetz Sinfonia 522 (88 – 108 MHz) – it

GRAETZ SINFONIA 522

Dalla seconda guerra mondiale fino agli anni Sessanta, Graetz è stato considerato uno dei più prestigiosi produttori di radio, anche se non ha mai raggiunto performance di vendita elevati a causa del costo elevato e delle condizioni economiche dell'Europa in quell'epoca.
Gli apparecchi Graetz sono sempre stati apprezzati sia per la loro finitura curata ed elegante ma soprattutto, per la ricerca costante di soluzioni acustiche innovative ed i relativi brevetti.
La serie Sinfonia è la più prestigiosa tra produzione Graetz con stadio finale in classe A.
Tra queste la SINFONIA 522 è l'ultima dotata di Raumklang mit Schallkompressor  (Surround sonoro con Compressore). I modelli successivi, certamente per questioni economiche, verranno privati di questo geniale, ma costoso, sistema di diffusione del suono.

Lo Schallkompressor verrà descritto approfonditamente più avanti, nella pagina, basti dire per ora che alcuni altoparlanti diffondevano il suono attraverso un percorso appositamente progettato che rendeva impossibile localizzare esattamente da dove arrivasse il suono, rendendo l'ascolto esattamente identico in tutti i punti di una stanza.

I toni medio-alti si diffondono in tutte le direzioni attraverso la griglia, che sembra una semplice decorazione, posta nel lato superiore del mobile.

L'effetto che ne deriva è entusiasmante, una dolcezza dei toni acuti derivante dal tweeter a cono anteriore, unita ad una profondità del basso provocata dai muscoli dei due grossi woofer, con una ampiezza dell'immagine sonora, derivante dal supertweeter compresso a flauto, che non ha eguali in apparecchi monofonici.
Non parlo di alta fedeltà naturalmente, ma di gradevolissimo rapimento sonoro.

La Graetz aveva 4 linee di apparecchi con ShallKompressor:
- la Musica (la più piccola, 1 woofer, 1 mid, 1 tweeter)
- la Melodia (la media, 2 woofer, 1 mid, 1 tweeter)
- la Sinfonia (la grossa, 2 woofer + grandi, 1 mid ellittico, 1 tweeter + grande)
- la Fantasia (come la Sinfonia ma con finali 2 EL95 al posto di una EL84)

Grandi radio, dal suono piacevolissimo, da ascoltare per ore.

 

Questo è l'apparecchio con Compressore Sonoro esteticamente più bello prodotto dalla Graetz nel 1958

Graetz Sinfonia 522

 

ESTENSIONE BANDA FM
La frequenza della banda FM è stata estesa a 88 - 108 MHz

CONTINUA >

BLUETOOTH
Ricevitore Bluetooth integrato

CONTINUA >

CONNESSIONE A DISPOSITIVI DIGITALI
Ogni apparecchio viene dotato di un cavo adattatore per connettere qualsiasi dispositivo digitale.

CONTINUA >

ELABORAZIONI TUBESOUND

- Banda di Frequenza FM allargata a 88 - 108 MHz. Le radio a valvole prodotte in Germania negli anni 50/60 sono famose in tutto il mondo per la loro eccellente sonorità, la bellezza delle loro finiture, la robustezza ed il loro standard di costruzione senza compromessi.
Purtroppo la banda FM di estende dai  87.5 ai 100 MHz  per cui ricevono solo alcune stazioni.
Dopo attenti studi ed un gran numero di provesiamo stati in grado di allargare la banda ricevibile da 88 a 108 MHz.
Naturalmente abbiamo dovuto ricostruire anche la scala parlante, identica all'originale, fatta con gli stessi materiali e le stesse tecniche, ma con il nuovo intervallo di frequenza.
Il risultato è perfetto. Un apparecchio originale ma con la possibilità di ascoltare qualsiasi stazione in qualsiasi parte del mondo.
Ricevitore Bluetooth integrato – Questa unità può essere equipaggiata con un ricevitore BLUETOOTH alimentato direttamente dall'apparecchio Questo rende possibile usare l'amplificatore da qualsiasi dispositivo digitale esterno, come IPAD, Smartphone, o sofisticate stazioni multimediali. Potrete ascoltare le vostre Stazioni Web o le vostre musiche preferite senza cavi in giro per la stanza. Su richiesta è possibile anche montare un Ricevitore Wireless.
Connessione Multi-Piattaforma – L'apparecchio viene fornito di un cavo di adattamento che permette di collegarlo a qualsiasi dispositivo digitale come A Iphone, Smartphone, Laptop, CD Player etc. Questo cavo speciale permette di adattare l'impedenza tra l'apparecchio ed i moderni dispositivi. Inoltre i due canali stereofonici vengono fatti confluire in un unico canale monofonico senza incrementare il carico dell'unità sorgente.

Graetz Sinfonia 522

 

graetz factory

 

LA STORIA

La Ehrich & Graetz AG fu fondata nel 1866 a Berlino da Albert Graetz (1831-1901) e dal commerciante Emil Ehrich (morto nel 1887) con il nome di "Lampen-Fabrik Ehrich & Graetz OHG" (E & G).
PetromaxNel 1897 l'azienda passa sotto il controllo dei figli di Albert, Max Graetz, e Adolf Graetz. L'azienda cresce rapidamente, e nel 1899 vengono costruiti nuovi complessi industriali a Berlino, negli Stati Uniti, Francia, Regno Unito, e Bombay.
Intorno 1910-1916 Max Graetz sviluppa la famosa lanterna Petromax. Intorno al 1925 la fabbrica produce anche radio e altri apparecchi elettrici chiamati Graetzor.

Altena Graetz FactoryDurante la seconda guerra mondiale, proprio come nella prima guerra mondiale, la società fa parte dell'industria bellica. Con l'uso di lavoratori forzati da Francia, Russia, e nei Paesi Bassi la società fa enormi guadagni.
Alla fine del mese di aprile 1945 la fabbrica viene rivendicato dall'esercito russo.

Nel 1949 l'azienda entra a far parte del programma del "Popolo", "VEB-VolksEigenerBetrieb" e dal 1950 "VEB Fernmeldewerk, Berlin Treptow (RFT)." VolksEigenerBetrieb, significa che la fabbrica era di proprietà del popolo per il popolo.

Nel 1948 Erich, e Fritz Graetz fonda una nuova società a Altena, in Germania nota con il nome Graetz, come successione della azienda di famiglia persa a Berlino. La nuova società produce principalmente radio e TV.
Nel 1961 l'azienda viene poi venduta a standard Elektrik Lorenz (SEL) AG, e dal 1987 è di proprietà della società finlandese Nokia.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI

Anno di produzione: 1957/59
Supereterodina IF: 468/10700
8 Circuiti AM - 13 Circuiti FM
Gamme d'onda: Onde Medie (OM), Onde Lunghe (OL), Onde Corte (OC), FM (UKW) 88-108 MHz
Altoparlanti:
2 largabanda ellittici
1 mid/tweeter
1 tweeter a tromba con flauti
Dimensioni (LHP) : 680 x 400 x 305 mm / 26.8 x 15.7 x 12 inch
Peso netto: 16 kg / 35.242 lb
Valvole 7: ECC85, ECH81, 2xEF89, EABC80, EL84, EM34
Antenna rotante in ferrite per AM

Graetz Sinfonia 522
Graetz Sinfonia 522

Nella naturale evoluzione del modello Sinfonia alla Graetz hanno iniziato ad usare altoparlanti a tromba.
Gli altoparlanti a tromba hanno il vantaggio di avere una membrana molto piccola e leggera. Questo si traduce in una capacità di raggiungere frequenze molto elevate con una ridottissima distorsione.
Come tutti gli strumenti musicali questo tipo di altoparlanti è composto da generatore del suono e da un risonatore. In un violino le corde vibrando emettono il suono, ma è la cassa armonica che lo amplifica e lo colora.
Negli altoparlanti a tromba la piccola e leggerissima membrana vibra e poi la tromba amplifica, e talvolta modifica, il suono.
La tromba ha lo svantaggio di essere fortemente direttiva. A pochi cm dal suo asse l'intensità del suono cambia notevolmente. Il sistema a tromba, pur essendo molto efficiente e con bassa distorsione non è adatto 
Gli ingegneri Graetz hanno preferire una tubazione accordata invece della tromba per le caratteristiche di maggiore direzionalità.
La pressione dell'onda sonora via con il quadrato del rapporto tra diametro e lunghezza del tubo. Per questo motivo alla Graetz parlano di compressore sonoro.
Quindi dalla piccola emissione della membrana del cono si ottiene una grande radiazione sonora all'uscita dei tubi.
Inoltre poichè il rapporto tra lunghezza e diametro del tubo è molto grande si ottiene una propagazione simile alla propagazione su un condotto di lunghezza infinita. Le fessure di uscite sono poste a distanze diverse per ottenere questo effetto di assenza di risonanza. Lo schema equivalente è quello di un ciruito LC dove i fori si comportano come induttanze. 
Il risultato di questa caratteristica, unita alla particolare forma e posizione delle fessure di uscita del suono è che la frequenza di risonanza è attorno ai 12 kHz e questo sistema viene fatto lavorare nella fascia che va dai 700 Hz  ai 10 kHz, proprio dove si ha la massima sensibilità dell'orecchio umano, e dove si colloca la voce e la quasi totalità degli strumenti musicali.
Oltre ai vantaggi di assenza di distorsione e di efficienza la assenza di risonanze ha come risultato una notevole morbidezza di ascolto.
Da ultimo questo condotto produce un lieve ritardo, di pochi ms che inducendo un minimo riverbero naturale ottiene come effetto finale quella profondità scenica che rende questo apparecchio incredibilmente appagante all'ascolto, pur essendo monofonico.

 

ALTOPARLANTI

Come già detto in precedenza Schallkompressor  significa Surround sonoro con Compressore.

Faccio notare che questa azienda applicava questi concetti e queste soluzioni (surround, compressione del suono) alle apparecchiature commerciali, e siamo nel 1958.

Come ormai oggi sanno tutti le note basse per loro natura si diffondono in maniera omnidirezionale nell'ambiente, per cui è piuttosto difficile localizzare un subwoofer ad occhi chiusi.
Gli altoparlanti che diffondono le note acute invece sono estremamente direttivi per cui il loro posizionamento rispetto alla posizione d'ascolto è molto critica, per cui basta spostarsi un poco dalla posizione d'ascolto prevista per perdere parte del messaggio e del dettaglio della parte più alta dell'informazione sonora.

Questo problema è stato affrontato nell'evoluzione degli impianti Hi-Fi con i sistemi più diversi.
La Graetz lo risolse all'epoca in maniera estremamente efficace con il sistema 4R nei modelli Sinfonia precedenti e Schallkompressor  nei modelli dalla 422 in poi.

Graetz Sinfonia 522
Graetz Sinfonia 522
Graetz Sinfonia 522

CONTROLLO TONI CON INDICAZIONE DEL LIVELLO

Il sistema di controllo dei toni è molto efficiente. Sopra le grandi manopole dei controlli di tono troviamo una banda che si illumina progressivamente indicando l'enfasi data alla banda su cui agisce.

Graetz Sinfonia 522
Graetz Sinfonia 522

ILLUMINAZIONE INDICATORE TONI

Premendo uno qualsiasi dei tasti del gruppo Klangregister i controlli di tono vengono esclusi perchè vengono esaltate le frequenze previste dal tasto scelto.

Per questo motivo anche le luci che illuminavano la scala indicante la posizione dei controlli di tono vengono spente.

Si riaccenderanno premendo il tasto Raumklang e tornando quindi alla determinazione manuale della curva di risposta preferita.

ABSCHALTUNG

Tre tasti sono raccolti nel gruppo Abschaltung (Disattivazione) e sono rispettivamente:

Aussen-L(autsprecher) - Altoparlante esterno

Mag(isches)-Auge - Occhio magico

Raumklang - Registri musicali predefiniti

KLANGREGISTER

Tre tasti sono raccolti anche nel gruppo Klangregister (Registro musicale), questi sono molto intuitivi e sono rispettivamente:

Sprache - Voce

Solo - Solo

Orchester - Orchestra

Graetz Sinfonia 522

ORIENTAMENTO ANTENNA

Antenna in ferrite rotante con finestra che ne indica la posizione.

L'antenna in ferrite si ruota con la manopola grande dietro alla manopola del volume,

All'interno del mobile è presente un dipolo per la ricezione FM ed una antenna in ferrite orientabile per la ricezione AM.

La sensibilità in ricezione con le antenne interne è molto buona.

CONTROLLO SINTONIA SEPARATI TRA AM E FM

Il sistema di sintonia è un'altro gioiello.
L'apparecchio è dotato di meccanismi di sintonia separati per le bande AM e per quella di ciascuna delle due bande FM.
La manopola della sintonia è una sola ma un selettore commuta su sistemi di cavi (tutti di acciaio) e pulegge separati a seconda della banda.

Graetz Sinfonia 522
Graetz Sinfonia 522

INDICATORE DI SINTONIA

L'occhio magico ovviamente è stato sostituito.

COMANDI

Graetz Sinfonia 522

A sinistra si trova il comando del volume (con loudness incorporato) ed assialmente a questo il comando di rotazione dell'antenna in ferrite.
Si vede l'indicatore della posizione dell'antenna.
L'occhio magico che indica la perfetta sintonizzazione di ciascuna stazione.
La scala AM per le Onde Lunghe, Medie, Corte e la scala FM.
Sotto da sinistra troviamo nell'ordine la manopola del controllo dei bassi, i tasti di accensione, giradischi, registratore, i tasti per sintonizzarsi sulle Onde Lunghe, Medie, Corte, FM, la manopola del controllo degli acuti.
Sotto ogni tasto è indicata la banda di frequenza interessata.
Vi è infine la manopola della sintonia, il cui movimento è molto piacevole essendo supportata da un grosso volano.
Sotto ancora troviamo le due grosse manopole del controllo dei bassi e degli alti.
Assialmente alla manopola di sintonia si trova un selettore per il controllo della selettività in AM.
I registri ed i tasti di esclusione sono stati visti precedentemente nei particolari.

Graetz Sinfonia 522

LATO POSTERIORE

Uscita per altoparlanti esterni.
Presa per registratore (tonbandgerat).
Ingresso giradischi (tonabnehmer)
Ingressi antenna AM ed FM e presa di terra.

LE FASI DEL RESTAURO

LA CONSUETA BELLISSIMA NOTTURNA FINALE
Graetz Sinfonia 522
Nordmende Carmen 58 carmen 58 - it

Nordmende Carmen 58 – it

Nordmende Carmen 58

NORDMENDE CARMEN 58

 

Prodotta nel 1958, la Carmen appartiene alle radio a valvole di classe media della NORDMENDE.
Ma ciò che rende questo Carmen 58 diversa dalle altre radio della classe media è la sua eleganza.

Nordmende denominava accuratamente i suoi modelli di apparecchi, ed anche in questo caso il nome Carmen si adatta perfettamente questo prodotto.
Con la Carmen 58 gli stilisti Nordmende hanno iniziato una linea di prodotti dalla forma pulita ed elegante. Come i modelli più vecchi la qualità dei materiali usati dalla Nordmende è massima. L'alta qualità del legno, metalli e plastiche.
Il mobile è verniciato a specchio. E le sue infinite riflessioni catturano lo sguardo.
E così la Carmen diventare la regina della casa. Non potrebbe essere altrimenti con quella personalità.
Il nostro processo di restauro professionale ha migliorato ulteriormente questa caratteristica, dando nuova vita a un oggetto classico, restaurato con cura artigianale, che è pronto a lavorare per molti decenni.
Abbiamo cercato di mettere questa radio in luoghi diversi: alla fine ci siamo resi conto che questo Carmen si sposa perfettamente con un ambiente classico e raffinato.

Come i modelli precedenti di Carmen il suono è profondo e raffinato. I controlli di tono separati, lo stadio finale in classe A, il preamplificatore a triodo ed il sistema di feedback efficace che linearizza la risposta sono tutti elementi che rendono il suono di questa radio una calorosa e piacevole esperienza di ascolto.

Un suono allegro e luminoso, una silhouette aggressiva.
Se fosse una scarpa da donna, sarebbe un tacco 12.

Nordmende Carmen 58

BLUETOOTH
Ricevitore Bluetooth integrato

CONTINUA >

CONNESSIONE A DISPOSITIVI DIGITALI
Ogni apparecchio viene dotato di un cavo adattatore per connettere qualsiasi dispositivo digitale.

CONTINUA >

TUBESOUND IMPROVEMENT

- Ricevitore Bluetooth integrato – Questa unità può essere equipaggiata con un ricevitore BLUETOOTH alimentato direttamente dall'apparecchio Questo rende possibile usare l'amplificatore da qualsiasi dispositivo digitale esterno, come IPAD, Smartphone, o sofisticate stazioni multimediali. Potrete ascoltare le vostre Stazioni Web o le vostre musiche preferite senza cavi in giro per la stanza. Su richiesta è possibile anche montare un Ricevitore Wireless.

Connessione Multi-Piattaforma – L'apparecchio viene fornito di un cavo di adattamento che permette di collegarlo a qualsiasi dispositivo digitale come A Iphone, Smartphone, Laptop, CD Player etc. Questo cavo speciale permette di adattare l'impedenza tra l'apparecchio ed i moderni dispositivi. Inoltre i due canali stereofonici vengono fatti confluire in un unico canale monofonico senza incrementare il carico dell'unità sorgente.

Nordmende factory

LA STORIA

Nel 1923 Otto Hermann Mende fonda a Dresda la Radio H. Mende & Co. Dopo i bombardamenti della fabbrica nel 1945, Martin Mende (figlio del fondatore) crea una nuova società a Brema la North German Mende Broadcast GmbH . Il cui nome viene successivamente cambiato in NORDMENDE.
Negli anni 50 e 60 diventata uno dei produttori tedeschi di radio e TV di maggior prestigio della radio.

Negli anni 70 i televisioni NORDMENDE diventano famosi per i loro telai a schede e per il test rigorosi e controllo di qualità dei prodotti finiti. Ma i costi elevati di tanta qualità si rivelano uno svantaggio competitivo quando il prezzo di televisori a colori ha cominciato a scendere.

Nel 1977 una partecipazione di maggioranza viene venduta ai francesi di Thomson. L'anno seguente, la famiglia vende le azioni rimanenti. Nel 1980, le fabbriche di Brema viene chiusa, NORDMENDE diventando puramente un marchio di proprietà Thomson.

Fonte - Wikipedia

CARATTERISTICHE PRINCIPALI

Anno di produzione: 1957/58

Supereterodina IF 468/10700
8 AM Circuits
11 FM Circuits

Gamme d'onda:  Onde Lunghe, Medie, Corte, UKW

1 Altoparlante Largabanda ellittico
2 Tweeter laterali

Dimensioni (LHP) : 575 x 375 x 265 mm/ 22.6 x 14.8 x 10.4 inch
Peso netto: 12 kg / 26 lb 6.9 oz

Valvole 6
:ECC85, ECH81, EF85, EABC80, EL84, EM84

Nordmende Carmen 58

CONTROLLO TONI CON INDICAZIONE DEL LIVELLO

Il sistema di controllo dei toni è molto efficiente. Sopra le grandi manopole dei controlli di tono troviamo una banda che si illumina progressivamente indicando l'enfasi data alla banda su cui agisce.

EQUALIZZATORE

Il sistema di correzione della risposta in frequenza è composto da 5 tasti che inseriscono curve di equalizzazione predefinite operanti sul circuito di controreazione (non sono filtri passivi).
Tale soluzione è stata adottata solo sui modelli di classe superiore.
Il tasto Bass enfatizza i toni bassi.
Il tasto Sprache enfatizza i toni medi per un ascolto più pulito di trasmissioni parlate.
Il tasto Orchester mette in flat la banda passante.
Il tasto Solo accentua leggermente i toni medi per favorire l'ascolto di strumenti singoli.
Il tasto Jazz enfatizza molto i toni bassi ed alti per favorire l'ascolto di questo genere musicale.

Nordmende Carmen 58
Nordmende Carmen 56/3D

ANTENNE

All'interno del mobile è presente un dipolo per la ricezione FM ed una antenna in ferrite rotante per la ricezione AM.
La sensibilità in ricezione con le antenne interne è molto buona.Usando un'antenna esterna la sensibilità migliora ulteriormente.
Questo apparecchio infatti è stato prodotto in un periodo in cui non c'erano molte stazioni radio ed erano molto distanti tra loro.
L'antenna in ferrite può essere ruotata dall'esterno per ottenere una perfetta sintonizzazione dell'apparecchio in AM.
E' visibile nella foto il meccanismo di rotazione e l'indicatore di posizione dell'antenna.

CONTROLLO SINTONIA SEPARATI TRA AM E FM

Il sistema di sintonia è un'altro gioiello.
L'apparecchio è dotato di meccanismi di sintonia separati per le bande AM e per la banda FM.
La manopola della sintonia è una sola ma un selettore commuta su sistemi di cavi di acciaio e pulegge separati a seconda della banda.

Il movimento è trasferito a ciuscuno dei due meccanismi con un sistema di pulegge ed ingranaggi separati.

Nordmende Carmen 56/3D
Nordmende Carmen 58

INDICATORE DI SINTONIA

L'occhio magico è nuovo..

ALTOPARLANTI

L'altoparlante frontale è un grande ellittico a larga banda prodotto dalla ISOPHON.
Il suono è splendido, i bassi profondissimi e gli acuti pulitissimi grazie ai coni laterali protetti, come sui diffusori HI-FI dei decenni successivi.
Beninteso che qui non parliamo di Alta Fedeltà, ma di calore e fascino introvabili in apparecchi moderni.

COMANDI

Nordmende Carmen 58

Nel centro del pannello degli altoparlanti troviamo la tastiera dell'equalizzatore già analizzata in precedenza.
A sinistra si trova il comando del volume (con loudness incorporato).
Tirando la manopola del volume si ottiene una sintonia stretta nella ricezione delle OM, con un aumento dei toni acuti.
Proseguendo troviamo l'occhio magico che indica la perfetta sintonizzazone delle stazoni.
Troviamo poi la scala AM per le Onde Lunghe e Medie e Corte e la scala FM.

Vi è infine la manopola della sintonia.
Coassialmente si trova la manopola che controlla la posizione dell'antenna in ferrite.
Sotto nell'ordine troviamo la manopola dei toni bassi con relativo indicatore, poi i tasti di spegnimento, Giradischi, Onde Lunghe, Antenna in ferrite, Onde Medie, Onde Corte, FM ed infine la manopola dei toni acuti con relativo indicatore

Nordmende Carmen 58

LATO POSTERIORE

Uscita per altoparlanti esterni.

Ingresso giradischi

Ingressi antenna AM ed FM e presa di terra.

LA CONSUETA NOTTURNA FINALE
Nordmende Carmen 58
Nordmende Carmen 56/3D carmen 56 3d - it

Nordmende Carmen 56/3D – it

Nordmende Carmen 56/3D

NORDMENDE CARMEN 56/3D

Prodotta nel 1956 la Carmen apparteneva alle apparecchiature di classe media della Nordmende. Quello che però la contraddistingueva dalle altre radio di classe media della Nordmende era la sua particolare bellezza.
La Nordmende sceglieva accuratamente i nomi dei propri apparecchi ed anche nel caso della Carmen il nome è veramente azzeccato.
Questo modello di Carmen è molto appariscente rispetto alla restante produzione Nordmende, che tipicamente è molto più austera, ma l'equilibrio delle forme e la qualità dei materiali non è certamente stata trascurata.
Grande profusione di legno ed inserti in ottone, un sapiente equilibrio di colorazoni scure e brillanti ed un tocco di eccentricità dato da un inserto trasparente e brillante intorno alle manopole dell'equalizzatore. Questo il segreto di tanta bellezza.

Ovviamente questo nuovo professionale restauro esalta ulteriormente questa caratteristica, ridando vita ad un oggetto lavorato a mano come non ne esistono più da decenni.
Abbiamo provato a collocare l'apparecchio in diversi arredamenti e riteniamo che sia particolarmente adatto ad ambienti classici e raffinati.
Tuttavia posizionare questa Carmen in un ambiente moderno significa esaltarne notevolmente la visibilità e questa bellissima radio saprà catalizzare l'attenzione senza alcuna fatica.

Il suono è piacevole, profondo e raffinato.
I controlli di tono separati con indicatori lineari, lo stadio finale in classe A con EL84 e preamplificatore a triodo, l'efficace sistema di controreazione che ne linearizza la risposta sono tutti elementi che rendono l'ascolto estremamente caldo e piacevole.

In effetti, in ossequio al suo nome questa Carmen è un vero, delizioso capriccio.

Nordmende Carmen 56/3D

BLUETOOTH
Ricevitore Bluetooth integrato

CONTINUA >

CONNESSIONE A DISPOSITIVI DIGITALI
Ogni apparecchio viene dotato di un cavo adattatore per connettere qualsiasi dispositivo digitale.

CONTINUA >

ELABORAZIONI TUBESOUND

- Ricevitore Bluetooth integrato – Questa unità può essere equipaggiata con un ricevitore BLUETOOTH alimentato direttamente dall'apparecchio Questo rende possibile usare l'amplificatore da qualsiasi dispositivo digitale esterno, come IPAD, Smartphone, o sofisticate stazioni multimediali. Potrete ascoltare le vostre Stazioni Web o le vostre musiche preferite senza cavi in giro per la stanza. Su richiesta è possibile anche montare un Ricevitore Wireless.

Connessione Multi-Piattaforma – L'apparecchio viene fornito di un cavo di adattamento che permette di collegarlo a qualsiasi dispositivo digitale come A Iphone, Smartphone, Laptop, CD Player etc. Questo cavo speciale permette di adattare l'impedenza tra l'apparecchio ed i moderni dispositivi. Inoltre i due canali stereofonici vengono fatti confluire in un unico canale monofonico senza incrementare il carico dell'unità sorgente.

Nordmende factory

LA STORIA

Nel 1923 Otto Hermann Mende fonda a Dresda la Radio H. Mende & Co. Dopo i bombardamenti della fabbrica nel 1945, Martin Mende (figlio del fondatore) crea una nuova società a Brema la North German Mende Broadcast GmbH . Il cui nome viene successivamente cambiato in NORDMENDE.
Negli anni 50 e 60 diventata uno dei produttori tedeschi di radio e TV di maggior prestigio della radio.

Negli anni 70 i televisioni NORDMENDE diventano famosi per i loro telai a schede e per il test rigorosi e controllo di qualità dei prodotti finiti. Ma i costi elevati di tanta qualità si rivelano uno svantaggio competitivo quando il prezzo di televisori a colori ha cominciato a scendere.

Nel 1977 una partecipazione di maggioranza viene venduta ai francesi di Thomson. L'anno seguente, la famiglia vende le azioni rimanenti. Nel 1980, le fabbriche di Brema viene chiusa, NORDMENDE diventando puramente un marchio di proprietà Thomson.

Fonte - Wikipedia

CARATTERISTICHE PRINCIPALI

Anno di produzione: 1955/56
Supereterodina IF 468/10700
8 Circuiti AM
11 Circuiti FM

Gamme d'onda:  Onde Lunghe, Medie, Corte, UKW

1 Largabanda ellittico
2 Tweeter laterali

Dimensioni (LHP) : 575 x 375 x 265 mm/ 22.6 x 14.8 x 10.4 inch

Peso netto: 12 kg / 26 lb 6.9 oz

Valvole 6: ECC85, ECH81, EF85, EABC80, EL84, EM34

Nordmende Carmen 56/3D

CONTROLLO TONI CON INDICAZIONE DEL LIVELLO

Il sistema di controllo dei toni è molto efficiente. Sopra le grandi manopole dei controlli di tono troviamo una banda che si illumina progressivamente indicando l'enfasi data alla banda su cui agisce.

EQUALIZZATORE

Il sistema di correzione della risposta in frequenza è composto da 5 tasti che inseriscono curve di equalizzazione predefinite operanti sul circuito di controreazione (non sono filtri passivi).
Tale soluzione è stata adottata solo sui modelli di classe superiore.
Il tasto Bass enfatizza i toni bassi.
Il tasto Sprache enfatizza i toni medi per un ascolto più pulito di trasmissioni parlate.
Il tasto Orchester mette in flat la banda passante.
Il tasto Solo accentua leggermente i toni medi per favorire l'ascolto di strumenti singoli.
Il tasto Jazz enfatizza molto i toni bassi ed alti per favorire l'ascolto di questo genere musicale.

Nordmende Carmen 56/3D
Nordmende Carmen 56/3D

ANTENNE

All'interno del mobile è presente un dipolo per la ricezione FM ed una antenna in ferrite rotante per la ricezione AM.
La sensibilità in ricezione con le antenne interne è molto buona.Usando un'antenna esterna la sensibilità migliora ulteriormente.
Questo apparecchio infatti è stato prodotto in un periodo in cui non c'erano molte stazioni radio ed erano molto distanti tra loro.
L'antenna in ferrite può essere ruotata dall'esterno per ottenere una perfetta sintonizzazione dell'apparecchio in AM.
E' visibile nella foto il meccanismo di rotazione e l'indicatore di posizione dell'antenna.

CONTROLLO SINTONIA SEPARATI TRA AM E FM

Il sistema di sintonia è un'altro gioiello.
L'apparecchio è dotato di meccanismi di sintonia separati per le bande AM e per la banda FM.
La manopola della sintonia è una sola ma un selettore commuta su sistemi di cavi di acciaio e pulegge separati a seconda della banda.

Il movimento è trasferito a ciuscuno dei due meccanismi con un sistema di pulegge ed ingranaggi separati.

Nordmende Carmen 56/3D
Nordmende Carmen 56/3D

INDICATORE DI SINTONIA

L'occhio magico è nuovo.

ALTOPARLANTI

L'altoparlante frontale è un grande ellittico a larga banda prodotto dalla ISOPHON.
Il suono è splendido, i bassi profondissimi e gli acuti pulitissimi grazie ai coni laterali protetti, come sui diffusori HI-FI dei decenni successivi.
Beninteso che qui non parliamo di Alta Fedeltà, ma di calore e fascino introvabili in apparecchi moderni.

COMANDI

Nordmende Carmen 56/3D

Nel centro del pannello degli altoparlanti troviamo la tastiera dell'equalizzatore già analizzata in precedenza.
A sinistra si trova il comando del volume (con loudness incorporato).
Tirando la manopola del volume si ottiene una sintonia stretta nella ricezione delle OM, con un aumento dei toni acuti.
Proseguendo troviamo l'occhio magico che indica la perfetta sintonizzazone delle stazoni.
Troviamo poi la scala AM per le Onde Lunghe e Medie e Corte e la scala FM.

Ancora a destra vediamo l'indicatore della posizione dell'antenna in ferrite per le OM e Lunghe.
Vi è infine la manopola della sintonia.
Sotto nell'ordine troviamo la manopola dei toni acuti con relativo indicatore, poi i tasti di spegnimento, Giradischi, Onde Lunghe, Antenna in ferrite, Onde Medie, Onde Corte, FM ed infine la manopola dei toni bassi con relativo indicatore

Nordmende Carmen 56/3D

LATO POSTERIORE

Uscita per altoparlanti esterni.

Ingresso giradischi

Ingressi antenna AM ed FM e presa di terra.

LE TWIN TOWERS DELLA CARMEN PRONTA A FUNZIONARE
Nordmende Carmen 56/3D
Grundig Stereomeister 300 german radios - it

Grundig Stereomeister 300 – it

Grundig Stereomeister 300

GRUNDIG STEREOMEISTER 300

Lo stadio finale è un Push-Pull in classe AB con circuito di controreazione per linearizzare la risposta e ridurre la distorsione.
La risposta è in effetti equilibrata in generale con una poderosa spinta sui bassi a dispetto dei piccoli trasformatori d'uscita.
Utilizzando dei diffusori efficienti la potenza è più che adeguata per sonorizzare anche ambienti di ragguardevoli dimensioni.

Io personalmente consiglio di utilizzare questo apparecchio a tre quinti del volume come livello massimo di ascolto, infatti essendo dotato di correzione fisiologia del volume non escludibile manualmente, la curva di risposta varia al variare della posizione di tale potenziometro.
Il passaggio dalla sezione dove agisce la correzione fisiologica alla sezione dove la correzione fisiologica è inattiva è abbastanza udibile, per cui è preferibile rimanere sotto la soglia che ho indicato.
Ovviamente volendo sfruttare tutte la potenza della macchina ... bisogna ruotare la manopola del volume senza paura.

Come tradizione negli apparecchi Grundig la sezione radio è estremamente stabile, sensibile e priva di rumori di fondo.
Anche lo stadio finale è molto silenzioso e privo di ronzio.

L'alta qualità del suono, la presenza del decoder stereo e l'assenza di altoparlanti interni che permettono una linea molto moderna ed ormai in linea con i successivi componenti HI-FI modulari rendono questo apparecchio degno di un grande interesse collezionistico.

Dopo la serie Stereomeister la Grundig e tutte le altre grandi case tedesche cominciano rapidamente a risparmiare e ad "ottimizzare" i progetti; e purtroppo la qualità comincia lentamente a scendere per lasciare spazio a criteri di qualità "più moderni". Sigh!

Questo apparecchio è uno dei pochi ricevitore completamente a valvole stereofonico Hi-Fi prodotto dalla Grundig.

Grundig Stereomeister 300

BLUETOOTH
Ricevitore Bluetooth integrato

CONTINUA >

CONNESSIONE MULTIPIATTAFORMA
Ogni radio viene equipaggiata con uno speciale cavo che permette la connessione con qualsiasi sorgente digitale.

READ MORE >

ELABORAZIONI TUBESOUND

- Ricevitore Bluetooth integrato - Questa unità può essere equipaggiata con un ricevitore BLUETOOTH alimentato direttamente dall'apparecchio Questo rende possibile usare l'amplificatore da qualsiasi dispositivo digitale esterno, come IPAD, Smartphone, o sofisticate stazioni multimediali. Potrete ascoltare le vostre Stazioni Web o le vostre musiche preferite senza cavi in giro per la stanza. Su richiesta è possibile anche montare un Ricevitore Wireless.
- Piattaforma Multi Connessione - L'apparecchio viene fornito di un cavo di adattamento che permette di collegarlo a qualsiasi dispositivo digitale come A Iphone, Smartphone, Laptop, CD Player etc. Questo cavo speciale permette di adattare l'impedenza tra l'apparecchio ed i moderni dispositivi. Inoltre i due canali stereofonici vengono fatti confluire in un unico canale monofonico senza incrementare il carico dell'unità sorgente.

LA STORIA

1945 - Subito dopo la guerra la richiesta di radio riparazioni è molto elevata. Max Grundig costruisce le prime due apparecchiature: il provavalvole Tubatest tube ed il tester Novatest.
1947 - Inizia la vendita di Radio in scatola di montaggio, la Heinzelmann. L'unità è la base del successo, vengono venduti più di 15.000 esemplari.
1950 - Iniziano in Germania le trasmissioni in FM dettando nuove esigenze nel settore delle apparecchiature radio. Grundig lancia la 380W sul mercato.
1952 - Iniziano in Germania le trasmissioni del primo canale TV. Dopo intense ricerche Grundi lancia sul mercato il suo primo TV, l'FS080. Nello stesso anno viene commercializzato il primo registratore portatile, il Reporter 500L.
1956 - Dopo una serie ininterrotta di radio sempre più belle e performanti viene prodotta la Grundig 5080 dotata di un equalizzatore a 5 bande con controllo visivo della curva di equalizzazione.
1965 - Viene aperta una nuova fabbrica a Braga, in Portogallo. Inizia la produzione della fortunatissima serie Satellit, con il modello 205. Questo prodotto segna l'inizio della produzione di ricevitori Grundig multibanda di elevata qualità.
1970 - Inizia la commercializzazione dei diffusori sferici Audiorama 7000 con dodici altoparlanti all'interno di un diffusore sferico.
1976 - Grundig produce il registratore semi-professionale TS 1000.
1980 - Grande successo di due prodotti ai massimi livelli dell'HIFI, il sintonizzatore ST 6000 ed i diffusori Monolith dotati di 22 diffusori dinamici.
1984 - Alla fine di una pesante diminuzione delle vendite Philips aumenta la sua partecipazione in Grundig ed assume la direzione aziendale.
1997 - Philips esce dalla partecipazione in Grundig.
2003 - Vengono avviate le procedure di fallimento dell'azienda.
2008 - Il gruppo turco Koç Holding prende il totale controllo di Grundig Multimedia B.V.

Courtesy of: Grundig

CARATTERISTICHE PRINCIPALI

Year of production: 1967
Superheterodyne IF 468/10700
6 AM Circuits
10 FM Circuits
Wavebands:
Medium Waves (OM),  Long Waves (OL), Short waves (OC), FM (UKW)
Dimensions (LHD): 26 x 17.3 x 11.4 inch
Net weight: 36 lb 5.5 oz
9 Tubes:
ECC85 ECH81 EAF801 ECC83 EM87 ECC81 EC92 ECLL800 ECLL800
Decoder stereo
Ferrite Aerial

Grundig Stereomeister 300

DIFFUSORI ACUSTICI SEPARATI

I diffusori acustici originali sono composti da un Mid-Woofer e tweeter coassiali.
Hanno un suono non troppo brillante ma equilibrato. Ho usato questo Receiver con un SUB Canton e due casse a pavimento Indiana Line.
Il suono è dolcissimo ricco di bassi profondi, medi presenti ed acuti ben definiti.

Ha 7,5 + 7,5 W di uscita in configurazione ultralineare.
Si può collegare alla presa posteriore un lettore CD o altro.
Nella principale galleria di immagini si vede lo Stereomeister pilotare una coppia di AR 98 LS-U.

DECODER STEREO

La radio è dotata di Stereo-Decoder a valvole, quindi è veramente stereo, non come la maggior parte delle altre radio dell'epoca che erano mono nella sezione radio FM e stereo solo per via della doppia sezione finale.
Quindi per intenderci il giradischi si sentiva in stereo, ma la radio comunque sempre in mono.

Grundig Stereomeister 300

VALVOLE

Le valvole sono ECC85 ECH81 EAF801 ECC83 EM87 ECC81 EC92 ECLL800 ECLL800
Le due ECLL800 sono esattamente come un Push Pull di quattro EL95 oltre ad avere il loro stadio invertitore all'interno della valvola stessa.

ANTENNE

All'interno del mobile è presente un dipolo per la ricezione FM ed una antenna in ferrite per la ricezione AM.
La sensibilità in ricezione con le antenne interne è molto buona.

Grundig Stereomeister 300

CONTROLLO SINTONIA SEPARATI TRA AM E FM

Il sistema di sintonia è un'altro gioiello.
L'apparecchio è dotato di meccanismi di sintonia separati per le bande AM e per quella FM.
La manopola della sintonia è una sola ma un selettore commuta su sistemi di cavi (tutti di acciaio) e pulegge separati a seconda della banda.

INDICATORE DI SINTONIA

L'occhio magico ovviamente è stato cambiato.

Grundig Stereomeister 300

COMANDI

Grundig Stereomeister 300

Nella fascia nera in basso, cominciando da sinistra si trova il comando dei Bassi, sotto l'occhio magico, poi c'è il controllo degli Alti e poi il comando del Volume (con loudness incorporato). Assialmente a questo si trova il comando del Bilanciamento canali Dx e Sx.
Troviamo poi nell'ordine i tasti per selezionare il giradischi, il commutatore Mono/Stereo.
Il tasto per sintonizzarsi sulle Onde Lunghe, Medie, Corte, FM.

Segue tutto a destra il tasto di accensione.
Poi da sinistra, l'indicatore della ricezione stereo e sotto l'occhio magico indica la perfetta sintonizzazione di ciascuna stazione.
La scala AM per le Onde Corte, Medie e Lunghe e la scala FM.
Vi è infine la manopola della sintonia, il cui movimento è molto piacevole essendo supportata da un grosso volano.

LATO POSTERIORE

Ingressi antenna AM ed FM e presa di terra.
Uscita per altoparlanti esterni.
Presa per registratore (tonbandgerat).
Ingresso giradischi (tonabnehmer)

LA CONSUETA NOTTURNA FINALE
Grundig Stereomeister 300